Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     DIRETTA

PROMOZIONE A, IL RACCONTO DELL' ULTIMA GIORNATA - FILIPPO SANACORE

Promozione A – Impresa Basilicastello che riapre la corsa alla lotta per evitare i play out.

Nella dodicesima giornata di ritorno il Borgo San Donnino con molte difficoltà riesce ad avere la meglio sulla cenerentola Real Val Baganza che si può lamentare e tanto per la superficialità adottata dall’insufficiente direttore di gara (sig. Spadoni Andreani) che al 20’ del primo tempo non ha assegnato un rigore per un fallo che Spanu aveva commesso su Benedini lanciato a rete che aveva ricevuto in area una palombella da Pioli che aveva tagliato fuori i due centrali di casa; quindi la pochezza delle occasioni e la consapevolezza di fare di un sol boccone i derelitti avversari che la squadra di casa ha vissuto di rendita per la rete che Tommasini (35’) ha saputo confezionare con un’azione personale che ha deciso la gara; Centonze verticalizzava sulla fascia sinistra per Tommasini che sradicava la sfera tra i piedi di Guerrini che lo lasciava sul posto, si accentrava evitava prima Malpeli e poi Giuffredi e dal limite ha scaricato un bolide che ha superato l’incolpevole Pollini; nella ripresa si registrano poco occasioni ma è il Real Val Baganza che gestisce la palla ed attacca l’area avversaria ma quando vi giunge spreca in maniera abbastanza maldestra mentre la capolista non impegna mai Pollini che viene impegnato solo per i rinvii lunghi e pericolosi che mettono in po’ in ansia la retroguardia avversaria.

Nel big match di giornata si sancisce la resa della Fidentina che gli rimane la sola lotta per i play off, al Pinetto Soressi di Castel San Giovanni la Castellana Fontana continua a mietere vittoria giornata dopo giornata ed a mantenersi in scia della capolista; la partita pur in mano alla formazione di mister Costa deve subire le veloci ripartenze dei ragazzi di mister Montanini che la sbloccano quasi immediatamente infatti è Terranova a verticalizzare in area per Pasaro che difende palla e nel tentativo di liberarsi di Pagani per andare al tiro viene toccato dal difensore con l’arbitro che indica il penalty che Terranova (16’) trasforma; la reazione piacentina è immediata con Cossetti che verticalizza per Lucci (18’) che controlla e conclude dal limite con un bolide che supera Ghiretti e termina la propria corsa in fondo alla rete; Visioli appoggia per l’inserimento di Pasaro che con un pregevole tocco libera in area Coscelli (23’) che conclude a botta sicura con Castagnetti che in maniera prodigiosa respinge la conclusione; prima del riposo Petrelli verticalizza in area per Pasaro (40') che conclude da posizione ravvicinata con Castagnetti che respinge davanti alla porta con Terranova che non è lesto a ribadire in gol per il provvidenziale intervento di Mauri che spazza l’area piccola; nella ripresa il numeroso pubblico presente sugli spalti sperano di continuare a vedere un bel match; pronti via è ripresa prende un’altra piega; Visioli vince un tackle in mezzo al campo con Fagioli ma per l’arbitro è fallo ed ammonizione ma il giocatore non accetta la decisione contestando in maniera eccessiva tanto da meritarsi il cartellino rosso; quindi la squadra di casa cerca di approfittare del momento con Cossetti che verticalizza per Lucci che di prima appoggia all’accorrente Fagioli (58’) che solo davanti a Ghiretti conclude a botta sicura con il portiere che respinge di piede evitando il gol del raddoppio; reazione ospite con Pasaro che appoggia in area per l’inserimento di Coscelli (69’) che conclude con un diagonale che Marabelli respinge all’ultimo istanze in calcio d’angolo; nel finale Fagioli verticalizza per D’Aniello che appoggia a Cossetti che entra in area ed al momento del tiro viene steso da Ottoni con l’arbitro che indica il penalty alla cui trasformazione il bomber Cossetti (85’) non sbaglia siglando il gol della rimonta facendo esplodere di gioia il pubblico di casa.

