Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

FIGC, LA TOSCANA E' AVANTI ANNI LUCE - ECCO COSA HA FATTO

Mentre il CRER tace e non si muove in nessuna direzione (non tiene i rapporti nemmeno con la Regione), il Presidente della Toscana ha la forza di contestare nel limite del possibile che gli è concesso (da Sibilia) i protocolli che il CRER ha sbandierato come grande conquista sui suoi media. In più, veniamo a conoscenza anche del fatto, che la Toscana ha fatto da tramite per aprire linee di credito tra le società le banche. Bhe, sarà anche filo Sibilia, ma almeno si muove anche per le società.. e si, si muove!

 COMUNICATO FIGC TOSCANA DEL 13/8

COMITATO REGIONALE TOSCANA

COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE PAOLO MANGINI

PROTOCOLLO PER LA RIPRESA DELL'ATTIVITÀ DILETTANTISTICA E GIOVANILE

In merito al nuovo protocollo della FIGC, relativo alla ripresa delle attività del calcio dilettantistico e giovanile, ritengo che sia sicuramente migliorativo rispetto al precedente con l'autorizzazione, finalmente, allo svolgimento degli allenamenti di gruppo e delle competizioni sportive anche in ambito federale, andando quindi ad uniformare le nostre attività con quelle a carattere amatoriale già autorizzate da tempo dalle Regioni.

Un primo fatto importante soprattutto ora che molte squadre iniziano la preparazione, che potranno, quindi, svolgere con la conoscenza delle indicazioni tecniche, organizzative e comportamentali richieste per contrastare il covid-19.

In generale, un fatto positivo perché autorizza due aspetti della nostra attività che solo fino a qualche giorno fa non erano assolutamente definiti: la ripresa ufficiale degli allenamenti e quella delle gare.

Il protocollo contiene, e non poteva essere diversamente, norme comuni anche ad altri contesti non sportivi della nostra vita quotidiana (centri commerciali, grandi uffici pubblici, etc.) quali quelle comportamentali e di igiene della persona.

Nello specifico ritengo che siano presenti indicazioni troppo parcellizzate che necessitano di una adeguata sintesi per poter essere correttamente seguite, mentre ci sono altre prescrizioni, in particolare per quanto riguarda lo svolgimento delle gare, che devono, a mio parere, essere chiarite per poter dare alle società la possibilità di organizzare nel miglior modo possibile il giorno della partita di campionato o dei tornei.

Ritengo che, in entrambi i casi, sussistano margini per semplificare alcune procedure che ho già posto all'attenzione della Lega Nazionale Dilettanti e del Settore Giovanile Nazionale.

Mi preme sottolineare, anche, che sono presenti alcuni riferimenti e indicazioni relative a contesti sportivi che non appartengono all'ambito dilettantistico regionale e che possono produrre fraintendimenti e disorientamento. Vedi per esempio l'obbligo dei test sierologici, che è esclusivamente rivolto alle società di serie D.

E' comunque innegabile che siano presenti delle incombenze di tipo organizzativo-logistico che gravano sulle nostre società, e che come Comitato aiuteremo a risolvere con la consulenza del nostro ufficio impianti sportivi, all'interno del quale ho già attivato un'apposita sezione.

Per quanto riguarda la presenza del pubblico alle gare, prevista dall'ultimo DPCM, ho già informato gli uffici dell'Assessore Saccardi, che dovranno preparare la relativa ordinanza, di tenere in debito conto le esigenze specifiche e strutturali degli impianti sportivi delle nostre società dilettantistiche. Posso dire che c'è stata un'ampia condivisione, nei limiti del Decreto, rispetto a queste problematiche.

MICROCREDITO E NUOVO PRODOTTO FINANZIARIO

In data 20 luglio è stato perfezionato con la Federazione Toscana delle Banche del Credito Cooperativo l’accordo per un nuovo finanziamento liquidità Covid-19, finalizzato ad accompagnare la ripresa dell’attività sportiva. I dettagli della condizione sono riportati a pagina 345 del presente C.U.

Oltre al nuovo finanziamento restano in vigore le altre tre convenzioni:

1. per l’acquisto dei defibrillatori per gli impianti sportivi;

2. per le quote di iscrizione ai campionati di appartenenza e le spese del settore scuola calcio e giovanile;

3. per la manutenzione e l’adeguamento degli impianti sportivi in cui le Società svolgono la propria attività.

EMENDAMENTO DECRETO RILANCIO PER LE SOCIETA' SPORTIVE DILETTANTISTICHE

Come già annunciato sul C.U. n.1 del 10/07/2020 in merito all’approvazione di un emendamento al Decreto Rilancio che estende anche alle società sportive dilettantistiche l’accesso al credito con il 100% di garanzia da parte dello stato per prestiti fino al termine del 2020, come già avviene per il sistema dell’imprese, con finanziamenti fino a € 30.000, restituzione fino ad un massimo di 120 mesi e con preammortamento di due anni, siamo lieti di comunicare che è già attivo come confermato da alcune Società toscane.

Ritenevamo importante informare le società su alcune forme di finanziamento, in modo tale che ognuna possa eventualmente scegliere la soluzione migliore per le proprie specifiche esigenze.

"Il PROTOCOLLO è un passo in avanti,ma servono alcune SEMPLIFICAZIONI"

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 24/08/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,05482 secondi