Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

BIBBIANO, IL DS VIGLIOLI: "PUNTIAMO MOLTO SU KULLURY E SEKYERE

“Obiettivo salvezza il prima possibile. La squadra? Tutti ragazzi di qualità che conoscono la categoria"

L’ex granata e il talento in uscita dalla Piccardo sono tre i pezzi pregiati della campagna acquisti della società del presidente Del Rio
 
Il Bibbiano San Polo punta su Kulluri e Sekyere
 
Il diesse Viglioli: “Obiettivo salvezza il prima possibile. La squadra? Tutti ragazzi di qualità che conoscono la categoria"
 
Il Bibbiano San Polo si appresta ad iniziare il suo campionato di Eccellenza, il primo sotto l’egida del presidente Gianni Delrio che, qualche mese fa, ha assunto il ruolo di presidente al posto di Alberto Zanichelli, rimasto comunque attivo in società come vice presidente, scambiandosi quindi la carica con lo stesso Delrio. In questa estate di ricostruzione dopo il Covid, che ha certamente condizionato gli investimenti di tante aziende nel mondo dello sport, mettendo in difficoltà tante realtà del nostro territorio, il Bibbiano San Polo ha saputo fare quadrato e razionalizzare le risorse, costruendo una prima squadra all’altezza delle aspettative e un settore giovanile di tutto rispetto. Proprio della formazione di Eccellenza ne parliamo col direttore sportivo Federico Viglioli.
Federico, che Bibbiano San Polo sarà rispetto a quello che avevi costruito l'anno scorso, poi fermato dal Covid?
"Sarà un Bibbiano più giovane, ma nello stesso tempo con un maggiore potenziale di crescita in ogni reparto".
L’anno del Covid quanto vi ha condizionato nelle scelte ad ogni livello?
“Lo ha fatto relativamente, la mancata partecipazione al torneo di Eccellenza ci ha consentito di sviluppare la nostra programmazione con largo anticipo”.
Avete confermato lo zoccolo duro, inserendo giovani interessanti, ma anche attaccanti di peso. Ci parli nel dettaglio dei movimenti più importanti?
"La squadra ha mantenuto l'ossatura principale, ma in ogni reparto abbiamo inserito dei profili che riteniamo essere in grado di affrontare la categoria: li ritengo tutti importanti in egual misura”.
A livello di nomi, ci parli dei movimenti in entrata e in uscita?
"Le conferme principali sono quelle di Rizzo, Borghi, Faye, Benassi, Cilloni, Ametta e Camara. Sono invece arrivati giocatori di assoluta esperienza come Santurro dalla Piccardo Traversetolo e Sekyere, ex Reggiana, dal Real Formigine. Sul fronte giovani sono arrivati tre ragazzi di talento del 2001: Fiorentino e Koappa da Rolo e Formisano dalla Piccardo, oltre all’attaccante Kulluri del 2000, sempre prelevato dalla Piccardo Traversetolo. L’ultimo colpo è stato Panaro, classe 2001, in arrivo dalla Beretti della Triestina".
Avete iniziato la preparazione in questi giorni: come sta reagendo la squadra ai primi carichi e alle aspettative di mister Silvestri, che tra l'altro avete confermato senza pensarci due volte?
"La vera e propria preparazione con il gruppo inizierà il 18 agosto, ci è sembrato opportuno attendere l'uscita del nuovo protocollo prima di iniziare”.
Quanto sarà difficile ottenere il massimo risultato possibile in un campionato di sole 14 squadre e qual è l'obiettivo del Bibbiano San Polo?
"Gli obiettivi del Bibbiano San Polo sono il mantenimento della categoria, la valorizzazione dei giovani e il relativo massimo impiego. Siamo consapevoli di ciò che ci aspetta e non sarà una passeggiata”.
A livello societario c'è stato il cambio al vertice tra Zanichelli e Delrio, ma di fatto non è cambiato nulla? Come vi siete riorganizzati? Cosa credi che manchi a questo Bibbiano San Polo per puntare alle posizioni di alta classifica, dopo aver raggiunto una salvezza tranquilla?
“L'organigramma della società ha subito solo un avvicendamento alla presidenza, nulla è cambiato. Oggi il Bibbiano San Polo deve mettere in campo tutte le proprie forse per mantenere la categoria e noi siamo tutti concentrati unicamente su questo obiettivo”.
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 17/08/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,06909 secondi