Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

FINISCE 1-1 TRA FIDENTINA E ARCETANA

Eccellenza, pari in rimonta per l'Arcetana sul campo della Fidentina: vantaggio amaranto con Agostinelli, poi Bernabei rimedia su rigore. Mister Rossi: "Dal punto di vista del gioco non abbiamo espresso ciò che speravo, soprattutto in chiave di attacco. In compenso i nostri ragazzi hanno messo in campo una fortissima dose di convinzione e carattere, doti da cui dovremo ripartire in vista del difficile duello interno con l'Agazzanese"

FIDENTINA - ARCETANA  1 - 1

RETI: 11'st Agostinelli (F), 26'st rig. Bernabei (A).

FIDENTINA: Bumbac, Agostinelli, Leporati, Coscelli, Spagnoli, Rieti, Varani (dal 1'st Piscicelli), Compiani (dal 1'st Russo), El Hani, Pasaro, Delgrosso (dal 1'st Terranova). A disp.: Ghiretti, Venturini, Petrelli, Illari, Visconti, Castelluzzo. Allenatore: Francesco Montanini.

ARCETANA: Giaroli, Bonacini, Setti, Cavazzoli, Foderaro (dal 37'st Monti), Canalini, Sekyere, Cristiani (dal 18'st Lusoli), Ouattara, Bernabei, Davitti (dal 13'st Travagliati). A disp.: Burani, Casoni, Andreoli, Corradini S., Carpio, Marino. Allenatore: Ivano Rossi.

ARBITRO: Mantelli di Bologna (assistenti Colangelo di Reggio Emilia e Assiro di Parma). 

NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti Leporati e Rieti (F), Cavazzoli e Sekyere (A).

Fidenza (Parma), 30 aprile 2023 - La trasferta al "Ballotta" di Fidenza poteva essere ben più fruttuosa per l'Arcetana: in compenso la formazione allenata da Ivano Rossi ha comunque colto un punto significativo e di buona importanza, che tiene i biancoverdi in piena corsa per raggiungere l'agognato traguardo dello spareggio playout. Oggi si è giocato per il penultimo capitolo del girone A di Eccellenza: nel complesso, la suddivisione della posta in palio fotografa in maniera efficace l'andamento della partita. La Fidentina si è presentata all'appuntamento odierno con la salvezza già in tasca: nonostante ciò, i padroni di casa hanno ugualmente proposto un calcio molto vivace e propositivo. Partita vera, con una buona quantità di occasioni offensive da ambo le parti.

Per quanto riguarda nel dettaglio la cronaca dell'incontro, i primi spunti di rilievo sono di marca amaranto. Al 12' El Hani lascia partire un gran rasoterra dal limite: la sfera termina a lato soltanto per una questione di pochi centimetri. Ancora Fidentina al 17', quando Varani lascia partire un pregevole diagonale all'interno dell'area dopo aver raccolto il pregevole suggerimento di Pasaro: anche in questo caso, la sfera finisce non di molto fuori. Nelle fasi successive, l'Arcetana prende coraggio: al 23' Davitti aggancia bene il pallone fornitogli da Bernabei per poi concludere solo davanti al portiere, ma la palla si perde alta sulla traversa. Al 38', i biancoverdi vanno vicinissimi al gol in ben due circostanze. Sugli sviluppi di una rimessa laterale effettuata da Bonacini, Varani colpisce il palo nel tentativo di rifugiarsi in angolo: a quel punto la retroguardia di casa effettua un rinvio corto, che favorisce lo stesso Bonacini. L'esperto difensore ospite calcia quindi a colpo sicuro dal limite dell'area: Bumbac è fuori causa, ma la palla va a stamparsi sul palo interno. L'Arcetana insiste, e al 44' cerca la via del gol attraverso un contropiede: Cavazzoli serve col contagiri Davitti e quest'ultimo lascia partire un imperioso tiro in piena area, ma la conclusione si rivela ancora una volta troppo alta. 

Nella ripresa, all' 11' la Fidentina sblocca la situazione in proprio favore: il gol nasce da un'efficiente triangolazione che vede per protagonisti Terranova, Pasaro e Agostinelli. E' proprio Agostinelli a individuare il momentaneo 1-0, realizzando da posizione ravvicinata. Passa appena un minuto, e i beniamini locali potrebbero addirittura raddoppiare con una ficcante ripartenza: dopo aver ricevuto il pallone proveniente dal preciso spunto di Pasaro, Russo entra in area e lascia partire un potente diagonale che trova tuttavia la pronta opposizione di Giaroli. Il guardiano biancoverde smorza la palla in angolo, evitando così il 2-0. Al 19' l'Arcetana risponde con la fiondata di Bernabei su punizione: Bumbac chiude in due tempi. Al 21' i biancoverdi sono totalmente riversati in avanti, ma El Hani è lesto nell'impossessarsi della sfera per poi lanciarsi in un veloce contropiede: il numero 9 amaranto arriva così a tu per tu con Giaroli, ma l'attaccante viene anticipato dall'astuta uscita del portiere. Al 23' Piscicelli compie un traversone a beneficio di Pasaro, e quest'ultimo calcia di sinistro dal limite: un rasoterra che viene intercettato da Giaroli in bello stile. Tre minuti più tardi, il definitivo 1-1: un traversone dalla sinistra di Bernabei spedisce la palla nel pieno dell'area amaranto, e lì Bumbac interviene su Ouattara sgambettandolo. Il direttore di gara non incontra esitazioni nell'assegnare il rigore agli ospiti: sul dischetto si presenta Bernabei che sigla l'1-1 con un'autentica sassata. Il portiere fidentino tocca la sfera, ma poi finisce egli stesso in rete insieme al pallone. Ancora sussulti al 36', quando Pasaro conclude dal vertice dell'area trovando il palo interno. Nelle fasi conclusive i biancoverdi provano più volte a scandagliare la cintura difensiva avversaria, ma non si verificano occasioni da rete degne di nota: la Fidentina sa sempre amministrarsi con ordine e lucidità. 

