Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

PARMA, LE SOCIETA' DI TERZA SCRIVONO ALLLA FIGC PER LO STOP

Un paio di soluzioni offerte alla FIGC per cercare di non correre i rischi (quarantena) che provoca il contagio in un momento come questo (Parma)

Parma, 6 ottobre 2020

 

FIGC – LND    Delegazione      Provinciale      di     Parma

A mezzo e-mail:  presidenza@figcparma.it

Egregio

Sig. Romano Martini Presidente FIGC – LND Delegazione      Provinciale     di Parma

Oggetto: richiesta rinvio dell’inizio del Campionato di Terza Categoria – Girone di Parma.

I sottoscritti, Vanni Villa (Presidente INTER CLUB PARMA), Giancarlo Froldi (Presidente TORRILE SAN POLO), Giancarlo Venturini (Presidente TEAM CORCAGNANO), Aurelio Dondi (Presidente FULGOR SAN SECONDO), Roberto Bottarelli (Presidente ERI 96), Luigi Pinello (Presidente TEAM CROCIATI PARMA), Mario Usberti (Presidente JUNIOR PALLAVICINO), Marco Anelli (Presidente FELEGARESE 1951), con riferimento all’imminente avvio del Campionato di Terza Categoria previsto per domenica 11/10/2020, desiderano sottoporre all’attenzione del Presidente Provinciale FIGC, Sig. Romano Martini, la seguente proposta avente ad oggetto il rinvio dell’inizio del campionato stesso.

PREMESSO CHE

1)  Come noto a tutti, la situazione attuale dei contagi da Covid-19 è in costante aumento, anche a livello provinciale, ed è imminente l’emanazione di un nuovo DPCM che conterrà nuove misure restrittive che il Governo sta per adottare per arginare la diffusione del contagio;

2)  La riapertura delle scuole, come confermato anche dalla Gazzetta di Parma di oggi, attesta che il contagio si sta velocemente diffondendo non solo negli istituti scolastici ma, di conseguenza, tra giovani atleti e relative famiglie;

3) Per quanto ad oggi noto, già due società di Terza Categoria hanno affrontato o stanno affrontando i primi casi accertati di positività (Cus Parma nelle scorse settimane per quanto riguarda la squadra di Terza Categoria mentre l’Inter Club Parma, nei giorni scorsi, per quanto riguarda un ragazzo dell’annata 2007), ma anche squadre di altre categorie sempre della Provincia si trovano nella medesima situazione (dalla Gazzetta di Parma di oggi si apprende della rapida diffusione del contagio anche per Piccardo Savorè, Tonnotto San Secondo e Cervo);

4)  La situazione, quindi, del contagio è molto diversa rispetto a quella del 16/9/2020, data in cui questa Delegazione ha deciso di comunicare la data indicativa del 11/10/2020 per l’avvio del campionato di Terza Categoria, decisione poi confermata alla riunione del 25/9/2020 presso la FIGC di Parma;

5)  La valenza sociale, sportiva ed agonistica del Campionato di Terza Categoria non è neanche lontanamente paragonabile a quella dei campionati giovanili dilettanti, e non si capisce quale sia l’urgenza di dover iniziare ora in una situazione generale di pandemia tutt’altro che sotto controllo, tenuto conto, peraltro, che il Campionato di Terza Categoria non prevede fasi successive regionali e che può, quindi, essere disputato anche con una decorrenza successiva al 11/10/2020 senza alcun ostacolo (se non purtroppo questo maledetto virus…);

6) La tutela della salute e dell’incolumità dei giocatori deve venire prima di tutto ed, in particolare, della competitività e dell’agonismo sportivo, soprattutto, lo si ribadisce, in categorie come la Terza che, lo si ricorda, è in gran parte formata da lavoratori dipendenti o autonomi i quali, dando avvio ora al campionato, non farebbero altro che esporre loro stessi e le proprie famiglie ad un ulteriore rischio di contagio che già tutti noi quotidianamente corriamo anche solo uscendo di casa;

7)  Il differimento dell’avvio del Campionato di Terza consentirebbe di monitorare il contagio nelle prossime settimane (il mese di ottobre è infatti storicamente il mese in cui inizia la diffusione dell’influenza stagionale, influenza che mai come quest’anno rischia però di essere associata al COVID-19 con tutte le ovvie conseguenze del caso) e di evitare quindi di iniziare un campionato per poi doversi fermare tra poco (considerando che è altamente probabile che nei vari gruppi squadra prima o poi un contatto con qualche soggetto positivo ci sia).

Tutto ciò premesso, le sottoscritte Società

CHIEDONO

alla Delegazione Provinciale della FIGC di PARMA, autorizzando fin d’ora l’invio della presente anche al CRER di Bologna per quanto di competenza:

1)  In via principale, di differire l’avvio del Campionato di Terza Categoria a fine gennaio 2021, con un girone unico di sola andata, oppure con girone di andata e ritorno fino a fine giugno

2021, con eventuali turni infrasettimanali a partire dal fine aprile, il tutto mantenendo le attuali scadenze delle rate di pagamento dei diritti di iscrizione al Campionato, per come già previsti dalla FIGC;

2)  In  via  subordinata,  di  differire  l’avvio  del  Campionato  di  Terza  Categoria  almeno  al

8/11/2020, sempre mantenendo le attuali scadenze delle rate di pagamento dei diritti di iscrizione al Campionato per come già previsti dalla FIGC.

Fiduciosi nell’accoglimento di una delle due nostre proposte sopra formulate, restiamo in attesa di un

Vs. urgente riscontro entro venerdì 9/10/2020.

Cordiali saluti.

Vanni Villa (Presidente INTER CLUB PARMA) Giancarlo Froldi (Presidente TORRILE SAN POLO) Giancarlo Venturini (Presidente TEAM CORCAGNANO) Aurelio Dondi (Presidente FULGOR SAN SECONDO) Roberto Bottarelli (Presidente ERI 96)

Luigi Pinello (Presidente TEAM CROCIATI PARMA) Mario Usberti (Presidente JUNIOR PALLAVICINO) Marco Anelli  (Presidente FELEGARESE 1951)

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 06/10/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,06391 secondi