Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

EMORE MANFREDI VOLEVA SPUT...NARE P. BRAIATI, MA FINISCE SPUT...NATO

La bruttissima “azione” che il Candidato alla Presidenza del CRER ha cercato di fare nei confronti di Paolo Braiati coinvolgendo Emiliagol, non ha eguali nella storia del sito parmigiano e per di più, lo stesso Paolo Braiati potrebbe deferirlo alla Corte Federale della FIGC.

 

ByManso – Tra le tante amenità a cui stiamo assistendo e che violentano la regolarità di questa campagna elettorale, una ci riguarda molto ma molto da vicino e coinvolge, appunto Emiliagol, il Presidente del CRER Paolo Braiati e il Delegato del Presidente di Reggio Emilia Emore Manfredi.

Sedetevi per terra e fate in modo di non avere spigoli vicini a voi, poiché noi non vogliamo balle se svenite e sbattete la testa.

Dunque, siamo a giovedì in tarda serata e improvvisamente squilla il cellulare. Dall'altra parte del “filo”, c'è Emore Manfredi che dopo alcuni convenevoli racconta che dalla FIGC di Ferrara stanno mandando una mail contenete i moduli (ben 26) alle società della provincia, per la raccolta delle firme (120) a nome di Paolo Braiati; moduli da restituire timbrati e firmati dai presidenti delle società, che come ben sappiamo sono indispensabili ai candidati per presentarsi alle elezioni.

In pratica Emore Manfredi, denuncia quella che lui ritiene una bella e buona irregolarità a Emiliagol, invece che farlo, come sarebbe suo obbligo, con una segnalazione alla Procura Federale della FIGC.

Nulla di che? Bhe no, il fatto è già di per se molto grave, ma se è possibile, Emore Manfredi lo fa diventare ancor più grave perché lo accompagna con queste parole:

Intanto con questo lo sputtano tramite te”; e aggiunge: “come vedi sono un tuo amico e ti passo queste informazioni”.

Colui da sputtanare, logicamente è Paolo Braiati, la stessa persona cioè, che lo ha seduto sullo scranno della Delegazione di Reggio Emilia; se non lo sapeste, vi informo che i delegati di comitati provinciali sono denominati ufficialmente dalla FIGC “Delegati del Presidente” perché son messi lì proprio dal Presidente Regionale, che li nomina personalmente.

Insomma uno scoop fornito su un piatto d'argento a Emiliagol, che poche testate si sarebbero lasciate sfuggire, se non fosse stato, che poi, conclusa la telefonata, è arrivata a ruota la mail che doveva rappresentare la prova delle gravi irregolarità del Presidente del CRER e che Emiliagol aveva logicamente richiesto a Emore Manfredi.

Arrivata la mail dall' indirizzo di posta elettronica di Emore Manfredi, ci siamo subito accorti che c'era qualche cosa che non funzionava, poiché non era un inoltro della Mail originale, ma era un documento in word che conteneva il testo ma non i 26 moduli per la raccolta delle candidature e che si supponeva fossero senza il nome dei candidati (fatto gravissimo).

Un documento in word, non è una mail inoltrata, ma è un documento che tutti possono costruire senza problemi e quindi, dopo aver comunque lavorato tutta la notte all'articolo in perfetto stile ByManso, abbiamo pensato che tra il non funzionare e il sospetto, non potevamo fidarci a occhi chiusi di un documento non documentato come Dio comanda; e questo lo abbiam pensato nonostante il documento provenisse da una fonte così autorevole come il Delegato di Reggio.

Nela mattina di venerdì, tanto per non farci mancare nulla, abbiamo voluto controllare e dopo innumerevoli fatiche, ci siamo resi conto che quella mail era si vera, ma che conteneva solo una piccola irregolarità che non poteva essere imputata a Paolo Braiati, tanto più, che nei moduli erano presenti i nomi dei Candidati. 

Come potete vedere qui sotto, l'invio della lettera è avvenuto dall' indirizzo della FIGC di Ferrara e questo, è vietato dal regolamento elettorale, poiché se non si possono usare ne gli uffici ne il personale, tanto meno si possono usare mail, telefoni ecc. ecc. in uso ai Comitati.

La mail del Comitato di Ferrara


Da: info@figcferrara.it

Data: 17/12/20 20:16 (GMT+01:00)

A: **@alice.it, ***@gmail.com, ***@libero.it, info@**.com, ***@**.com, info@**.com, ****@libero.it, ***@alice.it, ***@libero.it, ***@libero.it, ***@libero.it, <segreteria@**.com>, ***@gmail.com, ***@hotmail.com, info@***.com, *****@gmail.com>

Oggetto: FIGC LND Modulistica elezioni presidente Braiati

Att.ne.delle società

I 25 moduli allegati devono essere compilati con la seguente modalità:

Primo riquadro = Denominazione esatta della società

Secondo Riquadro = Nome e cognome del Presidente

Terzo riquadro = Timbro della società e firma del Presidente


Tutti i 26 moduli devono essere inviati nel più breve tempo possibile ( due o tre giorni ) tramite posta PEC al seguente indirizzo: paolo.braiati@**.it

Mantenere in archivio cartaceo gli originali compilati dei moduli sopradescritti

Per qualsiasi dubbio telefonare al 34*.***

Grazie come sempre x la collaborazione.

Cordiali saluti.

