Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

L' ARCETANA TORNA DA FORMIGINE CON TRE BEI PUNTI

Eccellenza, l'Arcetana piazza il blitz a Formigine e festeggia il secondo successo di fila: gol decisivo dell'ex verdeblù Canalini. Pivetti: "Una sfida che abbiamo interpretato al meglio, fornendo una prova brillante. Siamo stati capaci di stringere i denti quando necessario, senza tuttavia rinunciare a proiettarci in avanti". Mercato, due novità per la difesa biancoverde: arriva Carpio e torna Pacella
 

REAL FORMIGINE - ARCETANA  0 - 1

RETE: 10'pt Canalini.
REAL FORMIGINE: Di Gennaro, Vacondio (dal 32'st Iattici), Mondini, Marverti, Ricaldone, Ashong, Hoxha, Caselli M., Habib, Cremaschi, Digesù (dal 20'st Ruini). A disp.: Cornia, Boschetti, Nocetti, Balestri, Cavani, Dallari, Negri. Allenatore: Umberto Sarnelli.
ARCETANA: Giaroli, De Martino, Setti, Cavazzoli, Canalini, Foderaro, Lusoli, Cristiani, Davitti (dal 34'st Zampino), Bernabei (dal 20'st Travagliati), Sekyere. A disp.: Burani, Corradini S., Carpio, Pacella, Monti, Casoni, Corradini F. Allenatore: Pierfrancesco Pivetti.
ARBITRO: Gippetto di Reggio Emilia (assistenti Cherni di Bologna e sig.ra Russo di Piacenza).
NOTE: spettatori 250 circa. Espulsi al 44'st i mister Sarnelli (R) e Pivetti (A) per proteste.
 
Formigine (Modena), 4 dicembre 2022 - Seconda vittoria consecutiva per l'Arcetana: stavolta i biancoverdi hanno piazzato un brillante blitz, sul campo di una tra le formazioni più ostiche di tutto il girone A di Eccellenza. Oggi pomeriggio, in occasione del 17° turno, la compagine allenata da Pierfrancesco Pivetti ha sbancato nientemeno che il "Pincelli" di Formigine: di fronte c'erano ovviamente i padroni di casa targati Real, che si sono presentati all'appuntamento odierno forti del quinto posto in classifica.
Andando con ordine, nell'Arcetana sono innanzitutto da segnalare due novità di mercato che riguardano la fase difensiva. Nassim Carpio, classe 2003, è stato prelevato dal Lentigione a titolo definitivo: va inoltre evidenziato il ritorno del 23enne Alberto Pacella, che fino a pochi giorni fa era in forza al Castelvetro con la formula del prestito. Entrambi hanno preso parte alla trasferta di Formigine, pur non scendendo in campo. Per quanto concerne invece l'infermeria, come previsto gli ospiti hanno dovuto fare a meno di Gabriele Mammi, Luigi Andreoli, Alessandro Bocedi e Simone Corradini: quest'ultimo ha trovato posto in panchina, ma senza avere minutaggio. Peraltro al lungo elenco di assenze si è aggiunta l'ulteriore defezione di Roberto Bonacini, bloccato da improvvisi problemi fisici comunque di lieve entità. 
 
Un'Arcetana quindi decimata, che però è ugualmente riuscita a trovare gli spunti giusti: sia sul piano del gioco, sia dal punto di vista caratteriale. Per la cronaca, il gol-partita arriva già in avvio di gara: l'autore del definitivo 0-1 è il grande ex di turno Alessio Canalini, a bersaglio da posizione centrale in area con un'imperiosa stoccata che non lascia scampo a Di Gennaro. A seguire il Real Formigine non rimane certo a guardare, tant'è vero che i verdeblù vanno vicini al gol con le conclusioni di Matteo Caselli e dell'ex biancoverde Judmir Hoxha: tuttavia la retroguardia ospite sa sempre gestirsi con ordine, ed evita sempre di concedere eccessivo spazio alle pur tenaci manovre modenesi. In più, l'Arcetana non pensa soltanto a chiudersi: prima dell'intervallo è da segnalare il tentativo da buona posizione firmato da Sekyere, che non va a segno davvero per un soffio. Nella ripresa, il Real Formigine sfiora il pareggio soprattutto con il palo colpito da Cremaschi: al tempo stesso i biancoverdi sono comunque vivaci nell'area avversaria, grazie a manovre ben orchestrate in primo luogo da Davitti, Bernabei e Travagliati. Tra un rovesciamento di fronte e l'altro, il punteggio non cambia più fino al termine: gli ospiti salgono così a quota 21 e ora occupano l'undicesima piazza in classifica, quattro lunghezze al di sopra della zona play out. Il Real Formigine resta invece a 30, e con questo passaggio a vuoto è sceso al 7° posto.
 
