Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

CRER, USCITI I CALENDARI DELL'ECCELLENZA E I PROTOCOLLI

Come anticipato, inizio il 18 aprile e conclusione il 6 giugno - Calendario Serie C1 Calcio a 5 - Calendario Calcio a 5 Femminile

Vai alla galleria

 

 

 

 

 

CAMPIONATO DI ECCELLENZA GIRONE UNICO

(solo andata e una promozione)

1 Giornata

18/04 Castelfranco - Colorno
18/04 Castenaso - Savignanese
18/04 Cittadella - Salsomaggiore
18/04 Formigine - Del Duca
18/04 Piccardo T. - Alfonsine
18/04 Riposa: Borgo S. D.

2 Giornata

25/04 Alfonsine - Borgo S. D.
25/04 Colorno - Castenaso
25/04 Del Duca - Cittadella
25/04 Salsomaggiore - Castelfranco
25/04 Savignanese - Piccardo T.
25/04 Riposa: Formigine

3 Giornata

02/05 Borgo S. D. - Savignanese
02/05 Castelfranco - Del Duca
02/05 Castenaso - Salsomaggiore
02/05 Cittadella - Formigine
02/05 Piccardo T. - Colorno
02/05 Riposa: Alfonsine

4 Giornata

05/05 Colorno - Borgo S. D.
05/05 Del Duca - Castenaso
05/05 Formigine - Castelfranco
05/05 Salsomaggiore - Piccardo T.
05/05 Savignanese - Alfonsine
05/05 Riposa: Cittadella

5 Giornata

09/05 Alfonsine - Colorno
09/05 Borgo S. D. - Salsomaggiore
09/05 Castelfranco - Cittadella
09/05 Castenaso - Formigine
09/05 Piccardo T. - Del Duca
09/05 Riposa: Savignanese

6 Giornata

16/05 Cittadella - Castenaso
16/05 Colorno - Savignanese
16/05 Del Duca - Borgo S. D.
16/05 Formigine - Piccardo T.
16/05 Salsomaggiore - Alfonsine
16/05 Riposa: Castelfranco

7 Giornata

23/05 Alfonsine - Del Duca
23/05 Borgo S. D. - Formigine
23/05 Castenaso - Castelfranco
23/05 Piccardo T. - Cittadella
23/05 Savignanese - Salsomaggiore
23/05 Riposa: Colorno

8 Giornata

26/05 Castelfranco - Piccardo T.
26/05 Cittadella - Borgo S. D.
26/05 Del Duca - Savignanese
26/05 Formigine - Alfonsine
26/05 Salsomaggiore - Colorno
26/05 Riposa: Castenaso

9 Giornata

30/05 Alfonsine - Cittadella
30/05 Borgo S. D. - Castelfranco
30/05 Colorno - Del Duca
30/05 Piccardo T. - Castenaso
30/05 Savignanese - Formigine
30/05 Riposa: Salsomaggiore

10 Giornata

02/06 Castelfranco - Alfonsine
02/06 Castenaso - Borgo S. D.
02/06 Cittadella - Savignanese
02/06 Del Duca - Salsomaggiore
02/06 Formigine - Colorno
02/06 Riposa: Piccardo T.

11 Giornata

06/06 Alfonsine - Castenaso
06/06 Borgo S. D. - Piccardo T.
06/06 Colorno - Cittadella
06/06 Salsomaggiore - Formigine
06/06 Savignanese - Castelfranco
06/06 Riposa: Del Duca

 

ART. 1 - PROMOZIONI E RETROCESSIONI

1. La squadra prima classificata al termine del campionato acquisisce il diritto alla promozione alla Categoria superiore; non sono previste retrocessioni nelle categorie inferiori.

ART. 2 - FORMAZIONE DELLE CLASSIFICHE

1. Per la formazione delle classifiche si applicano le seguenti disposizioni dell’art. 51 delle N.O.I.F.

2. La classifica è stabilita per punteggio, con attribuzione di tre punti per la gara vinta, di un punto per la gara pareggiata. Per la gara perduta non vengono attribuiti punti.

