Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

ROMANO MARTINI, SUCCEDE SOLO A PARMA? E SI, PERCHE' CI SEI TU!

Il Delegato della FIGC di Parma in una intervista alla Gazzetta di Parma si chiede il perchè solo nella sua Delegazione si vuole posticipare l'inizio del Campionato e Emiliagol "nudamente e crudamente" gli risponde!

Vai alla galleria

 

CALCIODUCALE - CalcioDucaleByManso - A Martini che non si capacita del fatto che solo a Parma tra le 1800 Società della regione (informatelo che sono poco più di 600) si vuole far slittare l'inizio del Campionato, han già risposto in molti, ma nessuno lo ha fatto con le parole nude e crude, che a volte ci vogliono per inquadrare bene certe situazioni e allora ci pensiamo noi a rispondergli con appunto parole nude e crude:

PERCHE' A PARMA C'E' ROMANO MARTINI”!

Non c'è verso, quando una autorità si impegna a parole e ci mette la faccia, poi, se alla fine dell'opera quella faccia se l'è mangiata, rimane che si è mangiato la faccia. Punto!

Romano Martini Delegato della FIGC di Parma, è stato l'unico Delegato provinciale della regione a indire una seconda riunione dopo quella tenutasi sempre a Parma alla presenza del Presidente Regionale Paolo Braiati, che come sempre ad inizio stagione ha girato tutte le province.

E si, l'unico Delegato a promettere “discuteremo più avanti con una nuova riunione l'inizio del Campionato, io sono Romano Martini”.

Bene, “Romano Martini” alla riunione di venerdì scorso, ripeto, unica in tutta la regione, ha così esordito: “siamo qui per parlare della Coppa, ma non dell'inizio del Campionato che ho fissato per l' 11 di Ottobre, io sono Romano Martini”.

Anche Massimiliano Rolandi Presidente del Valgotra nell'intervista che ha rilasciato agli amici dell' Indipendente Sportivo ha risposto alla domanda del suo delegato : “ Se a Parma dici che ne discuteremo e poi non lo fai, Parma non ci sta“.

E forse non ci sarebbero stati neanche in altre province a farsi prendere in giro, aggiungiamo noi!

Da ciò se ne deduce che se Romano Martini fosse stato uomo di parola, tutto questo forse non avrebbe nessun seguito e ora le cose sarebbero su un altro piano.

Il piano di adesso? Bhe è chiarissimo, c'è la stragrande maggioranza delle Società amministrate da Romano Martini contro Romano Martini!

Davvero un gran bel risultato per un Delegato che si è insediato sulla poltrona da poco più di un anno per miseri 180 euro al mese (più le spese).

Non era mai successa una cosa del genere nella lunga storia della FIGC di Parma, e se ora è successa, qualcuno al CRER si dovrebbe porre delle domande!

Hanno sbagliato cavallo? Bhe a guardare le firme della lettera, non c'è che una risposta: “si hanno sbagliato cavallo”.

Tanto più l' hanno sbagliato 'sto cavallo, se pensiamo che a gennaio si eleggerà il Presidente Regionale.

Sommando le società di Prima, che a suo tempo anche loro avevano inviato una lettera al CRER e le Società di Seconda e Terza, ci sembra che il risultato che si profila in quel di Parma, non sia dei più esaltanti per chi, come Paolo Braiati è venuto in assemblea a chiedere di essere rieletto.

Le dimissioni di Romano Martini a questo punto farebbero davvero comodo, sia al CRER che alle società di Seconda e Terza di Parma e siam sicuri che sarebbero la panacea di tutti i mali e forse, davvero potrebbero sistemare le cose. Ma lui è “Romano Martini”, quindi non aspettatevi le dimissioni, anzi dirà a Bologna che non ci sono problemi a Parma.

Ve lo immaginate Romano Martini che chiede i voti per Paolo Braiati alle sue Società?

“ VOTATE BRAIATI PERCHE' VE LO CHIEDO IO, ROMANO MARTINI”.

Immaginiamo la risposta nel segreto dell'urna dei Presidenti parmigiani: “Non voto Braiati perchè io non sono come Romano Martini”!

Uno spettacolo che non ci perderemmo neanche per tutto l'oro del mondo!

Bhe, magari per tutto l'oro del mondo e anche per un po' meno, potremmo buttarci malati e quindi perderci lo spettacolo; certamente però, non lo perderemmo per miseri 180 euro al mese!

Ps: se voi che venite da lontano, vi chiedete il perché di quell'insistito “io sono Romano Martini”, bhe il Delegato di Parma ogni tre per due, lo ripete nelle riunioni per dire che lui è diverso da tutti gli altri... e si, si è visto, che lui è diverso da tutti gli altri: i danni che ha fatto, son lì a testimoniarlo!

 

 

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 02/10/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,06530 secondi