Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

IL NIBBIANO NON GIOCA E PICCARDO E BORGO SAN DONNINO FANNO SPESA

Piccardo e Borgo San Donnino cercano di sfruttare l'occasione delle due promozioni e fanno spesa - Luca Magni Presidente del BSD ha predisposto ben 6 acquisti! - Le indiscrezioni di oggi però, ci raccontano di tantissime società che hanno rinunciato in tutta Italia (Friuli e Abruzzo a zero!!) e quindi la vediamo dura che la LND voglia riprendere a ranghi super ridotti, tanto più che l'ultima parola spetta alla FIGC. Mercoledì il (primo) responso

Mansospia – Difficile credere che il Nibbiano abbia cambiato idea sulla ripresa, ma è proprio così e quindi i tanti giocatori di prestigio son diventati appetibili per quelle società di Eccellenza che vogliono comunque tentare il salto di Categoria.

Un' occasione più unica che rara quella della promozione in Serie D in un girone di 10/12 squadre con sola andata e che potrebbe garantire una doppia promozione (in Emilia Romagna son due i posti a disposizione).

Veniamo al mercato delle due parmigiane:

Piccardo: Sembra che sia fatta per il bomber Mattia Ridolfi del Nibbiano, ma ci potrebbero anche altri giocatori che interessano

Borgo San Donnino: A meno di occasioni dell'ultimo minuti è fatta per Franchi e Brugazzoli dalla Bobbiese (Promozione), Minasola e Bruno dall' Agazzanese; poi sembra anche raggiunto l'accordo con Fogliazza e Mastrototaro del Nibbiano. Interessamento anche per il giovane portiere Ghezzi, 2001 dal Fiorenzuola

Intanto, sul mercato piombano anche bomber Rantier e Bruno, entrambi del Nibbiano.

Insomma, una corsa alla promozione che però secondo noi lascia il tempo che trova, perchè pensiamo che questa Eccellenza non vedrà più il via.

Le società in Italia che han assicurato la loro adesione ad un campionato senza retrocessioni, sembra siano davvero pochine (in Friuli e Abruzzo sembra neanche una) e stando anche allo sviluppo della pandemia, che proprio oggi ha obbligato il Primo Ministro Draghi ad un video messaggio agli italiani, ci pare davvero impossibile che la FIGC a cui spetta l'ultima parola, voglia andare contro alla volontà delle società e a quelle del governo.

Si profila quindi un'altra sconfitta per Sibilia?

Mercoledì, dopo il Consiglio Nazionale della LND, dove Sibilia per evitare figuracce potrebbe mollare l'osso, ne sapremo un tantino di più, anche se poi, lo ribadiamo, l'ultima parola spetterà al Presidente della FIGC Gravina.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Mansospia il 08/03/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,09499 secondi