Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

BABY EMILIAGOL, IMMAGINI DI ORSA - BUSSETO 2015 - CAMPIONATO CSI

Una di quelle giornate che conciliano con il CALCIO - Complimenti alle due Società per l'educazione impartita a questi bambini che poi "purtroppo" diventeranno grandi. La riflessione su questo punto è d' obbligo!

 

ByManso – Un sabato pomeriggio diverso dagli altri il mio, visto che ho deciso di andare ad assistere alla Partita dei 2015 a7 Orsa – Busseto e quindi di mollare un Noceto – Alsenese di Promozione che si confaceva allo spirito dilettantistico di Emiliagol.

Una scelta però non dettata dal caso, sapete com'è, quando gioca il nipotino, non c'è partita di Promozione che tenga; e si, al cuore strapazzato e alla curiosità calcistica delle prime uscite del nipotino non si comanda!

La parte tecnica non è commentabile tanto più che non mi si addice, visto che nella mia prima esperienza (30 anni fa..sigh) di mister della Felegarese con bambini di sette anni, dopo quattro allenamenti e una partita restituii le chiavi dello spogliatoio dicendo al Presidente: “ Pres, scusami, ma non sono adatto, e poi non voglio rovinare calcisticamente nessun bambino”.

Bhe, ci avevo visto lungo, poiché uno di quei bambini (Ruffini) poi fece la carriera professionistica arrivando a giocare in Serie B, e appunto per questo, credo che proprio per averlo “abbandonato” debba tanto a me (rido).

Quello che mi ha sorpreso di questo tranquillo pomeriggio nel bellissimo scenario del San Benedetto, è stato l'ambiente calcistico che devo riconoscere, proprio non conoscevo.

Abituato alla Categoria e alle Giovanili (SGS), mai mi sarei aspettato di vedere tanta educazione dentro e fuori dal campo.

Il sentimento che prevaleva sul gol e sul risultato, era quello dell'amore verso lo sport di tutti i protagonisti in campo e quello dell'amore dei genitori verso i propri bambini.

Una riconciliazione con il Calcio, la mia, di grande spessore, perché la voglia di trascorrere altri pomeriggi come quello di sabato scorso è davvero tanta, e se penso ad insulti a risse e a tutte quelle situazioni spiacevoli (eufemismo) che fanno del Calcio dei grandi uno sport “sporco”, non solo mi sale la voglia di andar a vedere questi bambini che praticano Calcio PURO, ma mi vien voglia anche di aprire una sezione di Emiliagol dedicata proprio a questi bambini.

Certamente non sarà così che combatteremo il problema calcio e il problema genitori, ma comunque, credo che un buon esempio non possa che fare solo che bene.

Il messaggio riflessivo che mi viene spontaneo e che è rivolto a tutti voi è molto semplice: “ Questi genitori tra sette o otto anni saranno ancora così, o diventeranno come quelli che adesso frequentano gli spalti dei campionati Giovanissimi, Allievi e Juniores?”.

Se la risposta è quella che appunto si vede sugli spalti in questi campionati, a sema ruviné!

Detto il “ a sema ruviné”, voglio però sperare che l'educazione impartita dai genitori e dagli addetti ai lavori di ORSA e BUSSETO, rimanga nella testa di questi bambini e perciò è davvero bello poter pensare che tra i soliti sette o otto anni, questi bambini diventati adolescenti, memori di quanto stanno vivendo, si possano rivolgere ai propri genitori infervorati dal risultato, così: “ dai smettila che mi fai vergognare”!

Utopia? Se penso ad Orsa e Busseto, mi sa che non c'è utopia che tenga, l'importante è partecipare e ancor più importante è l'educazione.

Bravi ai bambini, bravi ai genitori e bravissimi ai dirigenti delle due società e un appassionato grazie per il magnifico pomeriggio.

Ci rivedremo... promesso!

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 08/11/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,06948 secondi