Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

SOSPENSIONE CAMPIONATI, COME INTERPRETARE IL DPCM DI CONTE

In Emilia Romagna si dovrebbe fermare oltre alle giovanili provinciali e alla Terza, anche la Seconda categoria, ma c'è qualche dubbio su questo, come c'è sui campionati giovanili interprovinciali. Un provvedimento questo di Conte, che i nonni dei primi del novecento avrebbero sistemato così!

ByManso - Il DPCM non si discosta troppo da quanto anticipato dalla Gazzetta dello Sport; i punti che riguardano il calcio differenziano i Campionatil con “interesse” Nazionale e Regionale da quelli di interesse Provinciale. I primi giocano i secondi non giocano!

E qui ci sarà da aspettare le linee guida poiché se l'interpretazione della Gazzetta dello Sport è esatta (io non ne dubito), potrebbero nascere dei problemi tra cosa si intende per Campionato Regionale o Provinciale da provincia a provincia e da regione a regione.

Se la Terza è indubbiamente provinciale, il Problema è tutto della Seconda Categoria che è un Campionato Regionale affidato in Emilia Romagna alle delegazioni provinciali, mentre in altre regioni è gestito direttamente dal Comitato regionale (vedi Toscana)..

Che il CRER abbia più volte "sbagliato"  a suo uso e consumo l'interpretazione dell'affidamento di Seconda e Terza, noi di Emiliagol ben lo sappiamo (ha chiuso le porte della Terza dichiarando che era di interesse Regionale), ora però che non dipenderà (speriamo) più dal CRER decidere di chi sia l' interesse della Terza, rimane il dilemma della Seconda, che in quei gironi che abbracciano due province, potrebbe essere inteso come campionato di interesse regionale.

Noi pensiamo che arriverà il chiarimento e che l' INTERESSE della Seconda dell' Emilia Romagna sarà decretato come Provinciale; certo è, che in LND e al CRER faranno di tutto per far giocare il più possibile (risposta del CRER alla richiesta slittamento campionato delle Socità di Seconda di Parma), quindi è lecito aspettarsi anche qualche colpo di mano o di interpretazione, che questa volta però non potrà passare “inosservato” come certi provvedimenti sballati visti di recente, poiché c'è di mezzo il CTS che (speriamo) controllerà che i suoi ordini siano eseguiti alla lettera.

L'allenamento di questi Campionati che subiranno la sospensione, si potrà fare solo se senza contatto fisico, quindi senza partitella e mantenendo il distanziamento sociale. Per quanto riguarda l'uso degli spogliatoi e dei protocolli , nulla è cambiato.

Le giovanili e il calcio di Base che partecipano ai campionati provinciali seguono la Terza e quindi, seguendo i protocolli, potranno fare solo allenamento senza contatto. E si, niente partitelle ragazzi!

Anche i Campionati degli enti sono sospesi, tranne quelli a carattere regionale.

Un provvedimento a metà, che da appuntamento al 3 di novembre, ma che se tanto mi tanto, riceverà la visita di Conte ben prima della sua scadenza.

Purtroppo l'epidemia a detta di quasi tutti gli esperti, sembra non essere sotto controllo e questi provvedimenti, che paiono veri e propri palliativi mediatici, subiranno sicuramente la scure della totale sospensione dei campionati appena la situazione peggiorerà ancora.

Sempre purtroppo, nulla fa sperare che il trend del contagio Covid si fermi o cominci a regredire, e l'epilogo, non dimentichiamolo mai e poi mai, sarà quello che chiede ormai da tempo il CTS (chiusura degli sport di contatto).

Ora aspettiamo che la LND e il CTS ci dicano come interpretare quelle paroline che possono aprire o chiudere la Seconda Categoria, poiché per il resto tutto sembra molto chiaro.

Il rammarico di non poter svolgere campionati regolari è una cosa che fa male al cuore a tutti gli appassionati di questo sport, ma la salute è molto più importante di qualsiasi altra cosa e ignorarlo non a parole ma con i fatti, è un dovere di ogni buon cittadino che si rispetti.

A proposito, questo provvedimento, secondo voi è fatto di parole o di fatti?

Io direi che han dato mezzo colpo al cerchio e mezzo colpo alla botte, ma se ci fosse mio nonno, adesso fioccherebbero le scoppole date con il cappello, poiché mai e poi mai con quelle mezze botte il cerchio entrerebbe nella botte!

Ahià che mel!!

Ps: bella storia anche per i campionati interprovinciali che assomigliano molto alla Seconda categoria.

TESTO INTEGRALE DEL DPCM

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 19/10/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,05957 secondi