Giovanni Aretusi


Che la mail in questione fosse un tantino “saporita” non vi è dubbio, e basta incarnarne i toni per accorgersi che sono forse un po' troppo perentori (il "devono" in neretto è bellissimo); ma comunque, dimostrare che le due parti, Delegato di Ferrara e Società coinvolte nella richiesta di invio dei moduli, non fossero d'accordo, non toccava certamente a Emiliagol.

Se son permesse le pec (invio e ricezione), prima di avere i moduli firmati e timbrati, bisogna anche inviarli; e da questo dura legge dell'ovvietà, noi non siam scappati!

Ma allora? Bhe, nulla di che da parte di Paolo Braiati e del suo fido Delegato di Ferrara che non solo ha commesso l'”errore” di inviare la mail con la targa (indirizzo di partenza) del suo ufficio, ma ha commesso un errore ancor più grave se guardiamo la questione dalla parte di Braiati.

E si, il secondo errore ha invalidato tutti i 26 moduli firmati e timbrati, poiché se è vero che il regolamento dice che le mail devono partire dalla Pec delle società, è altrettanto vero che lo stesso regolamento dice che le pec delle società devono arrivare alla pec del Candidato Presidente e scusate se poco, il Delegato di Ferrara ha inserito nella lettera la mail normale di Paolo Braiati.

Ci sarebbe da ridere se non fosse che tutto quanto successo ci dimostra che non è che poi questi Delegati del Presidente siano il massimo dell' efficienza.

Uno sbaglia clamorosamente tutto quello che c'è da sbagliare per l'invio dei moduli via pec e l'altro, da Dirigente della FIGC, cerca di usare, con una “soffiata”, un Blog che nei suoi piani doveva “sputtanare” un altro Dirigente della FIGC. Un Dirigente a cui Emore Manfredi vuole soffiare il posto da Presidente del CRER e che per di più è anche il suo capo.

Ci sta che gli vuoi soffiare il posto e però, se ti presenti come candidato alla presidenza, lo devi fare secondo le regole imposte dal regolamento e non tramite i mezzucci inqualificabili che abbiamo sopra descritto.

Se cerchi di fare un “bocchino” ad Emiliagol, devi poi essere sicuro che ti riesca, perché se per caso non ti riesce, poi ne paghi le conseguenze proprio come ne sta pagando le conseguenze Emore Manfredi in questo articolo e come ha fatto quando ha mentito negando di voler fare il Presidente e negando di aver offerto la Vice Presidenza a Nicola Rossi. Smentisce un fatto certo raccontato da Emiliagol (Nicola Rossi lo può testimoniare) e poi dopo un mese, caso più unico che strano, si auto smentisce e si candida a Presidente senza nemmeno giustificare la smentire della sua smentita! Un impressionante becco di ferro!

Emiliagol, se avesse beccato al “bocchino” architettato dal Delegato di reggio, avrebbe corso il pericolo di essere denunciata da paolo Braiati e forse, avrebbe perso anche la causa se non fosse riuscita a dimostrare che quella mail del delegato di Ferrara non era stata concordata con le società a cui era indirizzata.

Per concludere, non si può non domandarsi come, un Dirigente della FIGC che ambisce a diventare Presidente Regionale, possa infischiarsene sia del regolamento che delle persone a cui vuol far del male.

Di Paolo Braiati Emiliagol ne ha messo in mostra tutte le mancanze gestionali dell'era Covid , ma nessuno potrà mai dirci che non abbiamo rispettato l'uomo.

Di Emore Manfredi, purtroppo per lui, dobbiamo proprio dire che è la delusione più grande di queste elezioni e visto che del suo operato a Reggio ne sappiamo poco, dobbiamo e vogliamo dire che ci ha deluso soprattutto come persona.

Emiliagol Bymanso, è impossibile che tutto questo lo si potesse mandare giù come se fosse la cosa più semplice del mondo; Quello che combattiamo da sempre, è ben rappresentato in questo articolo perché per noi il movimento viene, sempre e comunque, prima delle persone, che come ben sappiamo, passano, mentre il movimento resta. Poi se intanto che resta, noi e voi, lo manteniamo anche il più pulito possibile è sicuro che chi verrà ne trarrà grandi benefici.

Paolo Braiati, a cui venerdì scorso abbiamo anticipato le parole di Emore Manfredi, ora non può più esimersi dal passare questo articolo/denuncia alla Procura Federale della FIGC. E no,non può!

Ma se non lo facesse, da vittima passerebbe immediatamente, almeno per quanto riguarda Emiliagol, complice! Complice di qualcuno che, dispiace dirlo, non può meritare il nostro movimento!

Emore Manfredi, di sua sponte, si è offerto per essere la vittima sacrificale di questo misero sito, e certamente non è colpa nostra, se ogni volta che abbiamo avuto a che fare con lui le sue dichiarazioni sono state smentite dalla verità . L' articolo sugli “ammutinati del CRER” è li a far storia e ora, la sua storia si arricchisce con anche il tentativo di “sputtanata a Paolo Braiati”. 

Ma scusa Emore, dopo la sputtanata che volevi dare a Paolo Braiati e che invece hai ricevuto da Emiliagol, ritirarti ora e adesso, no?

Dai fa un sforz!!!

Ps: logicamente Emiliagol è pronta a testimoniare con prove alla mano, quello che afferma e come sempre, diffida e sfida fin da ora, chiunque abbia la spregiudicatezza di girarla in son “tutte balle”. Uomo e uomini avvertiti, mezzi salvati! To su e porta a ca'.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 22/12/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,06363 secondi