Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

CRER, LE TRE PROPOSTE PER LA RIPRESA DI ALLIEVI E GIOVANISSIMI

ByManso: Specifichiamo bene che questo "piano" di ripartenza rimane legato all' andamento della pandemia, che come ben si sa, è da marzo che cancella tutti i "calendari" del CRER. Da ciò, cari miei prendete con le molle queste "proposte", poichè è il mestiere del CRER quello di organizzare i campionati e quindi di volerli concludere. Ripeto, calmi e gesso, tanto è il governo con il CTS che detta la linea e per fortuna non sono certamente i "criteri" del CRER che decidono come e quando si giocherà.

ALLIEVI E GIOVANISSIMI: CONCLUDERE I CAMPIONATI

DALLA PAGINA FACEBOOK DEL CRER - Altro successo di partecipazione per le videoconferenze che il Comitato Regionale dell'Emilia Romagna sta tenendo in questo periodo, a conferma del costante lavoro a favore del movimento e del rapporto solido e proficuo con le Società.
Nell'ultima tornata di appuntamenti, tenutasi durante la settimana, i vertici del CRER, assieme ai nove Delegati Provinciali, hanno incontrato online i dirigenti dei Club delle squadre Allievi e Giovanissimi iscritti ai campionati Elite, Interprovinciali e Allievi fascia A e B.
Analizzati, come era accaduto negli incontri con le Società dei Dilettanti, i possibili scenari legati alla ripartenza dell'attività, chiaramente legata agli sviluppi della pandemia.
Per la categoria Elite sono state formulate tre proposte. La prima, che prevede la ripresa alla fine di gennaio, comporterebbe la disputa di due turni infrasettimanali per concludere il campionato entro l'ultimo weekend di giugno. La seconda, incentrata sulla possibilità di ricominciare a giocare a metà febbraio, necessiterebbe di tre turni infrasettimanali per condurre in porto la stagione, mentre nella terza ipotesi, basata sulla ripartenza a fine febbraio, gli infrasettimanali diventerebbero cinque.
Diverso il discorso per i campionati provinciali. Se le nove Delegazioni dell'Emilia Romagna riusciranno a finire l'attività entro Pasqua, la fase regionale attualmente prevista inizierà regolarmente dopo la festività, con un solo infrasettimanale fino alla fine di giugno.
Nel caso in cui, invece, sempre a causa della pandemia o di fattori indipendenti dalla volontà del CRER, la fase autunnale dei due campionati non fosse ancora terminata entro Pasqua, sarebbe ancora possibile finire la stagione, facendo partire la fase regionale dopo il 25 aprile, con due o tre turni infrasettimanali da osservare entro il 30 giugno.
L'extrema ratio riguarda, anche qui, il terzo scenario, ovvero quello in cui i tempi dovessero allungarsi ulteriormente. In questo caso si potrebbero utilizzare le date a disposizione per terminare l'attività provinciale e poi, una volta stabilite le nove vincitrici provinciali, individuare le cinque squadre che l'anno successivo dovrebbero partecipare ai campionati Elite.
Ancora differente è la situazione dei tornei interprovinciali. Se riusciranno a riprendere alla fine di gennaio, non ci saranno problemi per il loro normale decorso. Se invece la ripartenza sarà procrastinata, si potranno eventualmente ristrutturare i gironi, in modo da archiviare la stagione entro la fine di giugno.
L'obiettivo unanimemente condiviso è infatti quello di riuscire a concludere i diversi campionati.
Si è registrata infine una apertura all'organizzazione dei tornei, da sempre importante fonte di sostentamento per le Società. Se la FIGC comunicherà la possibilità di giocarli, il CRER si impegnerà ad individuare apposite finestre temporali in cui disputarli.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 27/11/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,07362 secondi