Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

ARCETANA - VIANESE 2-0, LA DECIDONO DUE GRANDI EX

Promozione, l'Arcetana si regala un ottimo debutto in campionato: i grandi ex di turno Montanari e Travagliati firmano un maiuscolo successo casalingo sulla Vianese. Mister Paganelli: "Non è il caso di pronunciare chissà quali proclami, ma questa è comunque un'affermazione meritata contro una realtà che ha i numeri per essere protagonista nell'alta classifica. Noi abbiamo avuto la precisione e la lucidità che servivano per indirizzare la sfida a nostro favore, già nel primo quarto d'ora: inoltre l'intera squadra ha affrontato l'impegno mettendo in campo un forte e costante spirito di sacrificio, da riproporre anche nelle prossime partite". Il club biancoverde è ancora attivo sul mercato: buon esordio per Saimon Xhuvelaj

ARCETANA - VIANESE  2 - 0

RETI: 10'pt Montanari, 15'pt Travagliati.
ARCETANA: Giaroli, Pacella, Pozzi, Vaccari (dal 35'st Pederzoli), Muratori, Lusvarghi, Xhuvelaj (dal 34'st Monti), Montanari (dal 27'st Corradini S.), Animah Barbari, Bernabei, Travagliati (dal 42'st Marino). A disp.: Cammarota, Nocetti, Pignatti, Tinarelli, Corradini F. Allenatore: Andrea Paganelli.
VIANESE: Della Corte, Mammi (dal 26'pt Peterlini), Zinani, Coli, Zuccolini, Marmiroli (dal 1'st Veratti), Leoncelli (dal 19'st Dall'Asta), Caselli, Cinquegrano (dal 16'st Charaa), Lusoli (dal 30'st Manai), Rizzuto. A disp.: Bragazzi, Rubino, Borsari, Scorcioni. Allenatore: Emore Iemmi.
ARBITRO: Danielli di Bologna (assistenti Tassi di Finale Emilia e Maddaloni di Bologna).
NOTE: spettatori 300 circa. Ammoniti Vaccari e Xhuvelaj (A), Zinani, Caselli e Peterlini (V). Prima della gara è stato osservato un minuto di raccoglimento, in memoria delle vittime dell'incidente ferroviario a Brandizzo e di Giorgio Bedeschi, ex sindaco di Viano.
 
Arceto, 3 settembre 2023 - Il cammino dell'Arcetana in campionato ha avuto inizio con una vittoria sfavillante: sia per il mondo in cui è arrivata, sia considerando l'elevata caratura degli avversari di turno. Oggi, al "Comunale" di via Caraffa, i biancoverdi si sono confrontati con la Vianese per la seconda volta nell'arco di appena sette giorni: la sfida di domenica scorsa 27 agosto rientrava nel programma della Coppa Italia - Memorial Maurizio Minetti, mentre il duello odierno era valevole per il turno inaugurale del girone B di Promozione. Sette giorni fa, gli "Scoiattoli" avevano avuto la meglio con il punteggio di 0-1: stavolta sono stati invece i padroni di casa ad esultare, cogliendo tre punti pienamente legittimati da ciò che si è visto sul terreno di gioco.
 
L'organico allenato da Andrea Paganelli ha avuto il prezioso e consistente merito di capitalizzare al meglio le occasioni da gol create in avvio di gara: peraltro i sigilli decisivi portano le firme di due ex vianesi, ossia Lapo Montanari e Luca Travagliati. Durante il primo tempo, i beniamini locali sono stati capaci di fornire una prova frizzante e contraddistinta da numerosi spunti di buon livello anche in chiave offensiva. Dopo l'intervallo, l'Arcetana ha quindi avuto l'abilità di imbrigliare al meglio gli avversari: i biancoverdi hanno chiuso ogni spazio a disposizione dei rossoblù, e così gli ospiti non sono mai riusciti a creare occasioni da gol degne di nota. Il risultato scaturito oggi pomeriggio non deve certo trarre in inganno sulle reali potenzialità della Vianese, squadra che senza dubbio dispone dei numeri necessari per recitare un ruolo di primissimo piano all'interno del raggruppamento: d'altro canto, l'Arcetana ha saputo imporsi esprimendo maggiore efficienza e una più spiccata dose di personalità.
 
