Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

PROMOZIONE A, IL RACCONTO DELL' ULTIMA GIORNATA - FILIPPO SANACORE

 

Promozione A

Filippo Sanacore: La prima giornata del girone di ritorno vede un gruppo di squadre (sei) racchiuse in pochi punti (due) e tutte attrezzate per la vittoria finale.

Derby cittadino di Fidenza tra la forte Fidentina e la corazzata Borgo San Donnino, che inizia la gara in modo abbastanza esaltante tanto che D’Urso si conquista un calcio di rigore alla cui battuta si presenta il bomber Burgazzoli (22’), che spara un missile che supera Ghiretti ma non la traversa che respinge il tiro tra lo stupore generale del numeroso pubblico accorso al Ballotta convinto di vedere una eccezionale gara di altissimo livello. La reazione della Fidentina produce immediatamente l’azione vincente con Coghi (30’) che impallina l’incolpevole Spanu per il vantaggio dei ragazzi di mister Montanini; subito il gol la squadra del presidentissimo Magni trova il pareggio con Burgazzoli (41’), che supera Ghiretti con una conclusione angolata. Nella ripresa è la formazione Fidentina ad andare vicino al nuovo vantaggio, ma trovano sulla loro strada uno Spanu attento ed insuperabile. Al termine della contesa entrambi gli allenatori recriminano sul risultato finale.

La Pontenurese in trasferta al Federici di Sala Baganza contro l’ultima della classe il Real Val Baganza, riesce a non farsi prendere dalla frenesia e pazientemente riesce ad avere la meglio sulla formazione salese; nel primo tempo Pollini compie un paio di ottimi interventi e quando Bongiorni Riccardo indovina la traiettoria vincente su una punizione dal limite dell’area, è la traversa ha salvarlo; nella ripresa Bongiorni Riccardo verticalizza perfettamente per Garilli (58’), che davanti a Pollini non sbaglia siglando il gol del vantaggio e della vittoria; inutili le altre palle gol create dai ragazzi piacentini che non riescono ad avere la meglio su nonno Pollini ,che si conquista la palma del migliore in campo.

Il Bibbiano San Polo aggancia la vetta anche se in coabitazione superando l’ostica Castellana Fontana, che incappa in una sconfitta che poteva essere evitata, dato che la squadra reggiana rimane in dieci per l’espulsione di Colombini (20’ , due gialli ravvicinati). Nel primo tempo è Rizzo che si esalta con respinte alquanto strepitose che evitano il gol dello svantaggio; nella ripresa il gioco delle squadre si equivale ma si sblocca grazie a Borghi (65’), che riceve palla al limite dell’area, da calcio d’angolo e per evitare il contropiede piacentino conclude al volo; la palla viene deviata da un giocatore colpito inavvertitamente e la traiettoria che ne esce, trae in inganno Lucini che si vede scavalcato dalla sfera; la reazione dei ragazzi di mister Costa è veemente ma Margini con l’aiuto dei compagni evita che il Castellana Fontana si riporti in parità, conquistando una vittoria eccezionale per come è maturata la gara.

Il Brescello al Morelli ospita la Bobbiese e le scelte iniziali di mister Piccinini lasciano basiti un po’ i tifosi, ma la gara è subito in discesa; indecisione piacentina con Addae (6’) che davanti a Corbellini non sbaglia portando in vantaggio la squadra di casa, che subisce la reazione dei ragazzi di mister Piscina, che costringono i reggiani ad arretrare ed a difendere l’area di rigore dove un eccellente Fabbri compie almeno un paio di interventi decisivi per evitare il pareggio. Nella ripresa la musica non cambia con la Bobbiese che gioca ed il Brescello che risponde di rimessa fino a quando Dilettoso infila la difesa brescellese e davanti a Fabbri lo evita in uscita con il portiere che decide di stendere l’attaccante piacentino. Sul dischetto si presenta Picchi (75’), che è appena andato via proprio da Brescello per rinforzare la Bobbiese, conclude di potenza angolando bene la traiettoria. Ma l'ex, non ha fatto i conti con il giovanissimo Fabbri che dopo aver neutralizzato un rigore nel turno precedente, si ripete sfoderando una strepitosa respinta che manda in visibilio il pubblico di casa. Un pubblico che incita i ragazzi all’arrembaggio sulle ali dell’entusiasmo. Opoku si produce in un veloce contropiede appoggia a nonno Gozzi (85’) che dal limite conclude con un tiro che Corbellini può solo guardare infilarsi all’angolino per il raddoppio brescellese.

Il Gotico Garibaldina si mantiene nel gruppo di testa andando a vincere sul difficile quanto ostico campo del Lino Notari di Montecchio. Montecchio che subisce una cocente sconfitta giocando però una gara di tutto cuore. La formazione di mister Maurizio Cremona attacca a testa bassa con Volpe che scodella in area un corner pescando Pietra che sfrutta il blocco dei compagni ed impatta ottimamente la sfera che viene però respinta dal palo e poi danza sulla riga di porta dove Zanaboni (13’) non può sbagliare. La reazione dei ragazzi di mister Gussoni è decisa e concreta ma trovano in Anelli, che rientra tra i pali dopo quattro mesi assenza, un insuperabile ostacolo e quando lui non ci arriva, ci pensa il palo a rimediare all’incertezza dell’estremo difensore evitando a Bedogni (36’) il gol del pareggio; nella ripresa la squadra di casa non cessa di attaccare neanche quando Kulluri (56’) si fa ammonire due volte in pochi istanti e così lascia i compagni in inferiorità numerica, ma ciò non spaventa i reggiani che continuano a cercare il pareggio con Anelli che sfodera altre parate straordinarie assicurando al Gotico Garibaldina la vittoria.