3. Al termine del Campionato, in caso di parità di punteggio tra due squadre, il titolo sportivo in competizione è assegnato mediante spareggio da effettuarsi sulla base di una unica gara in campo neutro, con eventuali tempi supplementari e calci di rigore con le modalità stabilite dalla regola 7 delle “Regole del Giuoco” e “Decisioni Ufficiali ". In caso di parità di punteggio fra tre o più squadre al termine del Campionato si procede preliminarmente alla compilazione di una graduatoria (c.d. "classifica avulsa") fra le squadre interessate tenendo conto nell'ordine:

  • dei punti conseguiti negli incontri diretti;

  • a parità di punti, della differenza tra le reti segnate e quelle subite negli stessi incontri;

  • della differenza fra reti segnate e subite negli incontri diretti fra le squadre interessate;

  • della differenza fra reti segnate e subite nell'intero Campionato;

  • del maggior numero di reti segnate nell'intero Campionato;

  • del sorteggio a cura del C.R.E.R.

Lo spareggio verrà effettuato tra le prime due squadre della “classifica avulsa”.

ART. 3 - OBBLIGO IMPIEGO DI GIOVANI IN BASE ALL’ETA’ (C.U. LND n. 1, § 1-A/2-b)

1. Le Società partecipanti al Campionato di Eccellenza 2020/2021 organizzato dal Comitato Regionale Emilia Romagna hanno l’obbligo di impiegare nell’attività ufficiale, sin dall’inizio della gara e per tutta la durata della stessa e, quindi anche nel caso di sostituzioni successive, calciatori giovani così distinti in relazione al numero e all’età:

  • 1 calciatore giovane nato dal 1° gennaio 2000 in poi

  • 1 calciatore giovane nato dal 1° gennaio 2001 in poi

  • 1 calciatore giovane nato dal 1° gennaio 2002 in poi

2. In relazione all’obbligo dell’impiego di calciatori giovani, secondo quanto stabilito nel comma precedente debbono eccettuarsi i casi di espulsione dal campo e, qualora siano già state effettuate le sostituzioni consentite, anche i casi di infortunio dei calciatori delle fasce di età interessate.

3. L’inosservanza delle predette disposizioni sarà punita con la sanzione della perdita della gara come previsto dal Codice di Giustizia Sportiva.

ART. 4 - ORARIO INIZIO DISPUTA DELLE GARE (C.U. LND n. 1, § 3/16)

1. Si dispone che gli orari ufficiali di inizio delle gare del Campionato di Eccellenza siano i seguenti:

  • Dal 18 aprile: ore 15.30;

  • dal 2 maggio: ore 16.30.

2. L’orario di gara ufficiale per la disputa dei turni infrasettimanali è fissato per le ore 16,30.

ART. 5 - VARIAZIONI CALENDARIO, ORARI UFFICIALI E CAMPI DI GIOCO

1. Il Comitato Regionale è l’unico soggetto competente a disporre il rinvio e qualunque altra variazione delle gare ufficiali. La chiusura degli impianti disposta unilateralmente dalle Amministrazioni comunali, dagli Enti gestori o dagli altri soggetti proprietari non determina il rinvio automatico delle gare in programma.

2. La mancata disputa delle gare in programma a causa della chiusura degli impianti, che non coincida con il rinvio autorizzato dal Comitato Regionale, comporta l’applicazione delle sanzioni previste dal Codice di Giustizia Sportiva.

3. Il Comitato Regionale può disporre d’ufficio o su richiesta delle Società che vi abbiano interesse, la variazione dell’ora di inizio di singole gare, nonché lo spostamento ad altra data delle stesse (anticipi o posticipi) o la variazione del campo di gioco.

4. Le richieste di variazioni delle gare dei Campionati (variazioni del calendario, degli orari ufficiali, dei campi di gioco, ecc.) sono soggette all’addebito di una “tassa di istruttoria”, a carico della Società richiedente, pari a € 20,00=, indipendentemente dal loro accoglimento.

