Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

PROMOZIONE A, IL RACCONTO DELL' ULTIMA GIORNATA - FILIPPO SANACORE

Promozione A, La rivolta delle piccole

Nella sesta giornata di ritorno il Brescello si conferma in testa alla classifica assicurandosi la settima vittoria di fila sul difficile terreno del Ballotta al cospetto della outsider Fidentina, che incappa in una sonante quanto netta sconfitta uscendo dal campo con le ossa rotte. La gara vede il Brescello imporre il suo gioco con gli avversari che riescono a chiudere tutti gli spazi e con Ghiretti che compie nel contempo un paio di buoni interventi. Nella ripresa la capolista aumenta la pressione ed Avanzini mette in croce la difesa avversaria che non riesce a contenerlo; è infatti da una sua percussione in contropiede che nasce il gol che sbocca la gara: Greco (65’) che riceve dal compagno e conclude imparabilmente con Ghiretti che sconsolatamente raccoglie la palla in fondo al sacco. Nemmeno il tempo di riordinare le idee per i ragazzi di mister Montanini che arriva una nuova percussione di Avanzini che conclude a botta sicura ma Coghi rimedia respingendo la sfera che cade sui piedi di Genova (67’), che tutto solo davanti alla porta sguarnita conclude in gol con Ghiretti che già in terra non ha il tempo necessario per un nuovo tuffo. La Fidentina cerca di reagire ma i brescellesi non danno modo di mettere in difficoltà il giovane Fabbri, che controlla agevolmente un paio di conclusioni dal limite; prima del termine della contesa Avanzini (90’) si concede l’ennesima fuga, stavolta da solo si fa tutto il campo e davanti a Ghiretti lo infila per il gol del 3 a 0 per l’apoteosi dei tifosi reggiani accorsi a Fidenza.

Il Bibbiano San Polo in trasferta al Walter Compagnoni di Luzzara riesce in maniera fortunosa a rimanere in scia della capolista anche se ci mette del suo per complicarsi la gara che già ad inizio poteva essere sbloccata da Bedotti (5’), ma l’attaccante ha sparato sul fondo un calcio di rigore concesso per un atterramento di Aldrovandi sullo stesso attaccante; Bedotti si fa perdonare appena dopo appoggiando a Mantelli (21’), che al volo conclude dal limite sorprendendo l’incerto Bonfante che non accenna neanche la parata; prima dell’intervallo e Saviola a salvare sulla linea l’uscita sciagurata del proprio portiere con Faye (45’) che impatta indisturbato respingendo la sfera; nella ripresa entra in scena il direttore di gara che prima non concede il penalty (58’) per fallo di mano di Margini che intercetta un cross teso di Beccaria; quindi decreta l’espulsione di Curini (62’) per aver scalciato Mantelli ma purtroppo l’attaccante bibbianese era crollato a terra da solo con il direttore di gara che ha presupposto l’accaduto senza peraltro vedere l’episodio incriminato senza contare che non si è consultato neanche con il suo collaboratore; i ragazzi di mister Beretti cercano di approfittare del momento delicato della gara ed attaccano l’area avversaria ma Bedotti (73’) prima si fa respingere dalla traversa il bolide che calcia dal limite quindi ci riprova un minuto dopo e stavolta è Bonfante ha evitare il gol del ko con un plastico intervento; quindi il Luzzara reagisce con Beccaria che viene steso in area da Faye con l’arbitro che assegna il penalty che Bellini (82’) trasforma; nel recupero Beccaria (92’ e 93’) non capitalizza due contropiedi micidiali della squadra di casa e dai gol sbagliati nasce il gol della sconfitta infatti Guareschi (94’) che in semirovesciata gonfia la rete e riporta in vantaggio il Bibbiano.

La Castellana Fontana al Pinetto Soressi di Castel San Giovanni supera con molte difficoltà la giovane Basilicastello che si arrende alla sconfitta solo nel finale di gara; la partita inizia subito in salita per i ragazzi di mister Bizzi che vanno sotto grazia a Pagani (3’) che al volo conclude sotto porta l’angolo battuto da Turco; la reazione parmigiana porta all’incursione di Ferrari che viene steso in area da Pagani con l’arbitro che assegna il rigore che Barbarini (26’) trasforma con un tiro centrale che sbatte contro la traversa interna della porta; pronta reazione piacentina con D’Aniello in percussione in area che costringe Reggiani a stenderlo prima che concluda a botta sicura, lo stesso attaccante non fallisce la trasformazione del penalty riportando i suoi in vantaggio (34’) anche se Biagini aveva intercettato ma non ha potuto evitare che la palla varcasse la linea della porta; prima della chiusura della prima frazione Groppi batte una punizione esterna tagliata davanti alla porta di Lucini ma nessun compagno riesce ad impattare la sfera; nella ripresa nuova punizione di Groppi uguale alla precedente stavolta Barbarini (56’) impatta di testa anticipando i difensori avversari riportando la gara in parità; il momento di sconforto piacentino porta al contropiede di Fava Thomas che libera Rolli solo davanti a Lucini con il portiere che riesce ad anticipare l’attaccante con un uscita bassa; mister Costa cerca di invogliare i suoi a ritrovarsi ed inserisce il bomber Cossetti che dà un po’ di apprensione alla difesa parmigiana infatti angolo di D’Aniello che scodella lungo per Pagani (73’) che al volo conclude con un diagonale che si infila alla destra dell’incolpevole Biagini riportando la gara in vantaggio per la Castellana Fontana che blinda il successo controllando ed amministrando la palla fino al termine.

