Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

PROMEMORIA: PROTOCOLLO TAMPONI PER LA RIPRESA DELL' ECCELLENZA

Abbiamo ripreso un articolo comparso sul sito dell'AIA che spiega quando debbono essere eseguiti i tamponi e soprattutto spiega cosa succede ad un tesserato dopo una positività

AIA - In vista della ripresa dei Campionati dilettantistici, anche se parziale e disomogenea sul territorio nazionale, si è svolta una riunione in videoconferenza tra il Comitato Nazionale dell’AIA, i CRA e CPA italiani ed il Modulo Bio-Medico. Durante l’incontro sono state illustrate le procedure per l’attuazione del protocollo anti Covid, che saranno applicate in occasione dell’imminente avvio di alcune competizioni regionali sia di calcio sia di futsal.

“Il protocollo prevede l’effettuazione di un tampone rapido, da eseguire entro 48/72 ore dalla gara, affinché in caso di positività si provveda alla sostituzione dell’eventuale associato positivo – ha detto Angelo Pizzi, Responsabile del Modulo Bio-Medico – Si tratta infatti di un tampone rapido con caratteristiche particolari che fornisce ulteriori garanzie in termini di sensibilità. Abbiamo poi affrontato il tema del ritorno in campo dopo una positività, che può avvenire solo dopo aver svolto obbligatoriamente una serie di accertamenti ai quali sottoporsi anche se la visita medica agonistica non è ancora scaduta. Si tratta in particolare della spirometria, dell’ecocardiogramma e della prova da sforzo con misurazione della saturazione. La tutela della salute è infatti la priorità per il ritorno in campo. Infine si è discusso del tema vaccinazioni e delle prescrizioni che devono comunque essere rispettate anche da parte di chi, per motivi personali o professionali, ha già effettuato il vaccino”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 13/04/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,06770 secondi