Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     DIRETTA

FINALE COPPA ECCELLENZA, OGGI CASTELFRANCO - SANT' AGOSTINO

Coppa Italia di Eccellenza: oggi la finale Virtus Castelfranco – Sant'Agostino

Si gioca alle ore 15 sul campo in sintetico dello Stadio Venturelli di Castelvetro. Castelfranco al completo e deciso a "vendicare" la sconfitta dell'anno scorso in finale con la Bagnolese, Sant'Agostino con due assenze e due dubbi

E' tutto pronto per la finale di Coppa Italia di Eccellenza che si disputa oggi, alle ore 15 nella splendida cornice dello Stadio Venturelli di Castelvetro (Modena), già teatro della finale della scorsa edizione della competizione. Sul campo in sintetico dell'impianto si affronteranno la Virtus Castelfranco e il Sant'Agostino.

Modenesi al completo e decisi a "vendicare" la sconfitta nella finale dell'anno scorso con la Bagnolese, che proprio a Castelvetro si impose per 2-1. La Virtus è approdata alla finale dopo avere battuto Cittadella (3-0) e Sanmichelese (3-1) nel primo girone di qualificazione, essersi imposta per 4-3 a San Felice e avere pareggiato (1-1) con la Rubierese nel girone successivo, e avere eliminato in semifinale la Piccardo Traversetolo in virtù dell'1-1 casalingo e del successo esterno per 2-0.

Ottimista l'allenatore Vincenzo Conte: "Arrivamo carichi alla partita. Dopo il ko in finale nella scorsa edizione della Coppa Italia di Eccellenza, quest'anno vorremmo vincerla. I ragazzi, fin qui sempre bravi e precisi, se lo meritano. La chiave della partita sarà partire bene. Noi dovremo essere più cinici davanti alla porta avversaria. Chi troverà il vantaggio per primo avrà la possibilità di gestire il risultato". Sogna in grande il direttore generale Gianluigi Rebuttini: "Per noi vincere la Coppa significherebbe anche ottenere la possibilità di entrare in Serie D dalla porta di servizio. Riuscendo a superare un paio di turni nella fase nazionale della competizione, è probabile ottenere il ripescaggio". La Virtus Castelfranco si presenterà all'appuntamento consapevole della sua forza. "Siamo una squadra molto giovane, "operaia", con giocatori validi e alcuni elementi di riferimento come il portiere Gibertini, una bandiera della squadra. In campionato abbiamo perso qualche punto nelle ultime gare scivolando al quinto posto a -6 dalla vetta, ma restando con i piedi per terra cercheremo di tornare in quella Serie D in cui abbiamo giocato per quattordici anni".

Qualche problema di infermeria per il Sant'Agostino. Sicuramente assenti il centrocampista Cristiano Soverini per un trauma distorsivo alla caviglia destra subito nella penultima gara di campionato con il Classe, e l'attaccante Thomas Govoni, ai box da un mese per la frattura di un dito della mano. In dubbio il difensore centrale Luca Tonazzi (contusione durante la partita a Riccione) e l'esterno destro Giacomo Vinci (pubalgia).

"In estate abbiamo allestito una rosa comunque competitiva – dichiara il direttore sportivo del Sant'Agostino Simone Casotti – in tutti i settori del campo. Il portiere Marco Costantino è tra i migliori della categoria, i difensori centrali Giacomo Pallara e Luca Tonazzi sono con noi da tanti anni, a centrocampo Enrico Iazzetta sta dettando perfettamente i ritmi come regista e davanti possiamo contare sull'apporto di elementi come Jacopo Pagani e Filippo Fiorini, arrivato a dicembre da Castenaso. Non dimentichiamo i giovani Enrico Raspadori e Nicola Berto, due 1997 che stanno disputando una stagione importante. Arriviamo alla finale di Coppa in salute e molto motivati a conquistare il trofeo. E' un titolo che vogliamo vincere".

Il Sant'Agostino è approdato alla finale dopo avere battuto la Copparese in trasferta (3-1) e pareggiato con il Masi Torello (0-0) nel primo girone di qualificazione. Quindi la formazione ferrarese si è imposta 3-1 nella partita a Medicina e superato 1-0 il Castenaso in casa nel secondo girone di qualificazione, eliminando poi il Sanpa Imola in semifinale grazie ad un netto 3-0 in trasferta e ad una sconfitta di misura (0-1) in casa.

"E' dall'inizio della stagione che la Coppa Italia di Eccellenza è un nostro obiettivo – rivela l'allenatore del Sant'Agostino, Sergio Rambaldi -. Sappiamo di affrontare una squadra forte, ma anche di poterci giocare la partita a viso aperto e alla pari. Se serviranno accorgimenti tattici durante la gara, saremo pronti ad attuarli".

Comunicato CRer

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 22/01/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,05762 secondi