Il Bibbiano San Polo tra le mura amiche supera con merito l’ostica resistenza della Langhiranese che esce sconfitta anche se ha provato ad evitare la sconfitta; nel primo tempo è la conclusione sotto porta ha mancare da ambo le parti con i portieri che la fanno da spettatori; nella ripresa la squadra di casa attacca a testa bassa cercando di scardinare la difesa ospite ci riescono grazie al solito Bedotti che riceve da Pioli si incunea in area ma al momento del tiro Bottioni lo stende, l’arbitro concede il penalty che Pioli (68’) trasforma; quindi in contropiede Ametta verticalizza per Bedotti (82’) che giunge al limite e conclude con un tiro imparabile per Ferrari per il gol del raddoppio; la reazione langhiranese è tosta con Bottarelli che libera in area da Faelli conclude a botta sicura ma Margini interviene sulla traiettoria respingendo con un braccio, l’arbitro non ha dubbi nell’assegnare il penalty che Miftah (88’) trasforma ma ormai è troppo tardi per rimediare alla sconfitta.

Il Brescello che non ti aspetti dopo l’orrenda prestazione di domenica scorsa si ripete al Lino Notari di Montecchio uscendo con le ossa rotte dalla gara che doveva essere quella del rilancio; la partita è stata combattuta fin dalle prime battute con il Montecchio che ha fatto una grande prestazione, infatti è Lacerra a dettare legge infatti il play di casa libera in area Bedogni (21’) che si libera per il tiro con Coli che respinge; la reazione di Gozzi è immediata infatti verticalizza per Avanzini (23’) che si accentra dalla fascia destra e conclude con un tiro potente che costringe Viva a distendersi ed a respingere in calcio d’angolo; prima dell’intervallo altri colpi a salve il primo con Rispoli (41’) che batte una punizione dal limite con Borges che para in due tempi; quindi Gozzi verticalizza sulla fascia sinistra per Addae che controlla entra in area ed appoggia all’accorrente Mariniello (43’) che conclude a botta sicura ma Gandrabur respinge; nella ripresa la gara si accende subito infatti Zavaroni imposta e crossa in area per Rispoli (48’) che impatta di testa e sigla il gol del vantaggio; appena dopo è Opoku ad avanzare sulla fascia quindi crossa per Addae ma non arriva all’impatto allora recupera palla e crossa in area per Genova (53’) che in tuffo sorprende l’incerto Viva per il gol del pareggio; neanche il tempo di gioire che Lacerra verticalizza per Storchi (55’) che vince un rimpallo con Coli e si ritrova solo davanti a Borges e lo supera con un tiro che sigla il nuovo vantaggio dei ragazzi di mister Gussoni; per svegliare dal torpore il Brescello neanche i tre cambi effettuati al 60’ portano benefici ma ci vuole una ingenuità di Lacerra (67’) ha riaprire i giochi e lo spirito degli avversari; il play di casa vince un tackle in mezzo al campo con Gozzi ma per l’arbitro è fallo che il giocatore contesta in maniera colorita facendosi mostrare dal precipitoso direttore di gara il cartellino rosso; questo scuote i ragazzi di mister Piccinini che battono una punizione dalla tre quarti con Addae (70’) che stacca imperiosamente in area ed impatta in gol; il Brescello attacca ed il Montecchio si difende ripartendo in contropiede con Zavaroni che lancia a scavalcare Bertoli e Bartoli per l’inserimento di Poka Moyopo con la palla che giunge a Kulluri che dal limite conclude con un diagonale preciso che si infila all’angolino alla sinistra di Fabbri per l’apoteosi della squadra e pubblico di casa; il gol piega le ginocchia degli ospiti che non riescono ad imbastire una reazione anche piccola uscendo dal campo con gli animi accesi.

