Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

COPPA ECCELLENZA, "LO SCANDALO" PUGLIESE SI ALLARGA! E ROMA COSA DICE?

L' articolo di Emiliagol su come si è comportato il CR Puglia con il Barletta (e il Martina) ha fatto il giro d' Italia e a Roma sembra che si stia muovendo qualche cosa. Sprin e Sport il giornale con più di 80.000 copie tra Lombardia e Piemonte, ci va giù duro con Tisci, presidente del CR Puglia! Il no Commenti del CRER e del Salso

 

ByManso – Nella prima puntata di questa incresciosa vicenda, ci eravamo lasciati con questa domanda Ma davvero non c'è nulla da fare, o interverrà San Giovanni, che in quanto ad inganni la sa forse più lunga dei pugliesi?”, e a quanto pare sembra che qualche cosa in quel di Roma si stia muovendo; non è che invece di San Giovanni sia intervenuto o stia intervenendo “San Giancarlo” (Abete)?

L'articolo di Emiliagol ha fatto il giro d' Italia lasciando di stucco proprio tutti gli addetti ai lavori (ci va giù duro con il Presidente del CR Puglia Tisi, l'articolo degli amici di Sprint e Sport che ha dato risalto alla “notizia”), anche perché le società interessate non sono solo le pugliesi, ma è uno scandalo che tocca anche tutte le Società di Eccellenza che saranno impegnate negli spareggi delle Seconde classificate.

E anche qui, il CR Puglia l'ha fatta un tantino fuori dal vaso, poiché sui comunicati non ha previsto uno spareggio tra le seconde classificate dei due gironi di Eccellenza.

Se il Barletta dovesse vincere la Coppa e il Martina lo spareggio delle due vincenti dei Gironi Pugliesi (Martina- Barletta) chi manderebbe la Puglia a fare gli spareggi tra seconde?

Bhe dai, organizzare uno spareggio tra una ventina di giorni è semplice, se non fosse che domenica scorsa c'è stato il rompete le righe e quindi le due seconde (Corato e Sava), si troverebbero a dover disputare uno spareggio e poi gli eventuali altri spareggi nazionali dopo essere stati fermi per due/tre settimane.

E si, davvero lungimirante il Comitato Puglia!

Abbiamo chiesto al CRER (Comitato Emilia Romagna) cosa ha intenzione di fare in merito alla questione e la risposta come era prevedibile è stato un “no comment”e anche il Salsomaggiore ha seguito a ruota la Federazione con un altro “no comment”.

Era prevedibile che arrivassero queste risposte, ma è altrettanto prevedibile che sia il CRER che il Salsomaggiore non se ne stiano lì con le mani in mano!

Detto questo, non si può nascondere che oltre allo “scandalo” apparso sul Comunicato del CR Puglia (“Le Società A.S.D. BARLETTA 1922 (vincente Girone A) e A.S.D. MARTINA CALCIO 1947 (vincente Girone B), d’intesa fra loro, hanno stabilito di attendere l’esito del percorso in Coppa Italia nazionale della Società A.S.D. BARLETTA 1922 prima di definire la data dello spareggio”), non possiamo nascondervi che a noi questo scandalo non appare un semplice scandalo “comunicativo”, noi pensiamo che ci sia materiale anche per la Procura Federale poiché “l' accordo” raggiunto da Barletta e Martina Calcio e avallato dal CR Puglia, è cosa che va a ledere i diritti di tutte le altre partecipanti alla Coppa Nazionale di Eccellenza e del Salso o del Ciliverghe in particolare (le due altre semifinaliste), che in caso di vittoria della Coppa di Eccellenza e dello spareggio Campionato del Barletta, acquisirebbero partecipando alla finale della Coppa, il diritto di richiedere di partecipare alla Serie D (in pratica sarebbe la prima delle ripescate).

Da questo è molto, ma molto chiaro, che prima viene il Campionato e poi la Coppa; da diritto acquisito (Campionato) si passa ad un eventuale Diritto (Coppa).

Interverrà la Procura Federale?

Bhe questo non lo sappiamo, ma quel che è certo è che a Roma debbano mettere una pezza a questa situazione che ha creato il CR Puglia e quindi c'è solo un modo per farlo: far disputare la Finale di Coppa al termine dei Campionati e degli eventuali spareggi che decretano il Diritto di salire in Serie D, perché se si parla solo di campionati, allora siamo da capo, visto che il campionato in Puglia è già finito.

Come finirà?

La pezza va messa e sicuramente deve essere ben più grande del buco, perché ne va davvero del buon nome dei Dilettanti Italiani; e se il dopo Sibilia cominciasse senza che a Roma muovano paglia su una cosa così, bhe allora non ci sarebbero più parole, perché se ci dovessero essere 'ste parole, sappiamo bene di quali “dolci” stiamo parlando!

ARTICOLO PRECEDENTE

COPPA NAZIONALE ECCELLENZA, I PUGLIESI TENTANO DI FREGARE IL SALSO

ARTICOLO SPRINT E SPORT

Vito Tisci, quella leggerenza che getta discredito su tutti i Dilettanti

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 15/04/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,06526 secondi