Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Un grazie a Roberto Mancini per questo spettacolare Euro 2020

11 luglio 2021. Una data che passerà certamente alla storia, non solo perché l’Italia del calcio dopo oltre 50 anni di attesa si è cinta la testa con l’elmo di Scipio di Campione d’Europa, ma anche perché tutti gli italiani, anche quelli che di solito non vivono di pane e pallone, si sono improvvisamente destati. Destati dal torpore di questi ultimi lunghissimi mesi privi di forti emozioni, forti emozioni che il calcio d’estate all’improvviso ha saputo regalare loro. Per una notte, da Milano a Firenze passando per Roma e Catania, chiunque si è sentito Azzurro, uno dei 26 della rosa di Roberto Mancini, e pazienza se il giorno dopo ci si sarebbe dovuti alzare presto per ricominciare la settimana lavorativa. Poco importa perché domenica sera ci siamo sentiti tutti italiani, come poche volte nella storia, e orgogliosi di esserlo. Il pallone con noi fa davvero miracoli, ma anche Roberto Mancini fa miracoli, anzi ha fatto un miracolo: riportare la nostra Nazionale sul tetto d’Europa, dopo che c’era già stata nel lontano 1968 con Facchetti, Riva, Rivera e Mazzola, è un qualcosa di incredibile, considerando la situazione azzurra prima del suo arrivo.    

Dalle macerie al sogno conquistato

Dopo la parentesi Ventura, con tanto di mancata partecipazione a Russia 2018, l'appeal verso la nostra Nazionale era ai minimi termini; mai come più di 3 anni fa i tifosi si erano disaffezionati agli Azzurri. Nulla di strano, visto che non riuscire a qualificarsi a quel Mondiale è stato uno shock non indifferente. Poi per fortuna sulla panchina è arrivato Roberto Mancini, che, oltre ad aver rifondato l'Italia del pallone partendo dalle macerie, l'ha portata a infrangere record su record e a vincere Euro 2020! Questa impresa è stata possibile grazie al lavoro svolto sul campo e soprattutto fuori dal campo, attraverso un'attenta selezione dei calciatori che all’Europeo si sono dimostrati non ottimi protagonisti bensì eroi immortali. Le loro gesta, a suon di goal e prestazioni da urlo, hanno abbassato talmente tanto le quote Italia vincente europei da renderle per nulla appetibili agli scommettitori, e non era scontato, almeno non all'11 giugno. Se ci pensate, in pochi allora avrebbero puntato sugli Azzurri Campioni d’Europa, perché sulla carta c’erano squadre maggiormente attrezzate per la conquista del titolo come Belgio, Francia e Inghilterra. Proprio l’Inghilterra, stando ai pronostici, avrebbe dovuto superare l’Italia in finale sfruttando il fattore campo e la velocità di Sterling e Kane, e così non è stato. Così non è stato perché Mancini, ancora una volta in questo Europeo, dopo un primo tempo da dimenticare, è riuscito a correggere il tiro; stavolta fuori al minuto 54 gli impalpabili Barella e Immobile e dentro Cristante e Berardi e la musica è cambiata. Gli Azzurri sono rientrati in partita schiacciando i Tre Leoni nella loro metà campo. Poi com’è andata a finire lo sapete, lo sanno tutti, anche quegli italiani che di solito non vivono di pane e pallone ma che per una sera hanno fatto un’eccezione (e hanno fatto bene).

Alcuni protagonisti di quest’impresa

Se l’Italia è Campione d’Europa il merito non è solo di Mancini ma anche dei suoi ragazzi: in particolare di Donnarumma, Bonucci e Chiellini. L’ex portiere del Milan è stato decisivo non in una bensì in due lotterie dei calci di rigore, mentre i centrali della Juventus sono stati due insuperabili colonne d’Ercole. La Vecchia Signora domenica sera davanti al televisore si sarà fregata le mani vedendo quanto sono ancora forti e affidabili questi suoi non più giovanissimi difensori. E avrà fatto lo stesso con Chiesa, che da jolly da inserire a partita in corso è diventato un titolarissimo a Euro 2020. I suoi guizzi e i suoi goal sono stati decisivi per arrivare fino a Wembley e vincere l’Europeo. Ce ne sarebbero di protagonisti di questa pazzesca impresa da ringraziare, ma senza Mancini in panchina, che ha costruito una fuoriserie azzurra e ci ha creduto fino alla fine, non ce l’avremmo mai fatta.   



Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 11/08/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,07518 secondi