Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

IL CASTELFRANCO PASSA 2-1 SUL DIFFICILE CAMPO DELL'ARCETANA

Eccellenza, il rigore trasformato da Davitti e un buon 2° tempo non bastano all'Arcetana: il campionato biancoverde si apre con la sconfitta casalinga contro la Virtus Castelfranco. Pivetti: "Peccato perchè il pari sarebbe stato ben più giusto, ma sono comunque emersi molti buoni spunti da cui ripartire"
 

ARCETANA - VIRTUS CASTELFRANCO  1 - 2

RETI: 6'pt e 16'pt Bertetti (V), 20'st rig. Davitti (A).
ARCETANA: Giaroli, Corradini (dal 1'st Mammi), Foderaro (dal 23'st Setti), Cavazzoli (dal 23'st Monti), Canalini, Bonacini, Okoduwa (dal 1'st Travagliati), Cristiani, Davitti, Bernabei (dal 41'st Marino), Zampino. A disp.: Burani, Pirruccio, Bocedi, De Martino. Allenatore: Pierfrancesco Pivetti.
VIRTUS CASTELFRANCO: Gibertini, Tesone, Hajbi, Barbieri (dal 29'st Caesar), Casarano, Pepe (dal 21'st Posponi), Mantovani (dal 44'st Lodi), Timperio, Bertetti, Zito (dal 25'st Assouan), Nait (dal 13'st Cantarello). A disp.: Nicolosi, Mecorrapaj, Meschiari, Adusei. Allenatore: Mirko Fontana.
ARBITRO: Manassero di Piacenza (assistenti Latifi e Vegezzi di Piacenza).
NOTE: spettatori 400 circa. Ammoniti Cavazzoli e Setti (A), Casarano, Pepe e Bertetti (V).
 
Arceto, 28 agosto 2022 - Arcetana a secco nella prima giornata del nuovo campionato di Eccellenza. Oggi pomeriggio la Virtus Castelfranco ha violato il "Comunale" di via Caraffa, imponendosi in una gara disputata davanti a una foltissima cornice di pubblico: parecchi gli addetti ai lavori che hanno seguito l'incontro, tra cui anche il presidente della Figc regionale Simone Alberici. 
Il primo tempo si è concluso sullo 0-2 a favore degli ospiti, che fino al 45' hanno sicuramente messo in campo un consistente tasso di energie e brio. Tuttavia, nella ripresa il copione ha seguito binari ben differenti: l'azione della Virtus si è man mano affievolita, mentre i padroni di casa sono riusciti ad acquisire sempre più efficienza e tenacia. La vivacità dell'Arcetana è cresciuta ulteriormente dopo il rigore trasformato da Davitti, che di fatto ha riaperto la contesa: da lì in avanti la squadra di mister Pivetti ha più volte sfiorato il punto del pari, ma il fortino della Virtus Castelfranco è sempre stato in grado di reggere fino al termine.
 
Parlando nel dettaglio dei cenni di cronaca, al 3' Okoduwa offre un buon suggerimento a Bernabei: quest'ultimo conclude a botta sicura in piena area, ma Gibertini si oppone con maestria. Tre minuti dopo, i biancogialli sbloccano la situazione in proprio favore: nella fattispecie l'ex di turno Zito serve col contagiri Bertetti, e quest'ultimo lascia partire un colpo di testa ravvicinato che manda la sfera a insaccarsi millimetricamente a destra di Giaroli. Al 14' Davitti viene a trovarsi a tu per tu con l'estremo difensore avversario, ma anche stavolta Gibertini riesce ad amministrarsi bene: così il portiere subisce l'intervento da parte dell'attaccante biancoverde, e l'azione sfuma. Al 15' Bertetti ci prova ancora di testa, stavolta su spunto di Nait: Giaroli blocca con efficacia sulla propria destra. Tuttavia il raddoppio della Virtus Castelfranco non è affatto lontano, e deriva da un'azione molto simile a quella che ha determinato lo 0-1: al 16' Zito lascia partire un ottimo diagonale all'interno dell'area, e sùbito dopo Bertetti non incontra alcuna difficoltà nel ribadire la palla in rete da pochi passi. Al 20', Okoduwa conclude da centroarea sugli sviluppi dell'angolo di Cristiani: la retroguardia ospite spedisce in angolo. Al 25' Davitti compie poi un pregevole dribbling, che termina con un imperioso diagonale angolato dal limite: Gibertini è costretto a un non facile intervento sulla propria sinistra. Al 28' Nait cerca la via della rete con un tiro dalla distanza, e la sfera si perde non di molto fuori a sinistra di Giaroli. Al 33', Gibertini abbassa di nuovo la saracinesca sulla gran punizione di Bernabei: sette minuti più tardi Zito serve ancora una volta Bertetti, e il numero 9 biancogiallo lascia partire un diagonale che si perde appena fuori a sinistra di Giaroli.
 