Come previsto, i locali si sono presentati senza gli acciaccati James Sekyere e Filippo Turci. In compenso, è da segnalare un'ulteriore novità di mercato: nella serata di sabato 2 settembre l'Arcetana ha infatti perfezionato l'ingaggio di Saimon Xhuvelaj, centrocampista classe 2003 che nella scorsa stagione ha vestito la maglia del Baiso Secchia sempre in Promozione.
Per la cronaca, al 3' Rizzuto lascia partire un'insidiosa punizione centrale: la retroguardia avversaria riesce a salvarsi in angolo. Passano due minuti, e Lusoli potrebbe sbloccare la situazione con un diagonale in piena area: la conclusione si rivela però troppo debole, e Giaroli intercetta comodamente. Al 10' è invece l'Arcetana a portarsi in vantaggio, sugli sviluppi dell'angolo battuto da Bernabei: la palla giunge ad Animah Barbari, che tocca la sfera quel tanto che basta per servire Montanari. Quest'ultimo ha quindi la prontezza e l'astuzia necessarie nel trovare lo spunto vincente da pochi passi, mandando il pallone in rete a destra di Della Corte: in buona sostanza, un gol molto simile a quello che Zinani ha messo a segno il 27 agosto nel confronto di Coppa. Per il 2-0 basta aspettare soltanto cinque minuti, quando Travagliati si rende autore di un'imperiosa azione personale: partendo dalla metà campo arcetana, l'attaccante biancoverde effettua una gran corsa sulla fascia che lo porta a sferrare un preciso diagonale all'interno dell'area rossoblù. Una conclusione di grande efficacia: ancora una volta, niente da fare per il guardiano degli "Scoiattoli". Al 26', il trainer rossoblù Iemmi deve già procedere a un cambio: Mammi non è al meglio dal punto di vista della condizione fisica, e così Peterlini prende il suo posto. Gli ospiti cercano poi una reazione al 37', quando Rizzuto scodella un pallonetto da posizione angolata in area: una mossa che dà solamente l'illusione del gol. Al 47' il nuovo arrivato Xhuvelaj sfiora quindi il tris, in seguito a una tambureggiante azione offensiva biancoverde: il suo diagonale ravvicinato viene respinto non senza difficoltà da Della Corte, che riesce a smorzare in angolo. 
 
Durante la ripresa, sùbito al 1' Rizzuto arriva a trovarsi a tu per tu con Giaroli: sembrerebbe una buona opportunità per accorciare le distanze, ma Pacella ha i riflessi pronti per sottrarre il pallone all'esperto goleador vianese. Al 15', lo stesso Rizzuto si produce quindi in un passaggio da posizione angolata che potrebbe favorire il 2-1: la sfera sfila nelle vicinanze della linea di porta a Giaroli battuto, ma nessun giocatore in casacca rossoblù è pronto per ribadire in rete. Alcuni istanti dopo la palla giunge a Cinquegrano che cerca il gol da pochi passi, ma Giaroli intercetta con sicurezza. Da lì in avanti, nessuna occasione da rete fin quasi al termine: l'Arcetana tiene il campo con autorità ed efficacia, rendendo sterile l'intessitura di gioco rossoblù. Nei tempi di recupero, l'angolo di Bernabei crea scompiglio nell'ambito dell'area vianese: Della Corte si lancia in un'uscita avventurosa, ma poi riesce ad allontanare il pallone intervenendo di pugno. 
 