La Pontenurese all’Amoretti di Marzolara cerca la vittoria per continuare a sperare nei play off e conquista la vittoria solo all’ultimo respiro; la partita è in mano ai ragazzi di Dario Bongiorni che imbastisce azioni con suo figlio Riccardo che infatti pronti via libera Delfanti (5’) che in area controlla e conclude con Colacicco Pierfilippo che si distende e respinge in calcio d’angolo; la partita è molto combattuta a centrocampo con la squadra di casa che cerca di imbrigliare la velocità della formazione piacentina che prima della chiusura del primo tempo sblocca la gara; Delfante verticalizza in area per Riccardo Bongiorni che controlla ed al momento del tiro viene toccato da Spagnoli che voleva solo deviare la sfera in calcio d’angolo, l’arbitro indicava immediatamente il penalty che Bongiorni (43’) traformava; nella ripresa la gara si riapre grazie a Galli che vince un tackle in mezzo al campo con Adorni che lo allontana con Galli (50’) che reagisce colpendolo e meritandosi il cartellino rosso diretto; il Marzolara prende in mano la gara ed attacca la difesa avversaria; Zuelli verticalizza in area per Colacicco Alessandro (68’) che solo dinanzi a Figoni conclude a botta sicura con il portiere che respinge in maniera fortuita; nel finale le occasioni per il pubblico non mancano Agboton crossa in area per Pozzi (89’) che impatta di testa con la palla che scavalca Figoni ma non Lovattini che sulla riga di porta all’altezza dell’incrocio dei pali respinge di testa; quindi Ghirardi Francesco scende sulla fascia crossa in area per Peri (91’) che solo in area ed in posizione dubbia sigla il gol del pareggio; ultimo attacco della partita rimessa laterale profonda di Garilli per Ratti che prolunga di testa per l’accorrente Russolillo (93’) che da due passi conclude in gol per la vittoria della Pontenurese.

Il Carignano all’Antonio Ristori di Meletole a Castelnovo Sotto regola la Castel Meletolese ormai diretta alla retrocessione in prima categoria; la partita inizia bene per la formazione di mister Delmonte con la testa alla gara di mercoledì per il ritorno della semifinale di coppa a Castelnovo Monti infatti lascia fuori alcuni giocatori giocando la gara con le seconde linee ed a risultato acquisito a lasciato lo spazio a tre giovanissimi per terminare la gara; Dessena rilancia profondo Singh sbaglia l’impatto con la sfera per Ferrari e pronto inserimento di Lauriola (15’) che deve solo appoggiare in gol con la porta sguarnita; la reazione è immediata ma sarà anche l’unica, Attolini verticalizza in area per Gjoka (26’) che si libera di Graziano e conclude con un tiro imparabile per Dessena che nell’occasione rimane di sale sulla linea di porta; nuovo rilancio di Dessena per Guida Andrea che controlla sulla fascia sinistra evita Grasselli e crossa in area per l’accorrente Lauriola (28’) che al volo conclude con un tiro che diventa imparabile per Ferrari (1,75); prima della chiusura del primo tempo Kone imposta verticalizzando per Gratis che dalla fascia sinistra si accentra e dal limite lascia partite un missile che si infila all’incrocio dei pali dell’incolpevole Ferrari che riesce solo a guardare; nella ripresa sono i giovanissimi a farla da padrone e le occasioni sono rare e ben controllate dalle difese che non rischiano più nulla.

La Viarolese al Gianni Levoni di Piacenza conquista la salvezza con la meritata vittoria sul Gotico Garibaldina che inizialmente parte meglio con Mazzini che verticalizza sulla fascia destra per Cameletti (2’) che dal fondo effettua un tiro cross sul palo di Marcobello che para; quindi rimessa laterale profonda di Cameletti per Cremona che stacca di testa anticipando Ogliari e liberando in area Zanaboni (14’) che decentrato conclude sul primo palo con Marcobello che respinge in calcio d’angolo; infine ancora Gotico Garibaldina con Mazzini che verticalizza per Cameletti che crossa in area per Carini (20’) che conclude a botta sicura con Marcobello che respinge con i pugni; a questo punto sono gli ospiti a prendere in mano la gara ed a ripartire in contropiede con Lupica Cordazzaro che appoggia sulla linea del centrocampo per Dedè che parte a razzo sulla fascia lasciando sul posto prima Varesi poi Amatruda quindi cross in area per Gualtieri (24’) che solo davanti a Bersani non ha difficoltà a superarlo con un tiro preciso; il gol mette in ginocchio la squadra di casa che non riesce a combinare nulla con numerosi passaggi sbagliati che hanno fatto arrabbiare il pubblico di casa; nella ripresa un lampo della squadra di casa con Carini che verticalizza per Spreafico che appoggia in area per Moschetti (52’) che supera in uscita Marcobello e sigla con la porta spalancata il gol del pareggio; appena dopo Pizzi verticalizza per Gualtieri con Pietra che sulla traiettoria a scavalcarlo prolunga mettendo fuori causa Varesi e con Gualtieri (55’) avuta palla solo davanti a Bersani lo infila in disperata uscita siglando il nuovo vantaggio; nel finale è ancora Gualtieri (79’) a concludere in porta un appoggio di Dedè ma Mazzini recupera in tempo smorzando la conclusione a botta sicura permettendo a Bersani di parare in presa a terra; infine l’ultimo assalto con Berishaku che lancia in area con Ignazzitto che sbaglia l’elevazione con la palla che Cremona controlla e spalle alla porta conclude con Marcobello tempestivamente uscito dalla porta che gli respingeva la conclusione dal dischetto del rigore evitando il gol del pareggio.

