Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

CORREGGESE, IL PRES. LAZZARETTI NON VEDE L'ORA DI ANDARSENE

Con una lettera/denuncia, il Presidente della Correggese le dice tutte e soprattutto le dice chiare. CHAPEAU - Intanto Lazzaretti è stato l'unico a presentarsi alla manifestazione di interesse per il Carpi

LETTERA DEL PRESIDENTE CLAUDIO LAZZARETTI

"Dopo diversi giorni di silenzio credo sia arrivato il momento di dire il mio pensiero alla città di Correggio e a quelle persone che si identificavano volontari per il bene della Correggese.

Nella vita si fanno progetti, programmi, poi improvvisamente possono capitare opportunità che se capite possono essere la svolta calcistica per una crescita importante. Questo è quello che si poteva fare, purtroppo sulle disgrazie della vicina Carpi, a testimonianza di quanto è difficile fare calcio a certi livelli. Io avevo prospettato un progetto che non è stato condiviso è ampiamente criticato, rispetto il pensiero di tutti ma non accetto di essere trattato e giudicato come è stato fatto dai correggesi.

Io ho preso una società sull'orlo del fallimento, piena di debiti, dove il presidente alla sera vuotava la cassa del bar e credo di averla portata al massimo che si poteva raggiungere con la struttura attuale.

Oggi la squadra è regolarmente iscritta a un campionato di Serie D e l'iscrizione è confermata dalla federazione, quindi o con me o con altri la stagione è garantita.

Io non mi sento più a casa mia e quindi farò di tutto per togliere il disturbo il più presto possibile".

Grazie a tutti

ByManso - Intanto ecco che ha fatto a Carpi Lazzaretti

Il Carpi Calcio riparte da Claudio Lazzaretti. L’imprenditore carpigiano del marchio Texcart, patron della Correggese, è stato l’unico che alla scadenza delle 11,30 di questa mattina ha depositato la propria manifestazione d’interesse per il bando indetto dal Comune di Carpi per far ripartire il calcio carpigiano dalla Serie D, dopo la mancata iscrizione in Lega Pro.

Nessuna sorpresa dunque dalla prima dead line dell’iter previsto dall’articolo 52 comma 10 delle Noif e ora entro martedì 24 alle ore 12 il sindaco Alberto Bellelli, dopo aver esaminato la candidatura e il business plan di Lazzaretti, dovrà indicare alla Figc il nome della società a cui è stata affidata la ripartenza.

In queste ore Lazzaretti ha provveduto a creare una nuova società sportiva, che si dovrebbe chiamare Real Carpi o Atletico Carpi, con cui sarà iscritto in sovrannumero alla D pagando, sempre entro la scadenza del 24 agosto, i 300mila euro a fondo perduto alla Figc.

Il prossimo passo riguarderà l’uscita di scena dalla Correggese, confermata da una lettera inviata al portale “Solodilettanti” in cui dichiara di non sentirsi più a casa a Correggio e che farà di tutto per togliere il disturbo prima possibile. Lazzaretti nella lettera fa capire che la Correggese andrà comunque avanti e dunque potrebbe essere a una svolta anche la cessione, con il trasloco comunque del gruppo squadra nel nuovo Carpi che da qualche ora ha nuovamente un futuro assicurato in Serie D dopo un’estate drammatica.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 19/08/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,07137 secondi