Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

SORBOLO: ESPULSO, CREA CAOS IN TRIBUNA E DA DUE PUGNI AL PRES. GHEZZI

Si tratta di un giocatore diciottenne della Virtus Correggio Juniores che sabato scorso, dopo essere stato espulso è salito in tribuna e poi nel proseguo del caos che ha creato, ha finito per colpire Roberto Ghezzi, presidente del Sorbolo Biancazzurra. Chissà se il giocatore reggiano avrà il Daspo o se anche lui sarà risparmiato come già successo a Lorenzo Fava di Sport Parma?

ByManso - Ci risiamo, un diciottenne della Virtus Correggio Juniores, impegnato sabato scorso nella partita con il Sorbolo Biancazzurra al Camp Now, viene espulso e poi una volta salito in tribuna, accende un tafferuglio e il padre che lo voleva portar via, ad un certo punto sembra star male (per “fermare” il figlio?). Avvertito di quanto stava succedendo, il Presidente del Sorbolo Biancazzurra Roberto Ghezzi, è intervenuto per vedere le condizioni del padre del ragazzo e a quel punto, il ragazzo, chissà mai perché, lo ha aggredito rifilandogli due pugni in volto (uno andato a segno sullo zigomo), di cui il Pres, porta ancora i segni.

Come si sia risolta la cosa ancora non ci è dato a sapere poiché le bocche son abbastanza cucite, ma che questi siano episodi da condannare non è il caso nemmeno di ripeterlo.

Quel che c’è da ripetere però, è che questi “aggressori da tribuna” possano circolare imperterriti per i nostri campetti di periferia senza che nessuno intervenga per tenerli fuori come prevede la legge.

Il DASPO è nato proprio per questo, e quindi speriamo che a questo diciottenne non venga riservata una “assoluzione DASPOTIANA”, come è successo in altri casi, dove per “ALTRI CASI” intendo quanto successo sulle tribune dello stadio di Salso tempo fa.

Ricordate l’aggressione di Lorenzo Fava di SportParma nei miei confronti? Bene, il questore non è intervenuto ne subito dopo, ne molto dopo all’atto della mia denuncia e questo mio aggressore ora gira imperterrito per i campi della provincia pronto magari ad aggredirmi ancora. Di chi sarebbe la responsabilità se dovesse succedere ancora? Bela d’manda!

Per chi non ricorda i fatti di Salso, questo è il link all’articolo che spiega per bene i fatti senza che vi sia ombra di dubbio alcuno, visto che i testimoni erano una bella quarantina e visto che per una falsa testimonianza si rischiano dai tre ai sei anni di galera!

Lasciar passare questi episodi, non è salvaguardare il nostro calcio, perché è assurdo che chi aggredisce altri sulle tribune non sia punito e invece chi fa una buia in campo venga colpito da Daspo!

O sbaglio? E no, an me sbagli miga!!!

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 12/09/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,06176 secondi