Nella ripresa, al 2' Zito da pochi passi fa tremare la difesa biancoverde: Giaroli riesce però a smorzare la palla in angolo. Al 7' Zampino ha quindi un'occasionissima per dimezzare il divario con un gran tiro da posizione angolata: la sfera finisce di poco fuori, a sinistra dell'estremo modenese. Al 20' Pepe interviene in piena area su Davitti, e l'arbitro assegna sùbito il rigore ai biancoverdi: sul dischetto si presenta lo stesso Davitti, che realizza l'1-2 in maniera impeccabile. Di lì a poco Bernabei trova anche il punto del possibile 2-2, ma l'arbitro annulla ravvisando un fuorigioco: l'Arcetana comunque non molla affatto, e al 39' Gibertini intercetta con prontezza il pallone proveniente dal colpo di testa firmato Davitti. In pieno recupero, Cristiani esegue una punizione dalla distanza: la palla giunge a Canalini che potrebbe piazzare la stoccata vincente a ridosso della rete, ma il suo tentativo si trasforma di fatto in un passaggio a beneficio di Gibertini. Poco dopo Assouan cerca il gol dell'1-3 da fuori area: la conclusione si perde non di molto a lato.
 
"Il pareggio avrebbe fotografato l'andamento della sfida in modo molto più veritiero - evidenzia a fine gara Pierfrancesco Pivetti, trainer dell'Arcetana - Complimenti alla Virtus Castelfranco, che può contare su ottime individualità e su una pregevole organizzazione di gioco: tra l'altro, loro hanno avuto l'abilità e la lucidità necessarie per sfruttare e capitalizzare al meglio le vicende del primo tempo. La prima rete di Bertetti è stata davvero da cineteca, mentre la seconda deriva da una distrazione che abbiamo commesso perdendo palla. D'altro canto, nei primi 45' noi non siamo affatto rimasti a guardare: a seguire, durante la ripresa credo che la nostra superiorità sia stata evidente. Oltre al rigore di Davitti, siamo riusciti a creare varie altre occasioni per ottenere quantomeno un punto: il tutto con una preparazione iniziata appena 12 giorni fa, il 16 agosto, e con tre assenze importanti come avevamo oggi. Va infatti ricordato che stavolta eravamo privi di Lusoli, Sekyere e Andreoli - rimarca Pivetti - Tre defezioni non certo di poco conto". Domenica prossima, 4 settembre, i biancoverdi cercheranno riscatto sul campo bolognese dell'Anzolavino: oggi i felsinei hanno pagato dazio a Campagnola, col punteggio di 3-1. "Impossibile fare valutazioni così approfondite sui prossimi avversari, perchè si tratta di una squadra che al momento non conosciamo così bene - sottolinea il timoniere biancoverde - Ripartiremo da quanto di buono abbiamo saputo costruire contro la Virtus Castelfranco, soprattutto per quel che concerne il secondo tempo: inoltre gli assenti rientreranno, e ciò rappresenterà senza dubbio un buon aiuto per noi".
 
"Vittoria davvero preziosa, sul campo di avversari tutt'altro che agevoli da affrontare - commenta quindi il tecnico biancogiallo Mirko Fontana - Anche se oggi è risultata perdente, ritengo senza tentennamenti che l'Arcetana abbia tutti i mezzi a disposizione per costruire un ottimo percorso in campionato. Parlando di noi, al di là dei tre punti in classifica, questo successo ha un significato davvero confortante: durante gli allenamenti e i test precampionato avevamo riscontrato qualche difficoltà di troppo, ma la prova fornita oggi qui ad Arceto costituisce senza dubbio un pregevole segnale di miglioramento. In particolare, nel corso della prima frazione di gioco siamo riusciti a disputare una grande partita - prosegue Fontana - Dopo l'intervallo i biancoverdi hanno assunto un assetto ancora più offensivo, e peraltro l'ingenuità commessa sul rigore ha permesso agli avversari di accorciare le distanze: dunque noi abbiamo dovuto stringere i denti, ma siamo comunque stati capaci di reggere fino in fondo fornendo davvero un'ottima prova di carattere. Ora, nessun volo pindarico: qui alla Virtus si è aperto un nuovo corso, e l'obiettivo di base resta comunque quello di salvarci".

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 29/08/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,08076 secondi