Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Edizione provinciale di Parma


Zero Dieci Quinta Puntata 23-10

Vai alla galleria

 

 

 

 

 

   

Voto 10 - A Emiliagol che è riuscita a “smascherare”  Tv Parma, che a corto di ospiti, ha fatto travestire nella trasmissione “a casa di Romenghi”  Jo’ Ferrari da Marco Giovati. Il forte dubbio ci è venuto quando abbiamo visto quel “coso” nel taschino e quando abbiamo sentito fare i soliti discorsi. Allora ci siam detti: “ quello non può essere Marco”.  Bene, con una telecamera a raggi speciali che ci ha prestato Max Ravanetti, siamo riusciti con relativa facilità a scoprire l’arcano (vedi le due foto). Dopo questa nostra piccola “denuncia” siamo sicuri che Tv Parma prima di ripetere l’esperimento ci penserà su bene, perché oltretutto non so quanto a Marco Giovati sia piaciuta la performance di Jo’ Ferrari. Marco è Marco e Jo’ è Jo’, perchè se Jo' è Marco, Marco non può che essere Jo'.  O forse sbaglio?

Voto 9 – A Patrick Fava Mister del Sant’Ilario che alla sua prima esperienza con la Categoria si sta togliendo grandi soddisfazioni in un ambientino che definirlo “niente male” è riduttivo. Domenica è andato a vincere con un perentorio 3-1 sul campo del Luzzara del Mister parmigiano Dall’ Asta (ex basilica 2000) e lo ha sopravanzato in classifica. Dopo le triste vicende della domenica prima, non era sicuramente facile fare l’impresa, ma Patrick c’è riuscito. Al Bardi, che viste le difficoltà in fase difensiva ha pensato di contattare il mitico Capitano della Valtarese Gianmarco Bozzia (44 anni), offrendogli oltre che la maglia numero sei anche la cittadinanza onoraria. E’ il destino dei grandi fare i salvatori della patria. Questo è certo e provato dalla fiabe e dalla storia. Però stasera sono un po’ confuso e non capisco bene di che patria stiamo parlando? Di quella onoraria di Bardi o di quella di nascita di Borgotaro?      

Voto 8 – A Orlandi del Carignano che con una doppietta ha tenuto i suoi nella parte altissima della classifica e ha impedito la sconfitta nel derby con il Monticelli. Stesso voto ai giocatori del Borgotaro e del Ghiare, che con stoico sprezzo del pericolo si sono scaldati mentre veniva giù il diluvio. Un modo come un altro far vedere che si ha il fisico. Ma anche un modo come un altro per prendersi qualche malanno. Otto anche al risultato (1-1) e alla prestazione della Medesanese che ha così fermato la striscia di 7 vittorie consecutive della corazzata Termolan Bibbiano e la sua fatta di 4 sconfitte, sempre consecutive. Otto anche al Al Salso, che sta facendo meraviglie, come anche alla Fidentina che ormai è una ospite fissa di questi bei voti. Otto Alle Società Palanzano e Tortiano che hanno avuto il giusto piglio nei confronti dello spiacevole episodio che ha visto un giocatore finire all’ ospedale per una testata data da un altro, con cattiva e sempre ingiusta premeditazione.  

Voto 7 – Al Real Val Baganza che ha battuto più di un colpo con la vittoria sul campo del Montagna. Lo aspettavamo, il colpo, ed è arrivato. Ora speriamo che continui a batterli, i colpi e gli avversari. Anche il Pallavicino, merita un bel sette per la vittoria sulla Folgore Rubiera. La classifica dei Bussetani ora se non ride, almeno non piange. Al Basilicanova, che dopo una falsa partenza in campionato, è riuscito a rilanciarsi, fermando la corsa della Dinamo Solignano in una partita avvincente e che ha avuto strascichi anche sulla chat.

