Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     DIRETTA

MONTECCHIO, SIAMO PRONTI A RIPARTIRE, MA I PROBLEMI CI SONO

I temi toccati nell'intervista al DS Ivan Galaverna affrontano, oltre ai tempi di inizio, anche il Format: “Cinque retrocessioni con 14 partecipanti sono davvero tante: così facendo, alle squadre ripescate sembra venga concesso un contentino prima di un loro possibile ritorno in categoria inferiore.

Il nuovo diesse giallorosso ha dei dubbi sulla ripresa dei campionati. Rinnovati i quadri tecnici di prima squadra e Under 19

Ivan Galaverna: “Il Montecchio è pronto a ripartire, ma…”

Lunedì 31 agosto la squadra di Promozione, guidata da Simone Siligardi, ha iniziato la preparazione, così come la Juniores affidata a Luca Belletti. Ecco i membri del nuovo staff

“Temo che non si parta, almeno in tempi brevi, anche se la speranza di tutti è quella di scendere in campo il prima possibile”. E’ questa l’opinione di Ivan Galaverna, neo direttore sportivo del Montecchio, che manifesta il proprio scetticismo sulla partenza della stagione 2020-2021. “Noi siamo pronti, ma non credo sarà così semplice rimettere in piedi l’intero movimento - Oggi (lunedì ndr) abbiamo iniziato a lavorare con la prima squadra, nel rispetto dei protocolli sanitari in vigore e siamo partiti con l’entusiasmo di chi deve e può fare una stagione ambiziosa dal punto di vista sportivo. Anche la Juniores ha iniziato a lavorare sul campo oggi”.

Avete cambiato lo staff tecnico della prima squadra e quello dell’Under 18. Cosa vi aspettate dalla nuova stagione?

“Sono state rivoluzionate sia la Promozione che la Juniores e quindi, Covid permettendo, per noi questo è un po’ l’anno zero. Abbiamo ingaggiato tecnici competenti e capaci, come Simone Siligardi, che sarà coadiuvato dal suo vice Francesco Montecchi, ai quali sono state affiancate altre figure che rendono competitivo e ancor più professionale il nostro staff, come il team manager Davide Bertolini, il preparatore dei portieri di prima squadra e Juniores Andrea Ferrari e il preparatore atletico e match analysis Luca Padula. Anche lo staff tecnico della Juniores è completamente rinnovato, con Carmelo Dinisi nel ruolo di direttore sportivo, mister Luca Belletti in panchina, che sarà coadiuvato da Maicol Ferrari. Io stesso, per il Montecchio, sono una novità nel ruolo di direttore sportivo della prima squadra. Crediamo di aver costruito una squadra, a mio avviso, di qualità per la categoria. Il reparto giovani è strutturato molto bene: avevamo già ragazzi importanti che sono stati confermati, quindi siamo partiti da questo gruppo con grande fiducia”.

In tutta franchezza, secondo lei i campionati ricominceranno realmente in ottobre?

“Credo si farà di tutto per partire, ma gli organi competenti dovranno ragionare giorno per giorno. La mia speranza è questa: se dovessimo partire mi auguro si possa arrivare a concludere la stagione; sarebbe infatti mortificante per tutti, soprattutto per le società che stanno spendendo soldi e impiegando risorse umane e logistiche per consentire la ripartenza dell’attività nel rispetto delle regole. Il doverci interrompere sarebbe davvero pesate da sopportare per tutto il mondo dilettantistico”.

Crede che il ridurre il numero delle squadre, introducendo tra l’altro cinque retrocessioni finalizzate a riformulare le categorie l’anno prossimo, tornando agli antichi numeri, sia una soluzione interessante?

“Cinque retrocessioni con 14 partecipanti sono davvero tante: così facendo, alle squadre ripescate sembra venga concesso un contentino prima di un loro possibile ritorno in categoria inferiore. Il fatto è che se l’anno prossimo, Covid permettendo, la Federazione deciderà di tornare a 16 o 18 squadre, i conti dovranno tornare. E’ complicato dire se ci sarebbero state altre soluzioni. Per ora le regole sono queste, quindi ce le faremo andar bene, nella speranza di ripartire”.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 01/09/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,08260 secondi