Adesso Cavazzoli e soci sono quintultimi in classifica a quota 38: al momento, i biancoverdi dovrebbero disputare lo spareggio playout sul campo della Modenese che è sestultima con 41 punti. La Fidentina staziona invece al 10° rango, con 49 punti.

"A dire la verità non è andata proprio benissimo, nè qui nè sugli altri campi - osserva Ivano Rossi, tecnico dell'Arcetana - A suscitare preoccupazioni è la vittoria casalinga dell'Agazzanese sul Campagnola, unitamente alla sconfitta della Cittadella Vis Modena in quel di Colorno: ora i granata piacentini stazionano al 2° posto, con soli 2 punti di vantaggio proprio sulla Cittadella. Domenica prossima 7 maggio noi ospiteremo proprio l'Agazzanese, che quindi lotterà con tutte le forze possibili per difendere il piazzamento acquisito e dunque per qualificarsi agli spareggi che mettono in palio la serie D. Abbiamo assoluto bisogno di punti, e bisognerà provare a ottenerli in una sfida casalinga che si preannuncia di incredibile complessità: d'altro canto sapevamo benissimo di essere attesi da questo tipo di calendario, e dunque ora non possiamo certo perderci in piagnistei legati all'agenda che dobbiamo affrontare".

"Per quanto riguarda il gioco espresso qui a Fidenza, devo dire che da parte dei nostri ragazzi mi sarei aspettato qualcosa di meglio - rimarca Rossi - Gli amaranto hanno potuto giocare con una serenità decisamente maggiore rispetto a noi: ad ogni modo, ci siamo resi autori di una prova meno brillante rispetto alla vittoria casalinga di domenica 16 contro il Real Formigine. Questa volta abbiamo espresso meno qualità per quanto riguarda la costruzione del gioco, specialmente in fase di attacco: si è cercato il gol puntando soprattutto sui lanci lunghi, sperando poi in qualche invenzione individuale da parte dei nostri attaccanti. Non è questa la strada da seguire: per trovare la rete bisogna sviluppare una consistente mole di gioco, senza mai stancarsi di intessere la tela dei movimenti offensivi. Cercare il guizzo del singolo giocatore è un lusso che ora non possiamo affatto permetterci".

"D'altro canto, siamo comunque riusciti a creare qualche buona proiezione dalle parti di Bumbac - rimarca il timoniere biancoverde - Si tratta comunque di un punto meritato, contro avversari che di certo non ci hanno regalato niente proprio come è giusto che sia. In particolare ritengo che vada elogiato lo straordinario carattere di quest'Arcetana: la squadra non si è mai persa d'animo neanche per un momento, nemmeno quando la Fidentina ha trovato il provvisorio vantaggio. Ciascuno dei nostri giocatori ha messo in campo parecchie energie e un forte spirito di sacrificio, dimostrando di avere la mentalità giusta per affrontare ogni ostacolo anche in questa fase così delicata della stagione. E' proprio da queste doti che dovremo ripartire in vista del confronto di domenica prossima: la salvezza attraverso i playout rimane una meta raggiungibile, e il cuore messo in campo qui al "Ballotta" è un motivo più che valido per continuare a nutrire un ragionevole ottimismo".

"Considerando l'insieme delle opportunità offensive, siamo stati noi a costruire qualcosa di più - evidenzia invece Francesco Montanini, allenatore della Fidentina - D'altro canto, il pareggio ci può stare: del resto l'Arcetana ci ha creato a sua volta qualche grattacapo, e inoltre i biancoverdi hanno avuto l'atteggiamento giusto per tenersi alla larga dal rischio di sprofondare dopo il nostro 1-0. La situazione di classifica che ci contraddistingue è tranquilla, e inoltre oggi abbiamo dovuto fronteggiare alcune assenze di rilievo: tuttavia, non ci siamo affatto risparmiati in quanto a sforzi. Del resto questa è stata l'ultima partita stagionale di fronte al pubblico del "Ballotta": di conseguenza ci tenevamo parecchio a fare bene, vincendo o almeno evitando di salutare la platea amaranto con una sconfitta. Al tempo stesso, in bocca al lupo alla squadra di mister Ivano Rossi: anche stavolta ho visto un'Arcetana solida e ben disposta in campo, che senza dubbio può contare su buone carte da giocare in chiave salvezza".

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 30/04/2023
Tempo esecuzione pagina: 0,07330 secondi