Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

NON BASTA IL "GRUPPO SQUADRA" PER ENTRARE NEGLI SPOGLIATOI

Pubblichiamo il Protocollo e vi diciamo: "attenti che il responsabile della struttura deve richiedere il Green Pass rafforzato ad ogni persona che entra sia negli spogliatoi che sulle tribune". Ecco il documento! La testimonianza del Presidente del Soragna Tato Faroldi

 

ByManso – Ieri abbiamo scoperto che sono molte le società che hanno interpretato male o che proprio non hanno interpretato il regolamento per l'entrata nei campi sportivi in tempo di Covid, e quindi abbiamo deciso, dopo la “denuncia” a questa testata del presidente del Soragna Tato Faroldi (lo ha giustamente richiesto e poi non ha fatto entrare un giocatore non in possesso del documento regolare), che è giunto il momento di fare un po' di chiarezza sul merito di quello che prevede il regolamento/protocollo pubblicato oltre che dalla LND anche dal CRER.

Ingresso Spogliatoi: L'ingresso è consentito solo a chi ha il Green Pass rafforzato e l'elenco del “gruppo squadra” serve solo come un di più. Quello che assolutamente occorre è il controllo del vero e proprio documento (green pass rafforzato).

In caso di un eventuale “problema” il documento gruppo squadra non avrà valore e quello a cui faranno riferimento le autorità preposte, sarà solo il green pass rafforzato vero e proprio.

Ingresso Tribune: non cambia niente dagli spogliatoi, valgono le stesse regole del Green pass rafforzato.

Responsabilità: sono tutte sulle spalle del gestore dell'impianto e sono quelle in vigore per la legge italiana (multe salate e denunce). In più però, in caso di “incidente” o anche no (segnalazione di un tesserato), potrebbe muoversi anche la Procura federale della FIGC che in caso di giocatore non provvisto di Green Pass rafforzato, potrebbe punire lo stesso giocatore (squalifica), la società (multa e o penalizzazione) e il Presidente oltre che ai responsabili che erano adibiti al controllo (squalifica a tempo); detto questo c'è da aggiungere che in nessun caso la partita verrebbe rigiocata e in nessun caso verrebbe decisa da un 3-0 a tavolino.

Come agire: molto semplice, oltre al documento gruppo squadra, bisogna che il responsabile della struttura chieda a tutti coloro che entrano nello stadio il Green Pass rafforzato, e questo senza distinzioni di sorta. Ricordiamo inoltre che solo ed esclusivamente il responsabile della struttura ha la facoltà/obbligo di chiedere il documento, nessun altro; da ciò, la squadra in trasferta, non può richiedere i green pass dei padroni di casa.

E se qualcuno insistesse nel voler accedere alla struttura (tribune o spogliatoi), il gestore dell'impianto o chi per lui, può solo avvertirlo (non usate le mani mi raccomando) che è suo obbligo (del gestore) chiamare la forza pubblica. E se questo insistesse o addirittura varcasse i confini della struttura, è fatto obbligo al gestore di chiamarli davvero i carabinieri (se non lo fa, è poi lui, il gestore, a risponderne)!

Penso che sia tutto molto chiaro e però, vi lascio il link della trasmissione "Domenica Emiliagol" andata on line ieri sera, dove nei primi dieci minuti abbiamo raccolto la testimonianza del Presidente Tato Faroldi a cui, dopo le debite informazioni (CRER), abbiamo raccontato quello che è testimoniato in questo articolo. Al Tato al ga razo!

Per maggiore precisione e per maggiore documentazione, vi posto anche il paragrafo n°6 della “Circolare delle Disposizione di Emergenza Covid 19” presente sul Comunicato del CRER del 4 Marzo (LINK)

Paragrafo 6. Prima di ogni gara, il responsabile sanitario/medico sociale/dirigente accompagnatore di ogni squadra dovrà consegnare all’omologo della squadra avversaria l’attestazione, redatta secondo il modulo allegato, del rispetto da parte di tutto il proprio “gruppo squadra” delle prescrizioni sanitarie relative agli accertamenti Covid-19 previsti dal protocollo e dalle norme di Legge in vigore. Tale attestazione non può esimere i “gruppi squadra” partecipanti alla gara, dal farsi verificare il possesso del Green Pass, come previsto dal Protocollo vigente, dal Delegato Gestione Evento o dal Delegato Attuazione Protocollo. Qualora sia la Società ospitante a verificare il possesso del Green Pass, previsto dal Protocollo vigente, di tutti i componenti dei “gruppi squadra” che prenderanno parte alla gara, si consiglia di utilizzare l’applicazione “VERIFICA C19”.

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 07/03/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,05553 secondi