"E' soltanto la prima giornata, quindi non sono affatto qui a voler pronunciare chissà quali proclami - commenta a fine gara Andrea Paganelli, trainer dell'Arcetana - Ad ogni modo, questa è una vittoria meritata e di notevole prestigio: un successo che di certo ci consegna un'ulteriore carica motivazionale in vista dei prossimi impegni di campionato. In avvio di gara, siamo stati davvero molto bravi per quanto riguarda la concretezza sotto porta: il fatto di essere andati sul 2-0 dopo appena un quarto d'ora ha rappresentato un ottimo aiuto, agevolandoci nello sviluppare il tipo di gioco che avevamo in mente. Dopo l'intervallo, i nostri ragazzi hanno saputo disputare la classica partita di sacrificio: abbiamo amministrato il vantaggio acquisito con lucidità, talento e costante impegno. In tal modo, siamo rimasti a debita distanza da ogni tipo di rischio. Più in generale, credo che la fibra caratteriale abbia rappresentato un elemento essenziale nel raggiungimento di questi 3 punti: oggi ognuno di noi ha saputo dare un contributo fattivo e concreto, dal 1° minuto fino a oltre il 90°. Senza questa dote, non saremmo riusciti a sviluppare l'alto tasso di qualità che serviva per centrare il successo: di fronte c'era infatti una rivale quanto mai solida e quadrata, e dunque nulla poteva essere lasciato al caso o ancor peggio alla distrazione".
L'agenda di domenica prossima 10 settembre prevede la trasferta a Castellarano, e al "Ferrarini" l'Arcetana avrà il compito di sfatare un vero e proprio tabù: l'ultimo successo biancoverde in trasferta risale infatti a ben 9 mesi fa. "Nel calcio, i grandi numeri sono fatti anche e soprattutto per essere smentiti - commenta Andrea Paganelli - Ad ogni modo, le cifre statistiche non devono certo condizionare quello che sarà il nostro approccio alla gara. Ci troveremo confrontati con un'altra realtà caratterizzata da notevole talento: non a caso, oggi il Castellarano ha espugnato il campo dell'Atletic Progetto Montagna piazzando un eloquente 1-5. La filosofia che dobbiamo continuare a seguire sta nel concentrarci a fondo su una partita alla volta: la tenacia e la concentrazione espresse contro la Vianese costituiscono sicuramente la via maestra per provare a sorprendere anche gli azulgrana".
 
"Peccato, perchè nei primi 10 minuti eravamo pure partiti bene - evidenzia invece Emore Iemmi, tecnico della Vianese - Durante le primissime fasi della gara, ci siamo proiettati dalle parti di Giaroli in modo assiduo e convinto. I problemi, quelli veri, sono iniziati dopo il gol di Montanari: una volta subìto l'1-0, ci siamo fatti prendere dall'eccessiva foga di voler pareggiare in modo pressochè immediato. Di fatto, avevamo ancora quasi tutta la partita davanti a noi: dunque bisognava prendersi il tempo necessario per costruire azioni più ragionate e per correre meno rischi, un atteggiamento che magari avrebbe potuto permetterci di ribaltare la situazione a nostro favore. Viceversa, la troppa fretta di raggiungere l'1-1 ha favorito il raddoppio da parte dei biancoverdi: dopo cinque minuti ci siamo fatti trovare del tutto scoperti, e così Travagliati ha avuto buon gioco nel trovare nuovamente la via della rete. Come se non bastasse, si è aggiunto l'inghippo legato a Mammi: la sua uscita dal campo ha costretto a ridisegnare in corsa gli assetti difensivi, compito tutt'altro che semplice soprattutto quando si sta perdendo 2-0. Da lì in avanti, per noi la situazione è diventata sempre più complessa con il passare dei minuti: le fatiche hanno avuto un peso crescente anche a causa del caldo, e poi l'Arcetana ha fatto valere in modo costante il suo tipo di manovra così validamente strutturato. Comunque, lo ripeto: peccato, perchè dal punto di vista del gioco eravamo addirittura riusciti a fare qualcosa di meglio rispetto alla sfida di Coppa". Domenica prossima la Vianese riceverà il Nextgen Terre di Castelli: "Ora non bisogna affatto drammatizzare, ci mancherebbe altro - rimarca Iemmi - La sconfitta scaturita qui ad Arceto è soltanto uno dei tanti passaggi che questo campionato così complesso ed equilibrato ha in serbo: la mia fiducia nei confronti del nostro organico continua a essere più che ferma". 
 
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 04/09/2023
Tempo esecuzione pagina: 0,07030 secondi