"Un successo meritato e per nulla semplice da ottenere - commenta a fine gara Pierfrancesco Pivetti, trainer dell'Arcetana - Noi abbiamo dovuto fronteggiare assenze di grande rilievo: inoltre, il Real Formigine rientra a pieno titolo tra le squadre meglio assortite e attrezzate del girone A. D'altro canto i nostri ragazzi si sono rivelati in grado di interpretare la partita nel migliore dei modi, fin da sùbito: nessun timore reverenziale, e al tempo stesso grande concentrazione nell'inseguire la vittoria in maniera convinta. Entrambe le squadre hanno avuto pregevoli occasioni per trovare la via del gol, e questo va detto - rimarca il timoniere biancoverde - In varie circostanze l'Arcetana ha saputo stringere i denti, con efficacia e spirito di sacrificio: tuttavia, in molti altri momenti siamo stati in grado di creare ottime opportunità a livello offensivo. In buona sostanza, questa vittoria è nata da una miscela vincente tra sofferenza e brillantezza: un successo che vale parecchio pure sotto il profilo psicologico, specie considerando il periodo da cui provenivamo. Come è noto, tra ottobre e novembre ci siamo trovati ad attraversare settimane davvero cupe per quel che concerne i risultati - rimarca Pivetti - Pur fornendo prove quasi sempre alll'altezza della situazione, abbiamo inanellato ben 7 partite senza vittorie. Adesso, il gioco di qualità ci sta finalmente tornando a portare buoni risultati: è stato così domenica 27 novembre in casa con il Campagnola, ed è accaduto pure stavolta qui a Formigine".
 
Giovedì prossimo, 8 dicembre, l'Arcetana tornerà alla ribalta per il secondo capitolo di questa intensissima settimana: appuntamento in via Caraffa per il duello con la Fidentina, che oggi ha riportato un pari casalingo senza reti con il Castelvetro. "Un altro impegno tutt'altro che agevole, che si inserisce in un mese di dicembre davvero fitto di impegni - sottolinea il tecnico biancoverde - Si profilano quindi nuovi e gravosi sforzi, da non sottovalutare affatto: in compenso, credo fermamente che il nostro gruppo sia pronto per affrontarli con efficienza sotto ogni punto di vista". 
 
"Innanzitutto devo complimentarmi con i nostri avversari di oggi - afferma quindi Daniele Vacondio, esperto difensore del Formigine - L'Arcetana ha sviluppato un tipo di manovra convincente e mai banale, proprio come ci aspettavamo: i biancoverdi hanno saputo essere più ficcanti e cinici rispetto a noi, e ciò ha rappresentato un aspetto di basilare importanza nel portarli a centrare questi 3 punti. Al tempo stesso, per quanto ci riguarda, ritengo pure che questa sconfitta suoni come una punizione eccessiva: noi abbiamo creato di più a livello di occasioni da gol, e il fatto di non avere finalizzato le numerose opportunità create è un difetto che ci è costato parecchio caro. Tutto ciò senza dimenticare l'episodio che ha dato origine alla rete decisiva: gran gol di Canalini, ma si è trattato di un'azione che avremmo benissimo potuto stoppare e neutralizzare sul nascere. Inoltre, a mio parere c'è stata anche qualche discutibile decisione arbitrale a nostro sfavore - aggiunge Vacondio - Per esempio l'intervento in area su Caselli a 20 minuti dal termine, una circostanza che secondo me aveva tutti gli estremi del rigore. In ogni caso, la sconfitta ha ben altre ragioni: siamo stati frizzanti ma poco concreti, e la mancanza di incisività ci ha condotti a questa battuta d'arresto. In ambito generale, la classifica continua comunque a premiarci: un motivo in più per riprendere sùbito slancio in vista del prossimo impegno, giovedì 8 sul campo della Vignolese".
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 04/12/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,06975 secondi