Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

IL MONTECCHIO VINCE 1-0 CON IL FARO E "VEDE" L'ECCELLENZA

Montecchio 1

Faro Coop 0

Marcatori: al 28’st Nouvenne.

Montecchio: Terzi, Pavarini, Neri, Oliomarini, Contini, Blotta, Longhi (dal 30’st Frontera), Bassoli, Attolini, Iaquinta (dal 40’st Dallari), Silipo (dal 15’st Nouvenne). A disp.: Bartoli, Le Piane, Bandaogo, Samuel Mirabella, Marco Mirabella, Dallaglio. All.: Capanni.

Faro Coop: Masinara, Borgognoni, Bisoli, Biffoni (dal 25’st Dahbi), Farini, Lenzi, Haber (dal 40’st Peri), Castro, Garini, Satalino (dal 30’st Berti), Barzani. A disp.: Cumanı, Landi, Pasquali, Signori, Carboni, Vitali. All.: Cati.

Arbitro: Cristoferi di Finale Emilia, coadiuvato da Ravaioli di Ravenna e Alemani di Forlì.

Note: spettatori 400 circa. 

Castelvetro (Mo) – Il Montecchio vince la semifinale play off contro il Faro e ora è pronto per il ripescaggio in Eccellenza. La promozione dei giallorossi è praticamente certa, in quanto il Tonnotto San Secondo, che ha vinto il Girone A di Promozione, ha rinunciato alla categoria, mentre Vignolese e Castelvetro, entrambe in Eccellenza, si stanno fondendo, liberando quindi due posti per le finaliste dei play off di Promozione. Domenica 11 giugno, in campo neutro, alle 16,30, il Montecchio affronterà in finale il Reno, che, a sua volta, ha battuto il Vis Novafeltria per 2-1 nell’altra semifinale, ma sarà soltanto una passerella per entrambe le formazioni. Di fronte a oltre 400 persone, allo stadio Venturini di Castelvetro il Montecchio batte il Faro 1-0 con uno splendido gol di testa del giovane Nouvenne, classe 2003 al termine di una partita estremamente equilibrata, che complessivamente, comunque, i giallorossi hanno meritato di vincere. 

Il Montecchio scende in campo senza due punti di forza come Bevilacqua e Zavaroni, tant’è che mister Capanni si vede costretto a rivoluzionare centrocampo e attacco, riportando in campo dal primo minuto Jacopo Oliomarini al fianco di Neri al centro della difesa, con capitan Matteo Longhi schierato a centrocampo nel ruolo di mezzala destra. In avanti, invece, viene promosso titolare il giovane Silipo, classe 2004, centravanti della Juniores, aggregato comunque in pianta stabile alla prima squadra praticamente dall'inizio.

La partita inizia con una ventina di minuti con tanto equilibrio e molti contrasti a centrocampo, poi il Montecchio ha iniziato giocare, creando anche diverse azioni pregevoli, mentre il Faro ha spesso gettato la palla in avanti, per poi attaccare le seconde palle. Nella prima frazione di gioco non ci sono grandi occasioni, soltanto al 32’ Iaquinta dal limite cerca il gol, ma il suo tiro termina alto. Al 38’ risponde il Faro con una conclusione di Masinara dal limite che impegna Terzi pronto a respingere il pallone in calcio d’angolo.

Nel secondo tempo i due allenatori non effettuano cambi, almeno all’inizio, ma dopo poco, mister Capanni getta nella mischia il giovane Nouvenne, classe 2003, al posto di Silipo, schierandolo quindi al fianco di Matteo Attolini. Il bomber entra subito in partita e dopo pochi minuti tocca il pallone, su traversone in area, ma non trova lo specchio della porta. Al 27’ Longhi crossa da sinistra per la testa di Matteo Attolini che manda il pallone alto. Il Faro non reagisce e un minuto dopo il Montecchio segna il gol partita: corner da destra di Simone Blotta per la testa di Nouvenne che insacca sotto l’incrocio dei pali alla sinistra del portiere felsineo.

Il Faro non ci sta e reagisce, ma Terzi dice di no a un tiro da fuori di Haber. Poco dopo sempre il centravanti ospite sfiora di nuovo il pareggio con una gran giocata dal limite e un tiro a rientrare che si stampa sulla traversa e finisce sul fondo. Al 42’ il neo entrato Omar Dallari, futuro vice di Capanni nel ruolo di allenatore-giocatore, prova a chiudere la gara con un missile dal limite, ma il tiro è alto. Poi il Montecchio esulta: è in finale… e in Eccellenza.

IL TECNICO ANDREA CAPANNI (MONTECCHIO)

“E’ stata una classica partita da fase finale, molto contratta e spigolosa. Nei primi minuti si è giocato solo a centrocampo: i nostri avversari la buttavano lunga e facevano la guerra sulle seconde palle, mentre noi abbiamo cercato di giocare a calcio e abbiamo fatto anche cose belli. Poi è arrivato lo splendido gol di Nouvenne di testa al quale loro hanno cercato di rispondere con due conclusioni del loro centravanti, che ha colpito anche una traversa, ma di fatto siamo stati noi ad aver sbagliato il raddoppio in almeno un paio di occasioni. A mio avviso siamo in Eccellenza e la patita di domenica contro il Reno, che non conosco, sarà soltanto una passerella. Attualmente ci sono due posti in Eccellenza perché il Tonnotto si è fuso col Colorno e la matricola l’ha presa il San Secondo che ripartirà dalla Prima categoria, mentre la Vignolese si è fusa col Castlvetro; poi c’è sempre il discorso di Agazzanese e Progresso; insomma i posti sono due, ma potrebbero essere anche tre”.

Mister, al suo primo anno a Montecchio ha compiuto un vero e proprio miracolo…

“Dire di sì. Da come siamo partiti, da come parlavamo l’estate scorsa, direi che abbiamo fatto un salto di qualità incredibile: abbiamo atto qualcosa di unico. I ragazzi sono stati bravi e lo siamo stati anche noi dello staff grazie a un gruppo che ha lavorato in grande sintonia. Questa promozione rimarrà scolpita negli annali e nella storia del Montecchio e di questo ne siamo estremamente fieri”.

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 02/06/2023
Tempo esecuzione pagina: 0,06105 secondi