Il Carignano in trasferta al Sandro Pertini di Langhirano ha cercato di superare l’ostacolo Langhiranese, ma l’unica conclusione degna di nota è con Fiordelmondo (31’) che supera Ferrari ma non la traversa che evita il gol; le due squadre cercano comunque di superarsi, ma i portieri sono stati attenti ed il pareggio alla fine è il risultato più giusto.

La Viarolese in trasferta al Furlotti di Basilicanova parte subito forte ed infatti Dedè (8’) supera l’esordiente Alessandrini (2000) portiere del Basilicastello Juniores Provinciale, con un diagonale preciso quanto potente. Mister Bizzi infonde ottimismo ed i ragazzi rispondono sul campo e raggiungono il pareggio con Barbarini (21’), che capitalizza l’assist di Rolli (altro giovane); lo stesso attaccante poi non riesce a superare Marcobello quando Fava Thomas lo mette davanti all’estremo difensore ospite. Nella ripresa le squadre si equivalgono nel gioco, ma il cinismo degli ospiti è maggiore e infatti prima Borchini (75’) indovina la traiettoria giusta e appena dopo è Boselli (80’) a chiudere la contesta sfruttando il cross di Dedè che con un contropiede cost to cost ha permesso al compagno di superare l’incolpevole Alessandrini

Il Marzolara tra le mura amiche dell’Amoretti sfodera una sublime prestazione di quelle che piacciono a mister Savi giocando una gara gagliarda e con il coltello tra i denti. Così ha raggiunto l’obbiettivo della vittoria nel finale di gara, ed in rimonta. La partenza è però dei ragazzi del neo tecnico Artoni, che ha raccolto in eredità una quotata formazione ben oliata dal predecessore mister Bonini, che ha abbandonato per motivi familiari. Il Luzzara si presenta con assenze importanti e con la panchina rimpinguata dalla juniores, ma già al pronti via, Sessi verticalizza per Masetti (10’) che davanti a Colacicco non sbaglia infilando il portiere con un pregevole tiro al volo. La reazione non raggiunge i sessanta secondi, infatti Zuelli guadagna la linea del fondo crossa rasoterra per l’accorrente Boga che spara un missile che si infila all’incrocio di Bonfante che può solo guardare. La gara è vibrante ed avvincente e Bellini (17’) supera Colacicco su punizione dal limite ma la traversa rimedia respinge il tiro dell’attaccante reggiano; prima della conclusione del primo tempo Aldrovandi (29’) incappa nel secondo giallo con l’arbitro che inevitabilmente gli mostra il cartellino rosso. Nella ripresa il Luzzara parte meglio con Colacicco costretto agli straordinari per evitare il nuovo vantaggio ospite ma non può nulla quando Bellini (60’) si inventa una traiettoria che si infila all’incrocio dei pali lasciando di stucco i presenti sugli spalti; a questo punto mister Savi decide di cambiare qualcosa e tra lo stupore dei presenti è Adorni (1979) la carta vincente del Marzolara. L’attaccante scodella un angolo al bacio per Biasin (70’) che conclude con una preciso quanto angolato tiro, che riporta la parità; l’immediata reazione reggiana porta alla conclusione di Sessi (71’) che conclude dai 25 metri superando l’incerto Colacicco, maè il palo ad evitare che la palla gonfi la rete; nel finale nuovo angolo di Adorni e stavolta svetta sul primo palo ed in area piccola Zuelli (85’), che impatta spizzando la palla che si infila all’angolo opposto gonfiando la rete e mandando in visibilio il pubblico di casa. Il Luzzara si arrende anche perché non ha più le forze per reagire.

Infine il Noceto supera abbastanza agevolmente la Castelmeletolese tra le mura amiche de “Il Noce” anche se la giovanissima formazione reggiana parte meglio. Sono Gjoka (4’) e Mendicino Luigi (8’) che sprecano con due conclusioni appena sopra la traversa, facendo arrabbiare mister Vinceti. Il Noceto attacca e la molle difesa reggiana permette agli avanti di mister Cerri di concludere a rete più volte con il giovane Ferrari che para e respinge tutto ciò che danza davanti alla propria porta, fin quando Selloum (36’) evita Attolini e mira la porta indovinando anche la traiettoria che si infila sotto la traversa senza che Ferrari (1,75) ci possa arrivare. La reazione reggiana è sui piedi di Contu, ma trova Menta attento alla parata; nella ripresa il Noceto spreca con Ferri e Balestrazzi due favorevoli azioni anche se è il Castelmele tolesea fare la gara, con i ragazzi di Cerri che preferiscono attendere a difesa della porta. Pareggio che poi subisce su una punizione di Ferretti che Contu sporca a centro area, ma per fortuna il guardalinee è pronto a sbandierare il fuori gioco che fa tirare un grosso sospiro al pubblico di casa. Nel finale un indovinato contropiede di Costantino trova il fallo da ultimo uomo di Costa (espulso nell’occasione), dalla punizione si incarica Balestrazzi (90’) che spara un missile sotto l’incrocio dei pali e Ferrari non può evitare che la palla si infila in gol per la gioia dei ragazzi nocetani che con questa vittoria escono appena dalla zona play out.

Nella seconda giornata di ritorno il programma prevede: i big match di alta quota “Fidentina vs Bibbiano San Polo” e “Pontenurese vs Brescello”, per la parte bassa “Castelmele vs Montecchio”, “Viarolese vs Langhiranese” e “Bobbiese vs Basilicastello”.

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Filippo Sanacore il 08/01/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,16505 secondi