Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

LA PICCARDO (QUARANTENA) CHIEDE LO STOP E BRAIATI RISPONDE PICCHE

La Gazzetta di Parma riporta una intervista al Presidente della Piccardo e al Presidente del CRER che è tutta da gustare - Braiati insiste con teorie sul Covid che non stanno in piedi - Che sta succendo al CRER, bhe i casi sono due: Un uomo lasciato solo al comando, o un umo lasciato solo allo allo sbaraglio?

 

ByManso - Il Presidente Braiati, davanti alla richiesta della Piccardo di interrompere il campionato (Gazzetta di Parma), poiché secondo il Pres. Franco Scrinzi è impossibile proseguire senza rischiare di mettere a repentaglio la salute dei giocatori e dei dirigenti (vedi articolo), risponde nel solito modo che abbiamo imparato a conoscere in questo ultimo mese:

Gli esperti dicono che l'impianto sportivo è uno dei luoghi più sicuri che ci possa essere, il virus lo si porta da fuori

Dai su, ma è possibile che vada a tirare a mano ancora quell'”esperto” dott. Della LND, che è poi stato smentito da tutti i luminari d' Italia? Va bene che la LND è per Braiati un vangelo a cui credere sempre e comunque, ma aprire qualche giornale e leggere qual'è il pericolo degli spogliatoi (docce) e del contatto, no?

Per quanto riguarda poi il fatto che il virus lo si porta da fuori, facciamo rispondere ad un post della chat del nik Letterato: “L’impianto sportivo è il luogo più sicuro, il virus lo si porta da fuori”.. grazie al *****, cosa pensano? Che ci siano gli gnomi che lo fabbricano in uno sgabuzzino... è chiaro che lo porti da fuori, ma è altrettanto chiaro che dove ci si sputa addosso è più probabile contagiarsi che sul divano di casa.. Non ci siamo, non ci siamo per niente, l’articolo è un’offesa alle teste pensanti”.

Più chiaro di così, non ci riuscivo nemmeno io, che in materia di “ pane al pane e vino al vino” sono piuttosto preparato...rido!

Altra chicca di Braiati anche questa sentita e risentita nelle riunioni: “Ci appelliamo alle società affinché svolgano un' azione morale nei confronti dei loro giocatori”.

Ahahahhaha, in pratica le società dovrebbero dire ai loro giocatori di non andare al lavoro, di non andare a scuola, di non stare in famiglia, di non andarsi a bere una birra con gli amici e soprattutto di non baciare la morosa perchè Braiati e il suo CRER debbono portare a termine la loro missione che è quella di terminare i campionati (cit. Braiati). Costi quel che costi? Bhe a quanto pare  si.

Informiamo Braiati che le Società professionistiche hanno inserito nei loro comportamenti interni (multe su multe se li trasgredisci), un comportamento anti covid e se non riescono a contenerlo loro con i loro apparati e con la loro consapevolezza del rischio, immaginiamo i dilettanti cosa possono fare.

E' bellissimo pensare che le società possano dire ai loro giocatori, chiudetevi in casa perchè altrimenti Braiati si incazza.

Purtroppo il disco rotto del presidente del CRER non termina mai di girare nonostante più che rotto ormai sia diventato del tutto sbragato; ma questo è e questo ci dobbiamo tenere.

Che però, nessuno in questi due mesi lo abbia informato o quantomeno stoppato su queste cose che abbiamo appena letto, è davvero strano, poiché ci viene da pensare, che i suoi otto consiglieri e i suoi vice presidenti, non comprendano bene neanche loro, che la credibilità raggiunta presso le teste pensanti (cit. Letterato), sia ormai sotto zero.

Il dubbio atroce che ci attanaglia, conoscendo qualcuno dei Consiglieri regionali del CRER, è che tutto ciò sia voluto e quindi l'operazione è quella di lasciar solo Braiati in modo che con le sue parole possa autocertificare in ogni dove la sua impreparazione.

Un uomo lasciato solo al comando sapendo che si schianterà o uomo lasciato lanciato da solo allo sbaraglio?

Bhe, i casi sono due o appunto lo han lasciato solo apposta o non riescono a contenerne le sparate che poi son sempre le stesse! Il risultato però, non va d'accordo con la matematica, poichè anche se cambiamo i fattori, il risultato non cambia: "questo si schianta".

Ma a chi giova tutto ciò?

Per quanto ne sappiamo, qualcosa sicuro bolle in pentola e credo, che questo sia ormai sotto gli occhi di tutti, ma un' altra cosa non possiamo non dirla:

le guerre intestine le facciano a spese di loro stessi, non alle spese del calcio emiliano romagnolo”!

Devono lasciare qualche cadavere per strada o uno in particolare? Lo facciano e lo facciano alla svelta, perché davvero il limite a tutto e tutti ci pare sorpassato.

E se sorpassano senza mettere la freccia, non c'è problema, la multa gliela paghiamo noi!

Per il bene del calcio, siam disposti a questo ed altro!

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 06/10/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,06188 secondi