Voto 6 -  Alla barzelletta sui carabinieri sentita “a casa romenghi”. La barzelletta era datata, ma carina, e per questo ha meritato la sufficienza. Se prendessimo in considerazione la recitazione, dovremmo dare ben altro voto, anche se ci hanno assicurato che la colpa è da dare all’ emozione da telecamera. Secondo bene informati, l’ attore-narratore ha un gran talento e riesce a dare  il meglio di se solo nel dopo cena, quando sui tavoli abbondano i cadaveri dal collo stretto.

Voto 5 – A chi usa la chat per piccole vendette personali. Il voto è molto alto per come la penso, e per come la pensano molti, ma voglio vedere se con un po’ di carota riesco a tenere a freno il bastone dell' IP.

Voto 4 – A quel giocatore super esperto, che nell’ intervallo di una partita di campionato ha gettato per ben due volte la maglia per terra. I diverbi con i compagni ci sono sempre stati, e sempre ci saranno; ma il rispetto per la Società e quindi per la maglia è cosa che va al di là di ogni litigio. Così era, e così dovrebbe essere. Ecco, così dovrebbe essere! Ma lo sarà? A quanto pare non per tutti. Quattro al Fornovo e all’ Aurora, che non sono andate oltre il pareggio nella sfida “cla spuseva”  tanto di ultima spiaggia. C’è ancora tanto tempo e ci sono tante partite,ma il segnale è davvero poco rassicurante.

Voto 3 – Al Bardi che ormai è nostro cliente da parecchie settimane. Motivo? Beh, tre in 20 minuti è cosa da record e forse non ce l'avrebbe fatta a prenderli, nemmeno Cicciolina. Al Soragna, che ha sprecato, con la Casalese, l’ occasione per rimpinguare un po’ la classifica. Tre gol in casa sono una lezione che va al di là dei demeriti, questo è certo. Che c’entri la sfortuna? Se si, diamo 3 anche a lei. 

Voto 2 – Alla Valtarese che nonostante abbia seri problemi in difesa, rischia di perdere il suo storico e mitico capitano. A Filippo Bertorelli, che ha smesso di giocare in categoria per andare a divertirsi con gli amatori del Valgotra. Lui magari si diverte anche, ma siamo sicuri che i giocatori delle altre squadre si divertono molto meno, visto che ci hanno riferito, che oltre a due gol a partita, il mitico bomber della Valtaro gli rifila, tanto per non saper ne leggere ne scrivere, anche due botte a testa. Sarà scontato, ma bisogna proprio dirlo: “oltre al danno anche la beffa”. Bertorelli richiesto dal Bardi? Beh, in quel campo farebbe ancora la sua bella figura. Ne siam sicuri, come siam sicuri che in caso di ritorno in categoria, gli amatori del girone del Valgotra festeggerebbero alla grande.

Voto 1 -  Al tempo, che ha voluto giocare a fare il dispettoso, inondando tutta la Valtaro di acqua. L’uno non è per l’acqua, che in questo periodo è anche abbastanza normale, ma per il fatto che non si può buttarla giù quando una squadra che ha bisogno sta vincendo. Sono i casi del Sivizzano (2-0 sul Mercury), del Basilica 2000 (1-0 a Traversetolo) e della Povigliese (1-1 a Montecchio). Certo che la fortuna non sorride a queste squadre e se fossi in loro mi toccherei. Un po’ come dovrebbe fare il Bardi, che a Bobbio ha visto arrivare il nubifragio nel fine partita.

Voto 0 – beh, era scontato. A quel giocatore che a fine partita ha dato una capocciata ad un avversario spaccandogli lo zigomo. Non sappiamo come finirà, ma sappiamo per certo, che questi gesti potrebbero costar più cari a chi li ha fatti che a chi li ha subiti. A quel giocatore che adducendo motivi “sentimentali”, prima chiede un piacere al sito e poi usa il piacere stesso, per fini meramente personali, dove il “sentimento” c’entra come il cavolo negli spogliatoi. Al solit, el bali i ghan el gambi curti. Che più corte non si può. Do ori !!! 


 

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 23/10/2013
 

Altri articoli dalla provincia...







Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06254 secondi