Il Borgo San Donnino in trasferta al Gianni Levoni di Piacenza supera il Gotico Garibaldina; la gara inizia a favore dei borghigiani che passano con Tommasini (9’) che viene liberato solo davanti ad Achilli da Montali che spizza di testa un lancio di Billone eludendo la marcatura di Berishaku che ostacola il compagno Carini lasciando l’avversario di impattare facilmente; la reazione dei ragazzi di mister Maurizio Cremona porta al contropiede di Oppedisano che verticalizza per Zanaboni (20’) che evita il recupero di Chiussi ed infila l’incolpevole Spanu; la gara diventa spigolosa con i borghigiani che guadagnano in poco tempo quattro cartellini gialli, fino a quando un lancio di Soregaroli per Montali che spizza di testa per Burgazzoli che entra appena in area e viene sgambettato da Varesi con l’arbitro che fischia e quando tutti si aspettano il penalty, accade il contrario, il direttore di gara mostra il giallo all’attaccante reo di aver accentuato la caduta; a questo punto il bomber commenta la decisione e viene espulso tra l’incredulità anche del pubblico sugli spalti. Nella ripresa il Borgo San Donnino si posiziona a difesa dell’area lasciando pochi spazi ma i piacentini trovano il modo di andare al tiro nella prima è Messeri Matteo (66’) che salta come birilli quattro avversari e solo davanti a Spanu spara un tiro che supera il portiere ma viene respinto dalla traversa; nella seconda Mazzini verticalizza per Zanaboni che crossa per Cremona che appoggia a centro area per Elefanti (82’) solo davanti a Spanu che anticipa anche il compagno Moschetti e spara un missile che sorvola la traversa; da gol sbagliato nasce il gol che manda in visibilio il presidentissimo Magni; Billone lancia per Montali che ostacola Mazzini che non riesce ad impattare la sfera che giunge a Donati che sbaglia il tiro che in maniera rocambolesca scavalca Berishaku e Carini e mettendo lo stesso attaccante solo davanti ad Achilli, che da due passi non può evitare la capitolazione; nel finale nuovo rilancio dalle retrovie di Billone con Orlandi (90’) che controlla e dai venti metri scarica un siluro che si infila all’angolino alla destra dell’incolpevole Achilli; il Gotico Garibaldina non demorde cercando di arrivare al tiro ma Spanu (94’) nega a Moschetti la rete del 2 a 3 volando alla sua sinistra e respingendo in angolo la punizione esterna calciata dalla mezzala piacentina.

La Pontenurese con una gara accorta ed attenta espugna il Pierino Padovani di Carignano regolando un avversario che non sta ripetendo il girone di andata; la partita viene ben interpretata dai ragazzi di mister Dario Bongiorni che ripartono più volte schiacciando l’avversario che fatica a stare in gara; Dessena (16’) si supera con una parata miracolosa evitando la rete di Bongiorni Riccardo che calcia una precisa quanto potente punizione; il gol arriva grazie al cross di Garilli che costringe Graziano alla respinta precipitosa ma il difensore spedisce nella propria porta per l’autogol che sblocca la gara; nella ripresa il Carignano non si sveglia con la Pontenurese che non molla la presa infatti chiude immediatamente la gara con Costi (46’) che trafigge Dessena liberato solo davanti al portiere da una precisa verticalizzazione di Bongiorni Riccardo; la partita si chiude con Statella (52’) che capitalizza la punizione esterna calciata da Bongiorni Riccardo con la palla che viene rimpallata dai difensori parmigiani che fanno carambolare la palla per il neo entrato attaccante piacentino che da due passi non sbaglia; qui di fatto si chiude la partita con le squadre che si affrontano a viso aperto con le difese che riescono a sventare le eventuali minacce.

