Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

FIGC PARMA, SOSPESA LA COPPA, STOP AL RINVIO INIZIO CAMPIONATO

Ennesima fuga in avanti del Delegato di Parma Romano Martini che rimangiandosi ancora la parola prima prega le società di inviare una mail al CRER per spostare l'inizio del campionato, e poi decide di salvare ancora la faccia a Paolo Braiati cambiando la versione. Ma il perchè di questi voltafaccia Mansospia lo ha scoperto ed è tutto davvero da gustare!

ByManso - Davvero inusuale che un Comitato Provinciale “disponga” materia da Comunicato con una mail alle Società interessate. Tanto inusuale che ci vien in mente che Romano Martini delegato di Parma, abbia paura di rendere noto le sue “disposizioni” e le sue conclusioni (richiesta di spostare l'inizio del campionato di Seconda C) al “grande pubblico.

Bhe, la parola se l'è già mangiata un paio di volte e quindi pensiamo che questa più che codardia, sia un sentimento dettato dal pudore, e però, adesso siam sicuri che dopo questa nostra constatazione, arriverà un Comunicato Bis o al limite sarà tutto infilato nel Comunicato di domani, perchè pensiamo che sia poi obbligatorio mettere tutto sul Comunicato.

Rimane il fatto che non fare un Comunicato Bis per una cosa così importante come la sospensione della Coppa Emilia di Seconda Categoria Gironi Ce D, è un atto davvero riprovevole, perchè i Comunicati si fanno in due nano secondi, tanto più son veloci, se hai una impiegata in ufficio pagata dalle Società!

Nella stessa mail il Delegato di Parma, non concede di spostare l'inizio di campionato come da richiesta unanime delle Società del Girone C espressa venerdì sera alla riunione. E qui si rimangia ancora la parola (allora è un'abitudine?), poichè al termine della stessa medesima e inequivocabile riunione, aveva pregato le società, negando quindi il suo ruolo di Delegato/portavoce, di inviare una lettera a Braiati in cui si doveva esporre la richiesta di rinvio (4 giornate aveva detto), mentre ora, come potete leggere dalla mail che ha inviato “segretamente”, dice di aver sentito direttamente le società e quindi non ha aspettato la lettera da lui stesso invocata!!!.

Quello che non dice però, è il risultato del suo sondaggio, come mai non ci ragguaglia sull'esito? Cosa ha da nascondere il delegato Romano Martini? Come mai non ci fa mettere la faccia da Paolo Braiati, che nelle riunioni ha dichiarato e poi riportato sui media del CRER “ Il format con meno squadre e più gironi, come ha più volte sottolineato il Presidente Braiati, nelle riunioni a Bologna e in quelle effettuate nei Comitati Provinciali, permette la possibilità di un eventuale slittamento in avanti della data di inizio del campionato” (cit. Facebook CRER).

Che Romano Martini voglia guadagnarsi la fiducia di Paolo Braiati tanto da rimangiarsi la parola non una, non due, ma bensì tre volte, è cosa che si può pensare, visto che il Presidente del CRER voleva mettere a capo della FIGC di Parma, non lui Romano Martini, ma Stefano Nani (DS del Fidenza). Una lettera firmata da tutta la Delegazione di Parma con la richiesta che Varoli fosse sostituito con Martini, mandò su tutte le furie Braiati, che a suo dire, non poteva accettare imposizioni di quel tipo: "li cambio tutti a Parma". 

Poi la manina di qualcuno spinse per Martini (bel furob li lù..rido, dio se rido) e alla votazione Martini/Nani che finì 6 a 2, il Presidente del CRER, fu uno dei due che votò per Nani e quindi contro Martini!

E si dai, cominciamo a svelare qualche "segreto" che saremmo contenti fossero smentiti.... e si, ne saremmo davvero contenti!

A buon intenditor, poche parole!

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Mansospia il 29/09/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,06431 secondi