Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

SCOOP - EMORE MANFREDI HA TENTATO DI FAR COMMISSARIARE IL CRER

Il Delegato di Reggio ha tentato il Golpe in perfetto stile Lombardia: dimissione della metà + uno dei Consiglieri Regionali e quindi relativo commissariamento del CRER; ma la sua missione di emulo Giuda, è, come era prevedibile da chi ha un po' di cervello, miseramente fallita!

Vai alla galleria

ByMansospia - E' proprio vero, il lupo perde il pelo ma non il vizio! Però dai, chi l'avrebbe mai detto che il seppellito Emore Manfredi, prima Delegato di Reggio, poi candidato alla Presidenza del CRER avesse tanto coraggio da cercare di fare un golpe per far commissariare il Comitato dell' Emilia Romagna?

E bhe, sarà un caso, ma Emiliagol da quando si è insediato il nuovo Consiglio, ha sempre tenuto monitorato l' Emore Manfredi; dai, dopo due tradimenti, non è che non si può pensare che non possa arrivare anche il terzo!

E visto quello che vi andiamo a raccontare, anche questa volta non abbiamo sprecato il nostro tempo! E no, non lo abbiamo sprecato!

La premessa però è doverosa e per gli smemorati del CRER e quindi vi invitiamo a ripassare queste pagine (ritiro - tradimento Braiati 1 tradimento Braiati 2), che riguardano i precedenti tradimenti di Emore Manfredi; non sto qui a perdere tempo a far riassunti, perché verrebbe notte; ma quel che è certo, è che non potrete che essere d'accordo sul fatto che questi personaggi alla Emore Manfredi debbono essere allontanati dal nostro mondo e spero che dopo questa, non ci sia più nessuno che possa dargli udienza!

Emore Manfredi - Nonostante avesse motivato il ritiro dalla corsa alla Presidenza del CRER e il conseguente ritiro da ogni incarico in FIGC adducendo a motivi personali, con una piccola ma significativa capriola ha poi accettato di ricoprire fino a giugno l'incarico di Delegato del Presidente di Reggio che gli ha offerto il neo Presidente Simone Alberici. Altra cosa da non sottovalutare per capire il soggetto, è che Emore Manfredi quando si ritirò dalla corsa, si schierò con Alberici e invitò apertamente le Società che gli avevano dato fiducia (firme) a votare appunto per il candidato parmigiano (c'è un comunicato in proposito).

Il Golpe - Con questo incarico di Delegato di Reggio, Emore Manfredi, ha avuto vita facile nel contattare i Consiglieri Regionali eletti nelle Elezioni del 10 Gennaio che hanno sancito la clamorosa vittoria di Simone Alberici su Paolo Braiati.

Da quel che ha saputo Mansospia, i contatti di Emore Manfredi con i suddetti consiglieri, son iniziati dopo che la delegazione dell' Emilia Romagna non ha votato il Presidente Sibilia come Presidente della LND.

I Delegati Assembleari non hanno votato Sibilia (si sono astenuti), perché avevano ricevuto mandato dalle Società nell'assemblea elettiva del 10 gennaio; ma evidentemente a Emore Manfredi o a chi per lui, questo rispetto della volontà delle Società non è che deve importare molto, se si è messo in movimento per sfiduciare il presidente Simone Alberici.

Sfiduciare Alberici? E si, un film già visto a suo tempo in Lombardia e che avrebbe portato al commissariamento dell' Emilia Romagna proprio come successe prima delle elezioni lombarde.

Per sfiduciare un Presidente di Comitato, ci vuole la maggioranza dei Consiglieri e quindi Emore Manfredi, facendo i conti della serva, ha pensato che sarebbe stato facile convincerne la metà più uno per arrivare al commissariamento prima delle elezioni della FIGC che si terranno a Roma il 22 febbraio e che vedono il Presidente della FIGC Gravina nettamente favorito sul Presidente della LND Sibilia.

Emore Manfredi, nonostante si sia fatto forte di appoggi romani con i Consiglieri che ha contattato per convincerli a fare il salto della quaglia, non ha considerato che i conti della serva non hanno valore se interviene l' oste e il conto te lo presenta lui!

Il conto dell' oste, è però prevedibile che sarà davvero salato per Emore Manfredi, che ora rischia anche un procedimento presso la Procura Federale come rischiano lo stesso procedimento coloro che l'hanno appoggiato e coloro che l'hanno manovrato.

E si, il golpe è fallito perché la serva ha sbagliato a pensare e a far di conto sul fatto che esistessero Consiglieri Regionali che potessero tradire Simone Alberici (ex compagni di cordata di Manfredi e ex uomini di Braiati), e nemmeno è servito con ognuno di loro, millantare appoggi di altri Consiglieri, che l'appoggio al golpe non l'hanno mai dato o che nemmeno son stati contattati!

Tanto per raccontarvene una che riteniamo più che importante, sappiate che le nostre spie, ci hanno confermato che i primi no alle dimissioni che avrebbero portato al commissariamento, Emore Manfredi, li ha presi proprio da quei Consiglieri Regionali che erano partiti in squadra con Paolo Braiati.

In pratica un golpe fallito ancor prima di iniziare, anche se l'emule di Giuda Iscariota aveva già fissato l'incontro per la raccolta delle dimissioni proprio per oggi in quel di Bologna!

Oggi, domenica, le firme delle dimissioni di 7 Consiglieri, domani, lunedì, la trasmissione a Roma delle dimissioni e martedì il commissariamento. Questo era il piano del golpe fallito ancor prima di cominciare!

Conseguenze del fallito golpe – Poco da dire, se non che adesso si potrebbe muovere la Procura Federale e che coloro che si son accomunati a Emore Manfredi, oltre che con la stessa Procura Federale, avranno anche da giustificarsi con il neo Presidente del CRER Avvocato Simone Alberici, che nell'interesse suo e nell'interesse del movimento tutto, non potrà esimersi dal prendere importanti provvedimenti. E si, fuori i mercanti dal tempio!

Sapere chi ha telecomandato Manfredi, non credo sia difficile; basta guardare alla Lombardia e basta guardare alle votazioni di Sabato scorso per avere un non lieve sospetto (stessa prassi: ricorso sulle elezioni e dimissioni dei consigieri); poi non sarà nemmeno troppo difficile scoprire colui o coloro che si son bevuti il cervello e che hanno appoggiato il tentativo di golpe.

Vuoi che nessuno abbia fatto la classica telefonata sbagliata?

Solo una? Ahahhahahha, e qui cascherà l'asino perché son ben di più, le telefonate sbagliate che risultano a Mansospia!

E' proprio vero che chi di tradimento ferisce, di lealtà poi perisce!

 

 

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Mansospia il 14/02/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,07046 secondi