Il Montecchio al Lino Notari non riesce a superare l’ostinata difesa del Real Val Baganza; la partita si sblocca subito con Rispoli (5’) che sfrutta il cross di Storchi impattando di testa e portando in vantaggio i reggiani; improvvisamente gli ospiti hanno un sussulto di reazione Pollini rilancia lungo e profondo Pellacini elude in velocità Lucchini e sfodera un diagonale perfetto che supera Artich gonfiando la rete per il pareggio; nella ripresa il Real Val Baganza si difende ad oltranza anche a causa dell’infortunio occorso a Pellacini; i ragazzi di mister Gussoni cercando la porta ma trovano la giornata di grazia di nonno Pollini che sfodera interventi da campione e quando non ci arriva lui ci pensano i pali a negare il nuovo vantaggio al Montecchio, infatti Kulluri e Setti si vedono respingere dai legni la conclusione a botta sicura.

La Viarolese tra le mura amiche soccombe davanti alla ritrovata Bobbiese che capitalizza una delle rare azioni offensive portando a casa tre punti fondamentali, che fanno ben sperare per evitare gli spareggi play out; i ragazzi di mister Pompini cercano di sbloccare la gara, ma trovano Corbellini in giornata di grazia, prima toglie dall’incrocio dei pali una punizione Di Dio (38’), quindi Dedè (40’) calcia un penalty concesso per un tocco con la mano di Picchi che intercetta un cross di Donati, ma trova la deviazione del portiere che respinge in angolo; nella ripresa le squadre si affrontano a viso aperto fino a quando Scabini conclude a botta sicura con la palla che supera Marcobello, ma non il palo, che respinge ma sui piedi di Zarbano (65’), che non può sbagliare a porta sguarnita; nel finale è Picchi (80’) in maniera incredibile a trovare il varco giusto, ma Marcobello rimedia evitando il raddoppio.

Il Marzolara incappa in una sconfitta casalinga contro il Noceto che sfrutta la poca lucidità dei ragazzi di mister Savi alla terza gara in otto giorni ed alla freschezza del giovane Beatrizzotti (2001), che gioca la prima gara da titolare in campionato. La partita si sblocca quasi subito, angolo di Ruffini che scodella in area per Messineo (6’) che impatta di testa sfruttando il blocco di Provenzano e Ferri ed infilando alle spalle di Colacicco; manca la reazione del Marzolara e il Noceto ne approfitta immediatamente Jibril verticalizza per Satraniti che crossa in area per Beatrizzotti (21’), che impatta di testa imparabilmente alle spalle dell’incolpevole Colacicco; nel recupero del primo tempo il portiere Menta sbaglia l’uscita e per Pozzi (46’) appena subentrato, è facile appoggiare in rete per il gol che riapre la gara; nella ripresa il Marzolara attacca raschiando il fondo al barile delle energie e chiudendo nella propria area il Noceto che prima viene salvato dal guardalinee che annulla la rete del pareggio di Pozzi (60’) per un millimetrico fuorigioco; quindi è Menta che si riscatta fermando da campione la conclusione a botta sicura di Zuelli (65’); nel finale di gara il nervosismo la fa da campione con mister Cerri (82’), che viene espulso per proteste, ma comunque, i suoi ragazzi portano a compimento la vittoria.

La Langhiranese in trasferta all’Antonio Ristori di Meletole di Castelnovo Sotto, sbaglia l’approccio alla gara contro la Castelmeletolese, che ne approfitta giocando un primo tempo in maniera perfetta, tanto da sorprendere quei pochi tifosi giunti sugli spalti; pronti via Gjoka (6’) capitalizza un errore difensivo langhiranese siglando il primo gol con la maglia giallo verde; appena dopo, nuovo black out difensivo langhiranese è stavolta e Mendicino Tommaso ha superare Ferrari, che non può evitare il gol; i ragazzi di mister Vinceti non calano e cercano il triplo vantaggio, che arriva quando Grasselli lancia Battigaglia (33’) che appena dentro l’area, conclude sul palo del portiere che in questa occasione non è sembrato esente da colpe; nella ripresa la strigliata ed i cambi immediati hanno prodotto la reazione dei ragazzi di mister Tassi, che assediano l’area reggiana che cade grazie all’errore di Pagani, che esce a vuoto su un angolo, e Bianchi (55’) che impatta di testa riaprendo la contesa; gli attacchi continuano e producono l’incursione di Pè, che scodella in area per Xeka (88’) che solo davanti a Pagani impatta di testa per il gol del 3 a 2, ma ormai il tempo è tiranno e non c’è modo di arrivare al pareggio.

Mercoledì ci saranno i primi recuperi della quinta giornata di ritorno non giocata a causa della neve, il programma prevede: il match clou è “Brescello vs Castellana Fontana”; e “Pontenurese vs Fidentina”; per la zona play out: “Basilicastello vs Castelmeletolese”; interessante “Bobbiese vs Carignano”.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Filippo Sanacore il 12/02/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,08115 secondi