Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

L'AGAZZANESE VINCE 4-2 CONTRO LA FOLGORE RUBIERA

“Di certo non è stata la miglior Folgore della stagione – commenta a fine gara il trainer rubierese Ivano Vacondio – Abbiamo tenuto un atteggiamento troppo molle

  Scritto da Redazione Emiliagol il 15/04/2018

AGAZZANESE – FOLGORE RUBIERA 4 – 2

RETI: 2’pt e 12’pt Delfanti (A), 30’pt Barozzi (F), 15’st Lucci (A), 25’st Bonomi (A), 36’st Koridze (F).
 
AGAZZANESE: Daffe, Imafidon, Reggiani, Barbieri, Livelli, Vago, Bonomi, Galli, Delfanti (dal 1’st Lucci), Peretti (dal 15’st Lombardi), Burgazzoli (dal 30’st Pintore). A disp.: Criscuoli, Borghesi, Magnelli. Allenatore: Sandro Melotti.
 
FOLGORE RUBIERA: ​Burani, Tognetti (dal 20’st Dallari), Paglia, Fornaciari, Blotta (dal 20’st Piacentini), Orlandini (dal 35’st Addona), Lusoli, Bassoli (dal 20’st Koridze), Hoxha, Greco, Barozzi. A disp.: Rizzo. Allenatore: Ivano Vacondio.
 
ARBITRO: Vegezzi di Piacenza (assistenti Lo Re di Piacenza e Alzapiedi di Parma).
 
NOTE: spettatori 150 circa.
 
Niente da fare per la Folgore Rubiera, che esce sconfitta dal “Baldini” di Agazzano. Dal punto di vista sostanziale, si tratta di un ko del tutto indolore: tuttavia, è una battuta d’arresto che infligge un duro colpo alle speranze dei nostri beniamini di agganciare il terzo posto.
 

La sfida, valevole per la 31esima giornata di Eccellenza, ha preso binari decisamente favorevoli ai padroni di casa fin dall’inizio: non a caso, dopo appena 12 minuti la formazione di mister Melotti era già sul doppio vantaggio. Al 2′, Delfanti sigla il vantaggio piacentino con una spettacolare botta da fuori area: la palla sbatte sul palo, prima di terminare in fondo al sacco alle spalle di Burani. Al 12′, l’Agazzanese si porta quindi sul 2-0: Blotta scivola inavvertitamente sulla palla, e così Delfanti ha buon gioco nell’andare in gol da favorevole posizione di centroarea. Nonostante l’avvio tutt’altro che incoraggiante, la Folgore trova comunque modo di reagire: alla mezz’ora è Barozzi ad accorciare le distanze, abile nello sfruttare al meglio un’efficace triangolazione di prima.

mattia paglia

Il goleador appenninico realizza in bello stile, anticipando magistralmente il portiere Daffe. Si passa alla ripresa, e al 15′ una gran punizione laterale di Lucci consegna il 3-1 all’Agazzanese: poco dopo un’invenzione offensiva di Bonomi sancisce il poker piacentino, e ciò spegne ogni speranza della Folgore di agguantare almeno un pari. Da lì alla fine c’è però spazio per il gol di Nika Koridze, bravo nel trovare la rete risolvendo un’affollata mischia nell’area avversaria.

 

“Di certo non è stata la miglior Folgore della stagione – commenta a fine gara il trainer rubierese Ivano Vacondio – Abbiamo tenuto un atteggiamento troppo molle: il micidiale uno-due con cui l’Agazzanese si è portata in vantaggio non ci ha dato quella forza di

ivano_vacondio

reazione che mi sarei aspettato. Sconfitta giusta, anche se ritengo che le dimensioni del risultato finale siano eccessivamente punitive per noi: tra noi e i padroni di casa c’è stato un divario inferiore rispetto a ciò che il punteggio finale potrebbe lasciare intendere. In questa giornata così triste sotto l’aspetto sportivo – prosegue Vacondio – spicca comunque la buona prestazione di Paglia: oggi lui ha debuttato come titolare nel ruolo di centrale difensivo, e le risposte che Mattia ha fornito sono state decisamente confortanti. Ora – rimarca l’allenatore – il compito più difficile nelle ultime tre partite sarà quello di mantenere elevate motivazioni”.

 
Domenica prossima la Folgore Rubiera sarà impegnata al Valeriani, nel derby contro un Bibbiano San Polo alla ricerca di punti-salvezza.
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 15/04/2018
Tempo esecuzione pagina: 1,05380 secondi