Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     DIRETTA

LA LOMBARDIA DOMENICA RIPARTE, ECCO IL VADEMECUM PER LE SOCIETA'

Il Comitato Lombardia nei giorni scorsi ha distribuito sul suo sito questo vademecum, che accomagna le società nel difficile districarsi del "problema" protocolli nelle partite ufficiali. Oggi sabato, lo stesso comitato, sarà in videoconferenza con le società di Eccellenza e Promozione per rispondere alle domande dell'ultima ora e sarà presente anche la classe arbitrale (e si, loro li invitano). Non è difficile prevedere che questo vademecum, sempre che nel frattempo non cambino le cose (difficile direi) sarà copiato e incollato anche dall'Emilia Romagna, quindi prendetelo non con il benificio d' inventario, ma come vero e proprio aiuto, anche se manca del tutto la parte doccia.; questo può voler dire, che come dice il protocollo, non è obbligatorio fornirla (uno alla volta e con la sanificazione e l'uscita dei vapori)

CRL / AIA CRA LOMBARDIA

VADEMECUM OPERATIVO PER LE COMPETIZIONI UFFICIALI REGIONALI E PROVINCIALI (CAMPIONATI, COPPE, TORNEI, AMICHEVOLI)

S.S. 2020/2021

Il presente documento vuole essere un prontuario schematico per l’applicazione pratica del Protocollo FIGC

del 10/8/2020 in occasione di gare ufficiali (campionati, coppe, tornei, amichevoli).

Premesse

Al Delegato alla Gestione dell’Evento (DGE) nominato dalla Società di casa (o dal Comitato/Delegazione in caso di campo neutro) spetta il controllo sull’adozione delle specifiche misure all’interno dello Stadio/Impianto Sportivo (potrà trattarsi del Dirigente Accompagnatore Ufficiale).

Il personale impegnato in occasione dello svolgimento delle gare dovrà in ogni caso essere autorizzato da parte dell’organizzatore, anche a mezzo di apposito accredito indicante le zone di accesso consentite.

Processi organizzativi per la gestione delle operazioni del giorno gara:

Arrivo delle Squadre e degli Arbitri (Gruppi Squadra)

▪     Arrivo allo Stadio/Impianto Sportivo in momenti differenti (es. Arbitri - 1:40-1:30 h calcio di inizio; Squadra Ospite - 1:30-1:20h calcio di inizio; Squadra di casa - 1:20-1:10h calcio di inizio) ed in aree separate (laddove possibile).

▪     Implementazione di percorsi differenziati e distinti per l’accesso negli spogliatoi e per garantire ampia separazione tra le persone autorizzate all’accesso nella zona (laddove possibile).

▪     Rientrano nella stessa categoria assimilabile al Gruppo Squadra anche gli Arbitri, il cui arrivo allo Stadio andrà preservato con tragitto personalizzato, per l’accesso alle medesime aree sensibili delle Squadre partecipanti ed a salvaguardia delle specifiche misure ed indicazioni in essere per le stesse.

▪     Il Gruppo Squadra andrà preservato nel proprio tragitto verso gli spogliatoi

▪     Ogni componente dovrà indossare la mascherina lungo il tragitto

▪     All’arrivo allo Stadio/Impianto Sportivo, il Delegato alla Gestione dell’Evento (DGE) della Squadra ospitante (o il soggetto responsabile dell’organizzazione dell’evento) consegnerà all’Arbitro ed Dirigente Accompagnatore Ufficiale la certificazione dell’avvenuta sanificazione di tutti i locali ad uso della stessa Squadra ospite (si allega un fac-simile ai fini esplicativi).

▪     Il DGE procederà alla misurazione della temperatura

▪     Il Dirigente accompagnatore di ciascun Gruppo Squadra (l’Arbitro nel caso del Gruppo Squadra Arbitri) consegnerà all’omologo della Squadra avversaria (ad entrambi nel caso del Gruppo Squadra Arbitri) la certificazione del rispetto da parte di tutto il Gruppo Squadra delle prescrizioni sanitarie relative agli accertamenti Covid-19 previsti dai protocolli vigenti e dalle normative legislative.

Area Spogliatoi

▪     Differenziare l’uso temporale dei locali da parte del Gruppo Squadra (es. titolari e riserve).

▪     Spogliatoio Arbitri: l’ingresso sarà consentito solo agli arbitri designati per la gara (vietato l’ingresso  a qualunque  altro  tesse rato , t ecnico o o perato re ).

▪     In  apposito  paragrafo  vengono  definite  le  procedure  per  l’ingresso  dell’Osservatore Arbitrale e/o Organo Tecnico AIA

Pitch-Recognition e Riscaldamento

▪     Adattare i tempi alle circostanze (ad esempio, inizio operazioni di pitch recognition 5 minuti dopo l’arrivo dell’ultima squadra e in maniera differenziata tra le due squadre).

