Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

MANTOVANI, HO TEMUTO IL PEGGIO, MI HANNO SALVATO QUELLI DELL'INTER!

I testimoni parlano di "una violenza inaudita". Emiliagol racconta quanto successo in Inter Club Parma Sala Baganza

 

Bymanso - Inter Club – Sala Baganza fino all' 87° era stata una partita più che corretta, e vedeva i più quotati nerazzurri in vantaggio per 2-1. Due squadre di centro classifica, che seppur militando in Terza Categoria, hanno nel settore giovanile il loro importante impegno e per questo vanno sempre e comunque elogiate.

“Epperò”, poi succede che per un fallo di trattenuta, si possano scatenare reazioni spropositate, che con il calcio hanno a volte a che fare, ma che per quello che intendiamo noi, non dovrebbero mai accadere, ma che non c'entrano per nulla con le respnsabilità delle Società stesse. 

Veniamo al racconto di questo fallo di trattenuta che ha scatenato tutto 'sto casino!!.

Correva il minuto 87, quando il giocatore dell' Inter Club Parma, Palmeri, da poco entrato in campo, veniva trattenuto dal giocatore Mattia Mantovani, mentre si invola verso la porta del Sala Baganza.

Trattenuta della maglia in velocità, che provoca la caduta di entrambi i giocatori con relativo intreccio di gambe. A questo punto Palimeri, il giocatore che ha subito il fallo di gioco, si rialza, e secondo le testimonianze in nostro possesso, colpisce Mantovani, con una testata un pugno e svariati calci. Un' aggressione di “violenza inaudita” l'hanno descritta i presenti di entrambe le Società, tanto, che alla fine, Mantovani del Sala Baganza avrà come responso dal pronto soccorso, la rottura del setto nasale e la rottura di un dente.

A quel punto, il Sala Baganza ritira la squadra, e l'arbitro, che nel frattempo aveva espulso il giocatore dell' Inter Club, è stato costretto dopo il parapiglia generale (cinque interminabili minuti di animate discussioni) a sospendere la partita per il ritiro appunto dei Salesi, che scioccati dall' episodio, non ne han più voluto sapere di finire la partita.

Intervento, di rito, della Polizia al campo e corsa in ospedale per Mattia Mantovani che sanguinava copiosamente dal naso, raggiunto in un secondo momento all'ospedale da Palmieri, che anche lui ha accusato un taglio in testa e un dolore al collo, tanto che han provveduto a mettergli un collare.

Ora veniamo a quanto ci han raccontato le “due parti” in causa;

Le testimonianze concordano sul fatto dell'inaudita violenza (due amici di Emiliagol: “cose mai viste in un campo di calcio”), ma che differiscono sul perchè e sul per come è successo il fattaccio.

Il Presidente Restano dell' Inter Club, ci ha raccontato che nel cadere dopo la trattenuta, Mantovani avrebbe scalciato Palmeri colpendolo alla testa e questo sarebbe stato il motivo scatenante che ha portato alla “spropositata reazione” del suo tesserato di cui ha visto il pugno e i calci, ma non la testata. Il Presidente ha voluto aggiungere, che il ragazzo (Palmeri), si è sempre comportato benissimo e che mai e poi mai si sarebbe aspettato di vederlo compiere quell'atto, che ci tiene a definire incondivisibile e spropositato.

Mattia Mantovani, sentito appena uscito dal pronto soccorso, ci ha testimoniato in diretta che le lastre hanno confermato la rottura del setto nasale (30 giorni di prognosi) e prima di raccontarci come sono andate le cose, ha voluto ringraziare quei quattro o cinque giocatori dell' Inter Club, che fermando il loro compagno, lo hanno sottratto da guai ben peggiori, perche Palmeri "non sembrava volersi fermare".

Mantovani, un altro suo compagno e il “factotum” del Sala Baganza nonché ex giocatore e ex mister Benecchi, ci hanno raccontato del fallo di trattenuta, della caduta a terra, e della reazione spropositata già raccontata.

Mister Benecchi: “Manso, nella mia storia nel calcio, mai ho visto una cosa del genere, ho davanti agli occhi quella scena, e non riesco a togliermela. Davvero ho temuto il peggio, perchè l' aggressione è stata di una violenza inaudita!”

Quindi per la parte Sala Baganza, c'è la testata, ci sono i pugni e ci son i calci.

Come finirà, non è dato a sapersi, anche se ci pare ovvio che dovrà intervenire la magistratura per le ovvie denunce del caso.

Le notizie che abbiamo noi, son che l'arbitro avrebbe visto “lo scalciare” ricevuto durante la caduta da Palmeri e poi la sua reazione; e per questo lo avrebbe espulso. Nulla si sa, dell'espulsione di Mantovani, ma quel che è certo se interessa a qualcuno, è che il Giudice Sportivo dopo aver dato la vittoria a tavolino per 3-0 all' Inter, dovrà prendere provvedimenti sulla squalifica del o dei giocatori interessati. Anche il ritiro dalla gara, implica squalifiche e multe, e quindi prevediamo del lavoro in “botega” per il Giudice di Parma.

L'idea, ognuno se la può fare come meglio vuole, certo è che tutta quella violenza e quella forza distruttiva da uno che poi finisce all'ospedale con un collare, è cosa che lascia alquanto perplessi.

10 giornate per una frase razzista? Bene, cara mia FIGC, questi son atti da squalifiche annuali, perchè una frase non ha mai ucciso nessuno, mentre questi atti, mettono davvero in pericolo le vite altrui!

E si, per un pugno si può morire!!

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 18/02/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,16561 secondi