5. Le richieste di variazione delle gare dei Campionati devono essere adeguatamente motivate e devono pervenire, al Comitato Regionale, di norma, almeno 3 (tre) giorni prima della data fissata per lo svolgimento della gara. La tassa di cui al precedente comma 4 può essere raddoppiata nel caso di richiesta non motivata o non adeguatamente motivata.

6. Il Comitato Regionale ha la facoltà di disporre accertamenti circa la veridicità delle situazioni denunciate dalle Società e, in caso di falsa comunicazione, segnala le Società, nonché i rispettivi Dirigenti responsabili, ai competenti organi della Giustizia Sportiva.

7. Le richieste di variazioni di orario delle singole gare, lo spostamento ad altra data delle stesse (anticipi e posticipi) devono essere corredate con l’assenso della Società avversaria interessata.

8. Ogni variazione delle gare del Campionato deve essere preventivamente autorizzata dal Comitato Regionale mediante ufficializzazione sul Comunicato Ufficiale, con apposita comunicazione o altri sistemi informativi ammessi nei casi urgenti (e-mail, servizio SMS, notizia sul sito internet ufficiale del Comitato, ecc.)

9. Nel caso di reiterati rinvii per il perdurare di situazioni di impraticabilità dei campi di gioco, il Comitato Regionale può disporre, con un preavviso di almeno 3 (tre) giorni, la disputa di singole gare in campi diversi da quello ufficiale, anche in deroga a quanto stabilito dal comma 2 dell’art. 19 delle NOIF. In tal caso le spese relative all’utilizzo dell’impianto, maggiorate di € 50,00 a titolo di spese di istruttoria, sono a totale carico della Società nel cui interesse viene disposta la variazione.

10. Il Comitato Regionale può, senza comunicazione alcuna, rigettare le domande presentate senza l’osservanza delle disposizioni contenute nel presente articolo.

ART. 6 – OBBLIGO DELLA CONTEMPORANEITA’

1. Nelle ultime due giornate del Campionato non sono ammessi anticipi o posticipi rispetto al calendario ufficiale delle gare aventi interessi di classifica in funzione della promozione diretta alla categoria superiore, rispetto al calendario ufficiale anche nel caso di recuperi. In dette giornate, per le gare sopra indicate, si applicano le disposizioni circa l’obbligo della contemporaneità, previste dal primo comma del § 3-17 del C.U. n. 1 della L.N.D.

ART. 7 - AMMENDE PER RINUNCIA DISPUTA GARE DI CAMPIONATO (C.U. LND n. 1, § 3/3)

1. In applicazione di quanto previsto dal comma 2 del § III/3 del C.U. LND n. 1, le ammende per rinuncia alla disputa di gare si applicano in misura doppia se la rinuncia si verifica quando manchino tre giornate o meno alla conclusione del Campionato.

ART. 8 – INTERRUZIONI DISPOSTE PER DISSETARSI (C.U. LND n. 1, § 25)

1. Nelle giornate con temperatura esterna intorno ai 30° è consentito per i calciatori una breve pausa (che non deve superare un minuto) per dissetarsi a metà dei due periodi di gioco.

2. Il break non è ammesso per impartire istruzioni da parte degli allenatori.

ART. 9 – GARE DA DISPUTARE IN ASSENZA DI PUBBLICO

1. Le gare ufficiali del Campionato dovranno essere disputate in assenza di pubblico.

ART. 10 – PROTOCOLLO SANITARIO

1. Alla Competizione verrà applicato il protocollo sanitario attualmente vigente per i Campionati Nazionali della LND e le Competizioni Giovanili Nazionali organizzate dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC.

ART. 11 – GARE IN CAMPO NEUTRO

1. Nel caso di gare disputate in campo neutro la Società prima nominata svolgerà la funzione di ospitante.

2. In caso di gare disputate in campo neutro la Società prima nominata svolgerà la funzione di ospitante anche per il rispetto del protocollo sanitario.

PROTOCOLLI CAMPIONATO ECCELLENZA

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 24/03/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,08852 secondi