Il Luzzara al Walter Compagnoni contro la Bobbiese non riesce ad ottenere l’intera posta in palio ma anche perché le gare adesso valgono doppio e sbagliare diventa più facile; la partita non offre che poche emozioni che si riducono alla verticalizzazione di Picchi per Zarbano (15’) che in area evita Aldrovandi e conclude con Fantini che respinge in calcio d’angolo; la reazione dei ragazzi di mister Artoni è con Sessi che verticalizza per Scappi (44’) che controlla e conclude dal limite con Corbellini che respinge sui piedi di Bellini che conclude la palla supera Corbellini ma non Silva che sulla riga di porta spazza in fallo laterale; nella ripresa la paura fa novanta ed il risultato non si schioda dallo zero a zero.

Infine la gara che ha sorpreso gli addetti ai lavori al Noce di Noceto la formazione di mister Cerri è stata superata dalla Basilicastello che con questo successo riapre la lotta per evitare i play out che sembrava ormai compromessa per la truppa dei giovani di mister Bizzi; la partita vede gli ospiti spingere sull’acceleratore Ferrari verticalizza in area per Traina (23’) che si libera di Ferri e conclude con Cucchi che interviene sulla traiettoria respingendo in calcio d’angolo che viene battuto da Bertagna che scodella in area per Traina (24’) che impatta di testa costringendo alla respinta miracolosa di Menta sui piedi di Reggiani che viene fermato dal guardalinee in fuori gioco; il Basilicastello continua ad attaccare con Spaggiari che verticalizza per Ferrari che solo davanti a Menta perde l’attimo e conclude debolmente tra le mani di Menta che para; Cazzato verticalizza sulla fascia per Ferrari che crossa lungo per Spaggiari che conclude di prima intenzione con Menta costretto a respingere in calcio d’angolo; contropiede ospite con Ferrari che appoggia per l’inserimento di Rolli che appoggia in area per Traina (39’) che conclude di prima intenzione ma rimedia Ferri che sulla traiettoria respinge in calcio d’angolo; nuovo contropiede ospite con Rolli che appoggia per l’accorrente Spaggiari (41’) che conclude dal limite con ancora Ferri che interviene respingendo in calcio d’angolo; nella ripresa si attende la reazione della squadra di casa che è sembrata in bambola contro un avversario più convincente e concreto; Reverberi verticalizza in area per Ferrari che conclude con un tiro che Menta para in presa a terra; finalmente un’azione della squadra di casa con Ruffini per Beatrizzotti che appoggia dietro per Selloum (48’) che conclude dal limite con Reggiani che respinge in calcio d’angolo; Groppi (53’) batte una punizione dal limite dell’area con un tiro che sorprende Menta che non riesce a vedere partire la sfera ostruita da molti giocatori con la palla che si infila alla sua destra per il gol del vantaggio ospite; appena dopo Reverberi appoggia per Reggiani (60’) che dalla distanza prova a sorprendere Menta, nell’occasione fuori dai pali, che riprende la posizione e para in presa alta; Ruffini (64’) batte una punizione dal limite con la barriera che devia la sfera in calcio d’angolo; Reverberi appoggia a Camisani (68’) che dal limite evita Ruffini e conclude con un tiro che impegna a terra Menta che para; Groppi (83’) ci riprova su punizione dal limite dell’area con Menta che stavolta para in presa alta; infine ultima chance per la squadra di casa con Ruffini (91’) che batte una punizione dal limite dell’area con Biagini che para in presa a terra.

Nella tredicesima giornata il programma prevede molte sfide da tenere in considerazione: il big match è “Brescello vs Borgo San Donnino” ma non ha meno valore “Pontenurese vs Bibbiano San Polo”; interessante si preannuncia “Castellana Fontana vs Gotico Garibaldina” e “Viarolese vs Montecchio”; mentre per la zona play out il match cloud sono due: “Bobbiese vs Noceto” e “Basilicastello vs Langhiranese”.

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Filippo Sanacore il 27/03/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,16023 secondi