Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

LA CORREGGESE VA SOPRA DI 2 GOL, MA NEL 2° TEMPO IL RIMINI LA RIMONTA

LA CORREGGESE ESCE DAL CAMPO CON 1 PUNTO E TANTO RAMMARICO

CORREGGESE: Sottoriva; Fabbri, Benedetti, Derjai, Calanca; Landi, Roma, Muro; Saporetti (39’s.t. Lessa Locko); Damiano (7’s.t. Ghizzardi), Villanova (31’s.t. Riccò). (Ferretti, Sarzi Maddidini, Manara, Casini, De Lucia, Cremonesi). All.: Gori.

RIMINI: Scotti; Manfroni, Pupeschi, Canalicchio (19’s.t. Pari); Nigretti (29’s.t. Pecci), Simoncelli (13’s.t. Vuthaj), Ricciardi, Sambou (1’s.t. Gomis), Arlotti; Ambrosini (35’s.t. Nanni), Casolla. (Adorni, Mengucci, Diop, Lugnan). All.: Mastronicola.

Reti: 26’ pt Villanova, 39’ pt Damiano (C), 10’, 28’ Ambrosini (R).

Arbitro: De Angeli di Milano (Persichini - Singh di Macerata).

Note: ammoniti: Derjai, Villanova, Calanca (C), Pupeschi (R). Angoli: 4/6.  Recuperi: 4′ p.t., 6′ s.t.

CORREGGIO, 21 aprile 2021. Tanto rammarico a fine gara in casa Correggese nel primo dei cinque recuperi che la formazione biancorossa dovrà disputare in questa sosta del campionato. Contro il Rimini la squadra di Mattia Gori disputa una partita quasi perfetta, realizzando due reti nella prima frazione di gioco e creando tantissime occasioni da gol, con anche un palo e una traversa a fermare gli attaccanti biancorossi, ma alla fine esce dal campo con 1 solo punto all’attivo in seguito alla rimonta del Rimini nella ripresa.

La Correggese gioca un’ottima partita dal punto di vista tattico, con mister Gori che conferma in gran parte la formazione di domenica a Seravezza, con il solo Damiano a partire dal primo minuto al posto di un Lessa Locko non al meglio delle condizioni. Pronti via e la Correggese prova subito a farsi vedere in avanti, è Muro a spaventare la difesa del Rimini con un destro che si spegne di poco a lato alla sinistra del portiere, poi è Villanova che prova ad inquadrare la porta dal limite dell’area, ma anche il tiro del numero dieci biancorosso finisce a lato. Il Rimini si vede al 15’, quando Ambrosini da posizione defilata calcia sull’esterno della rete una conclusione di Arlotti dalla distanza ben respinta da Sottoriva. Dopo lo squillo del Rimini riprende il monologo della Correggese, con Damiano che sfiora l’eurogol con un destro dalla distanza che esce di un nulla sopra alla traversa, poi 5’ arriva il vantaggio della Correggese. Punizione per il Rimini, i biancorossi intercettano il pallone e partono in contropiede con Villanova che serve sul versante opposto Damiano e poi da pochi passi va a insaccare la palla restituitagli dal compagno. In vantaggio di un gol i padroni di casa non calano d’intensità e vanno alla ricerca del raddoppio, prima è Scotti che all’ultimo istante riesce ad anticipare Saporetti al limite dell’area con l’attaccante biancorosso che stava per intercettare un passaggio di Villanova e poi è lo stesso numero dieci della Correggese che dal vertice destro dell’area di rigore cerca il tiro a giro sul secondo palo, ma questa volta è la traversa a dirgli di no.

Il raddoppio della Correggese arriva comunque a pochi minuti dall’intervallo e questa volta è Villanova che restituisce l’assist a Damiano, con l’attaccante biancorosso che da centro area lascia partire un destro che si insacca all’angolino basso alla sinistra di Scotti.

Padroni di casa subito pericolosi anche nella ripresa, dopo 4’ di gioco infatti Scotti deve dire di no di piede a Roma che calcia a botta sicura sugli sviluppi di una punizione di Villanova respinta dalla barriera. Cinque minuti dopo è Ghizzardi, entrato per un Damiano non al meglio, a involarsi verso la porta provando poi con il destro ad incrociare il pallone sul secondo palo, ma ancora una volta Scotti dice di no con i piedi. Un minuto più tardi arriva il gol del Rimini che riapre la partita: Simoncelli prova una rovesciata dal limite dell’area, ma Sottoriva non riesce a trattenere il pallone su cui si avventa Ambrosini che accorcia le distanze per i romagnoli.

Correggese che riprende in mano il pallino del gioco e prima della mezz’ora sfiora la terza rete, ancora con Ghizzardi che impegna Scotti costretto a respingere con i piedi e, sulla ribattuta Villanova colpisce il palo a porta sguarnita. Sul ribaltamento di fronte i romagnoli guadagnano un calcio di punizione non lontani dall’area di rigore e Ambrosini infila la palla sopra alla barriera con Sottoriva che non riesce ad arrivare sul tiro ed è 2 a 2.

A 10’ dal termine la Correggese ha l’occasione per portarsi nuovamente in vantaggio, ma Riccò dall’altezza del dischetto del rigore calcia abbondantemente a lato alla sinistra di Scotti, con i biancorossi che a fine gara sono costretti a mangiarsi le mani per tre punti che avrebbero assolutamente meritato e che avrebbero rilanciato la squadra in questo tour de force di cinque partite, visto che la Correggese che sarà nuovamente in campo domenica in casa del Real Forte Querceta.

LE DICHIARAZIONI DEL MISTER

“I ragazzi hanno fatto una grande prestazione – ha affermato a fine gara il tecnico Mattia Gori – però ci rimane tanto rammarico a fine partita per una vittoria che penso avremmo assolutamente meritato”. Tantissime sono state le occasioni da gol create dalla Correggese: “Abbiamo realizzato due gol – ha continuato l’allenatore biancorosso – in più abbiamo preso un palo, una traversa e il portiere del Rimini ha salvato diverse occasioni. Di più non potevo chiede alla mia squadra”. Il gol del due a uno ha dato forza al Rimini: “Penso proprio di sì – sottolinea Gori – perché fino a quel momento loro non erano mai stati pericolosi. Però anche dopo aver preso il gol abbiamo avuto delle occasioni per fare il tre a uno e non l’abbiamo fatto, dandogli poi la possibilità di pareggiare con una bella punizione di Ambrosini”. Il tecnico nella ripresa si è trovato costretto anche ad adattare alcuni giocatori: “Damiano già nell’intervallo mi aveva chiesto il cambio – ha concluso mister Gori – ma gli ho chiesto di stringere i denti ancora qualche minuto. Poi ho dovuto inserire davanti Ghizzardi che anche se ha una grande intelligenza tattica è un terzino e giocando in attacco è adattato. Purtroppo non avevamo altri attaccanti a disposizione perché Diallo e Carrasco erano fuori e Locko non era al meglio”. “Ora ci prepariamo per la trasferta di domenica, anche se dovremo vedere come stanno alcuni giocatori che a fine partita erano stremati. Sicuramente comunque recupereremo Diallo che ha scontato la squalifica”.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 22/04/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,08687 secondi