Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

RIPARTE IL CALCIO: I TIFOSI NON VEDEVANO L'ORA

Riparte finalmente la Serie A in quella che sarà, senza ombra di dubbio, una stagione strana ed avvincente allo stesso tempo. Dopo un periodo difficile per i tifosi, riparte un campionato tanto atteso. La prima gara in programma è quella che si giocherà sabato 19 settembre allo stadio Franchi di Firenze tra la Fiorentina ed il Torino. Il match sarà a porte chiuse e sono stati presi diversi provvedimenti per evitre assembramenti. L'intero perimetro dello stadio sarà chiuso con le barriere di sicurezza.

 

Una notizia importante per la riapertura degli stadi, seppur in forma ridotta, arriva dal ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora. Il Ministro ha commentato la decisione del CTS a seguito della riunione di martedì 15 settembre nella quale è stato deciso di riaprire al pubblico (1000 persone) le manifestazioni sportive all'aperto. Dal confronto con le diverse parti interessate, infatti, sono emerse le condizioni per riaprire gli stadi seppur in forma ridotta. Già a partire dalle semifinali e dalle finali degli Internazionali di Tennis, potranno assistere mille spettatori a tutte le competizioni sportive che si terranno all’aperto e che rispetteranno scrupolosamente le regole previste in merito a distanziamento, mascherine, prenotazione dei posti a sedere: un primo, ma significativo passo verso il ritorno, speriamo presto, alla normalità nello sport.

 

Come sarà la prossima serie A?

Diverse le novità in quel che si prospetta un campionato combattuto e avvincente. A partire dal pallone. La nuova sfera disegnata per la nuova stagione è davvero particolare: si chiama 'Nike Flight' e presenta un design rivoluzionario con una tecnologia AerowSculpt. Nello specifico, grazie ai solchi presenti sulla superficie del pallone, riduce le oscillazioni e garantisce una traiettoria più stabile del 30% rispetto all'ultimo pallone della Nike utilizzato. Si giocherà tanto, per recuperare il tempo perduto.

 

Sono infatti previsti 6 turni infrasettimanali: il 16 e 23 dicembre, il 6 gennaio, il 3 marzo, il 21 aprile e il 12 maggio. Ci saranno 3 soste per gli impegni della Nazionale in Nations League: l'11 ottobre, il 15 novembre e il 28 marzo. Nelle prime 3 giornate si andrà avanti disorientati dalle voci di mercato. La bella idea di chiudere gli scambi, infatti, prima dell'avvio del torneo, attuata nel 2018 ma non replicata nel 2019, è stata messa nuovamente in soffitta, anche complice la pandemia. La sessione estiva chiuderà solo il 5 ottobre con il rischio concreto di vedere qualche giocatore segnare per una squadra e, la settimana dopo, indossare un'altra maglia. Inoltre sono state confermate le 5 sostituzioni ed introdotte novità sui falli di mano. Nel caso sia accidentale, sarà punito solo se da quel contatto nascerà una rete o una chiara opportunità per la sua squadra. Nel caso in cui, invece, "dopo un contatto accidentale di mano, il pallone viaggi per una certa distanza (un passaggio o un dribbling) e/o ci sono diversi passaggi prima del gol o dell'azione da gol, il fallo non verrà punito.

 

Le favorite

Nonostante le nuove regole i tifosi non vedono l’ora di poter tornare allo stadio per seguire la propria squadra del cuore. Al momento i tifosi delle varie squadre sono impegnati nel seguire le vicende di mercato ed in altri passatempi, in primis le quote scudetto e poi le partite ad altri giochi come NetBet Slots.

 

Grande attesa dunque per quello che sarà il risultato del campo. L'epilogo dell'ultimo campionato con il nono scudetto di fila per la Juventus ha portato a spostare l'attenzione sulle chance di scudetto della prossima annata. Ovviamente, forte dei 9 titoli, la Juventus guarda tutti dall'alto in basso della lavagna. Qualche chance per l'Inter di Conte mentre un ipotetico scudetto di Lazio, Napoli o Atalanta è considerato poco più di una suggestiva, quanto difficilmente realizzabile, ipotesi.

 

L’inter però è molto ben attrezzata. Dopo aver chiuso lo scorso campionato a un solo punto di distanza dai bianconeri vuole assolutamente colmare il gap e ha i mezzi per farlo. Gli arrivi di due esterni come Hakimi e Kolarov aumentano la qualità della rosa in modo evidente, e anche se il tecnico ha chiesto un nome di peso a centrocampo la sensazione è che servirà un ritocco anche in difesa.

 

A oggi, comunque, i nerazzurri sono l’unica squadra capace di avvicinare i campioni d’Italia in carica, come del resto confermato dalle quote Scudetto che per Lukaku e compagni si attestano a 3,00. Occhio però al Napoli. La squadra azzurra ha trovato una propria identità con l’arrivo in panchina di Gennaro Gattuso, che ha portato grande solidità e che dovrebbe risolvere i problemi di un attacco a tratti poco convincente con l’arrivo di un talento come Osimhen.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 17/09/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,06043 secondi