▪     Adattare le attività alle circostanze.

▪     Evitare l’uso in contemporanea dell’accesso agli spogliatoi/tunnel.

▪     Ridurre al minimo gli assembramenti.

Indicazioni/determinazioni specifiche per gli arbitri

-      Nessuna persona potrà accedere nella stanza/spogliatoio dell’arbitro

-      I  kit  e  le  distinte  gara  dovranno  essere  posizionate  su  un  tavolino  all’esterno  dello spogliatoio arbitri

-      Si  richiede  che  vengano  fornite  bottigliette  d’acqua  sigillate  in  numero  congruo  (no thermos, bicchieri, ecc.)

-      Per  dialogare  con  gli  ufficiali  di  gara,  i  calciatori/calciatrici  dovranno  rigorosamente rispettare la distanza sociale prevista (1,5 m)

Adempimenti pre-gara

▪     Il  controllo  preliminare  degli  equipaggiamenti  (colori  maglie  squadra  e  portieri)  e  la consegna delle distinte dovrà avvenire sulla porta dello spogliatoio arbitrale.

▪     La consegna documenti identificativi all’arbitro avverrà sul tavolo fuori dallo spogliatoio; in mancanza, preavviso all’Arbitro per precauzioni del caso (gel igienizzante, guanti, ecc.)

▪     Analogamente   ogni   altro   colloquio   tra   arbitri   e   dirigenti   accompagnatori   (es. completamento documentazione di gara carente) dovrà avvenire con le stesse modalità (sulla porta).

▪     L’identificazione (appello) di calciatori e dirigenti da parte degli arbitri dovrà avvenire all’aria aperta, identificando zone se possibile riparate (specificamente in caso di maltempo)

▪     L’ingresso in campo dovrà essere previsto in momenti separati per evitare contemporanea occupazione del tunnel o dei corridoi.

Ingresso in campo delle Squadre e degli Arbitri

▪     Entrata separata:

  1. 1. Arbitro/Terna
  2. 2. Squadra ospite
  3. 3. Squadra locale

▪     Nessun accompagnamento da parte di bambini

▪     Nessuna mascotte

▪     Nessuna foto di squadra

▪     Nessuna cerimonia pre-gara con altre persone

▪     Nessuna stretta di mano, solo fischio di saluto

▪     Schieramento congiunto delle Squadre con distanziamento di un metro (incluso sorteggio)

Area Tecnica/Bordo Campo

▪     Il lato delle panchine deve rimanere (come di fatto già è) il più possibile "pulito" (eccezioni: rappresentanti Procura Federale e/o FIGC, paramedici posizionati esternamente alle panchine).

▪     TUTTI GLI OCCUPANTI DELLE PANCHINE DEVONO INDOSSARE LA MASCHERINA

▪     ATTENZIONE: la fase riscaldamento dei calciatori di riserva deve avvenire SINGOLARMENTE e SENZA ASSEMBRAMENTI ciascuno lungo la linea laterale della panchina di propria competenza

Intervallo fra PT e ST

▪     Separare   l’accesso   delle   Squadre/Arbitri   al   rientro   negli   spogliatoi,   come   fatto analogamente nel pre-gara.

Fine gara e uscita dal campo

▪     Separare l’accesso delle Squadre/Arbitri al rientro negli spogliatoi.

Attività post-gara

▪       Riduzione  delle  postazioni  e  del  numero  di  interviste  in  base  alle  misure  igieniche obbligatorie.

▪       Tutte le interviste a tesserati devono essere effettuate, possibilmente sul terreno di gioco, mantenendo la distanza di sicurezza e prevedendo l’utilizzo del microfono cd “boom”.

▪       La riconsegna dei documenti e del rapportino di fine gara avverrà sul tavolo fuori dalla porta o comunque sulla porta stessa

Presenza Osservatore Arbitrale e/o Organo Tecnico AIA

▪     Si richiede alle società di mantenere due posti in tribuna/area spettatori per Osservatore Arbitrale e/o Organo Tecnico (fino all’orario di inizio della gara).

▪     L’Osservatore Arbitrale e/o Organo Tecnico si limiterà alla visione della partita, non si presenterà all’Arbitro/Arbitri a fine e, salvo necessità di supporto al team arbitrale, non richiederà l’accesso all’area spogliatoi.

▪     Il colloquio post gara avverrà all’esterno dell’impianto sportivo.

Ripartenza Squadra e Arbitri

▪       Separare lo spazio temporale delle attività di uscita dallo Stadio/Impianto Sportivo con percorsi dedicati.

PUBBLICATO ANCHE DAL PIEMONTE

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 12/09/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,06668 secondi