Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

IGNORANZA: SOCIETA' PIACENTINE SCRIVONO AL CRER PER RIAPRIRE L' SGS

Sabato scorso su Sport Piacenza è comparso un articolo che racconta di una lettera inviata da alcune Società piacentine alla Federazione perchè riapra il Settore Giovanile in Emilia Romagna e Emiliagol interviene nella discussione poiché è impensabile che dopo un anno di Covid ci siano ancora dirigenti che non abbiano capito ancora nulla dei poteri del CRER, della LND, della FIGC e del SGS in materia "chiusure". E si, quando ci vuole ci vuole!

 

Da SportPiacenza - Le società piacentine di calcio scrivono alla Figc: "Non c'è più tempo da perdere, programmiamo la ripresa dell'attività".
Alcuni club della nostra provincia hanno inviato alla Federazione provinciale e a quella regionale una lettera in cui si mettono a disposizione per discutere un ritorno in campo a breve, ovviamente nel rispetto di tutte le normative e di tutti i protocolli sanitari, dei tanti ragazzi impegnati nel settore giovanile.

Di fatto è una dichiarazione di intenti, una mano tesa verso i vertici della Figc ma anche una richiesta pressante, un grido d’allarme di realtà che sono ferme da lungo tempo e che ritengono sia troppo distante l’eventuale ripartenza nel prossimo settembre.
Se i numeri continueranno a migliorare si potrebbe riprogrammare una ripresa degli allenamenti con il contatto nel mese di maggio e la successiva organizzazione di tornei già dal prossimo mese oppure in giugno. Una decisione, questa, che però dovrebbe portare la federazione a prolungare la stagione “sforando” l’attuale termine previsto al 30 giugno. Troppo poco consentire ai ragazzi di giocare un mese, al massimo un mese e mezzo per poi richiudere tutto in attesa della fine dell'estate: allora perché non proseguire anche in luglio per chi vorrà continuare l’attività? Le opzioni sul tavolo comunque sono parecchie, compresa la possibilità di continuare l’attività fino alla fine del 2021 per poi partire con la nuova stagione dal prossimo gennaio.

E’ necessario sedersi subito attorno a un tavolo, programmare la ripartenza in modo elastico per adattarsi alle eventuali emergenze causate dal virus, ma farsi trovare pronti non appena l’emergenza sanitaria si ridurrà.

Le società piacentine non si tirano indietro e hanno intenzione di fare la propria parte, ora la palla passa alla Federazione.... leggi l'articolo completo su SportPiacenza

---------------------------------------------

ByManso – Davvero non c'è limite all'ignoranza e la “richiesta” delle (?????? 4/5/6?) società piacentine dimostra che il limite che non ci dovrebbe essere, è comunque un limite ben presente nei cervelli di certi dirigenti.

Leggere che la Federazione deve darsi una mossa e “che bisogna subito sedersi intorno ad un tavolo”, non fa ridere, ma fa piangere, perché va tenuto ben in conto che questi dirigenti non sanno dove sono, dove vivono e nemmeno sanno come funzionano i blocchi e soprattutto chi li ordina! Se fosse per Emiliagol col cazzo che gli manderei i miei “ figli” a giocare da loro.

Se non sanno chi decide per il fermo del calcio dilettantistico e per il calcio Giovanile, chi mi dice che questi signori sappiano come fare per tenere lontano il Covid dai loro campi?

L'ignoranza è una gran brutta bestia e questi dirigenti dimostrano di avercene a iosa, di ignoranza!

Per fare un po' di chiarezza, anche a chi da voce a queste insensate voci, ricordiamo che i Dilettanti dipendono dalla LND/FIGC e che le chiusure sono decretate dal Governo con i famosi DPCM che ancora sono in vigore; tanto è vero questo, che per far giocare l' Eccellenza, la LND ha dovuto “eleggere” a “interesse Nazionale” un campionato che è sempre stato a livello regionale!

Un escamotage PUNTO!

Per quanto riguarda il Settore Giovanile Scolastico (SGS) esso, per le regole, non dipende dalla LND, ma è un settore della FIGC autonomo e quindi è ancora più lontano di quanto si possa immaginare dalla disponibilità dei Comitati Regionali.

Ecco appunto, i Comitati Regionali, subiscono le leggi dello stato ne più ne meno di quello che subisce la LND e la FIGC!

Le società firmatarie che si nascondono dietro a una non firma (non compaiono nell'articolo), vogliono far imbrogliare i Comitati, la LND e la FIGC?

Bhe, care le mie società piacentine, se proprio volete "imbrogliate" per vostro conto e non tirate a mano chi non c'entra nulla come la Federazione.

Da quando è uscita questa lettera su SportPiacenza, Emiliagol ha cercato di conoscere i nominativi e la "quantità" di queste Società a cui la testata piacentina ha dato spazio senza nominarle; bene, le tante telefonate agli amici piacentini di Emiliagol, hanno dato i loro frutti e quindi siamo venuti a sapere che queste società firmatarie non sono più di 4/5/6! 

Parlare quindi genericamente di “Società piacentine” non è solo fondamentalmente sbagliato, ma è anche fuorviante per chi legge! E per questo, SportPiacenza all'interno dell'articolo, parla di alcune.

Morale della fola, abbiamo saputo che non c'è davvero limite all'ignoranza, e però, se fai il Dirigente, è un assoluto dovere, sapere di che si parla, e soprattutto, è un assoluto dovere, sapere con chi si devi parlare!

Studiate, studiate e studiate; e se non basta, studiate ancora!

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 12/04/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,07010 secondi