Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     DIRETTA

THE BOSS, PRIMA CATEGORIA A E B, IL COMMENTO DELLA GIORNATA

GIRONE A
 
In una giornata che vede la prima sconfitta della capolista Bobbiese nello scontro al vertice con la Sannazzarese, l’unica vittoria parmense arriva ad opera della San Leo in un importante scontro diretto in chiave salvezza contro lo Sporting Fiorenzuola: i ragazzi di mister Baudo si trovano in vantaggio addirittura di tre goal per poi subire la parziale rimonta dei piacentini, ma nonostante un po’ di sofferenza finale portano a casa i tre punti che permettono di continuare la striscia positiva di risultati.
CLASSIFICA   Pti G
Bobbiese   19 8
Sannazzarese   16 8
Pontolliese   15 8
Chero   13 8
Vigolzone   13 8
Soragna   12 8
San Leo-CSM   12 8
Rottofreno   11 7
Spes Borg   11 7
Fidenza   11 8
Fontanellato   10 8
V.S. Lorenzo   9 9
Aurora   8 8
Sp Fiorenzuola   7 8
Ziano   2 8
Borgonovese   2 9
Vittoria sfumata nel recupero anche per il Soragna sull’ostico campo di Monticelli D’Ongina: pareggio giusto che comunque mantiene la squadra della bassa in una discreta posizione di classifica, pur lasciando l’amaro in bocca proprio perchè arrivato al 96’.
Occasione sprecata invece dal Fontanellato che contro il fanalino di coda Ziano non riesce a sbloccare il risultato (secondo 0-0 interno consecutivo): pesa l’errore dal dischetto di Cardinali (giocatore comunque di maggior spicco fra i gialloneri del ds Giordani); dopo un inizio di campionato promettente che lasciava pensare a qualche ambizione in più, i ragazzi di mister Savi stanno subendo una piccola involuzione ma il gruppo è determinato e saprà risalire la china. Qualche attimo di nervosismo (senza violenza) di troppo in campo e fuori è la nota comunque peggiore della giornata perchè certe cose non dovrebbero accadere sui nostri campi.
Immeritata sconfitta del Fidenza sul campo della Pontolliese che frena la squadra di mister Bonazzi nella rincorsa ai playoff (obiettivo di inizio stagione): la squadra bianconera non riesce a trovare quella continuità necessaria a fare il salto di qualità, nonostante la rosa sia competitiva per il livello di questo girone; da rivedere forse un po’ la fase difensiva e la classifica corta permette ancora di recuperare.
Perde a Chero l’Aurora del presidente Frattini, pagando uno sciagurato inizio di secondo tempo: la squadra gioca sempre alla pari con tutti ma paga la sterilità del proprio attacco (il peggiore del girone per adesso) che sembra dipendere molto da Modafferi, sicuramente il giocatore più qualitativo della rosa; non bisogna comunque perdere l’entusiasmo che da sempre caratterizza il gruppo storico.
 
GIRONE B
 
Continua la marcia spedita della Povigliese che, nonostante un errore del portiere Fava (comunque sempre probabilmente il miglior portiere del campionato), riesce a ribaltare il risultato nel finale contro l’aggressiva Calestanese di mister Corso che comunque se la sta giocando su ogni campo con le proprie armi migliori che sono appunto la voglia di lottare su ogni palla e l’attaccamento alla maglia dei ragazzi; a Calestano sanno che dovranno soffrire fino alla fine ma anche l’anno scorso erano dati per spacciati e invece si ritrovano ancora in categoria, anche perchè la loro forza nelle partite casalinghe è sotto gli occhi di tutti.
Insegue la capolista Il Cervo (sorpresa solo per i non conoscitori) che continua la striscia di vittorie senza subire goal espugnando il campo del Levante con il goal di Bertolini (classe 99) e respingendo gli attacchi dei sorbolesi “reggiani”: in questo momento gli episodi aiutano la formazione collecchiese (ieri rigore sbagliato da Chiodini del Levante nei primi minuti e espulsione del locale Mazzoni a metà primo tempo) che adesso inevitabilmente fa un pensierino in più all’obiettivo “grosso” (era già così in estate nonostante le dichiarazioni di facciata?), anche perchè si parla di ulteriori importanti innesti a dicembre. Chiaro che toccare un gruppo che funziona non è mai semplice, ma le possibilità ci sono ed è giusto provarci.
CLASSIFICA   Pti G
Povigliese   19 9
Il Cervo   18 9
Marzolara   16 9
Boretto   15 8
Real V.Baganza   14 9
Valtarese   12 8
Team Travers.   12 8
Castelnovese   11 9
Solignano   11 8
Calestanese   10 8
Viadana   10 8
Fornovo Med.   9 8
Casalese   9 8
Levante   8 9
Biancazzurra   8 9
Ghiare   4 9
Il Cervo domenica prossima riceverà la visita del Real Val Baganza che ieri ha disputato una partita molto sentita in zona contro gli amici-rivali del Marzolara: pareggio per 3-3 in un incontro che ha divertito il numeroso pubblico presente e che lascia recriminazioni da entrambe le parti; da parte salese il rammarico per aver sprecato il doppio vantaggio (e mancato il tre a zero che poteva chiudere l’incontro) ma anche la soddisfazione di aver raggiunto il pari negli ultimi minuti in inferiorità numerica grazie alla tripletta di Fiordelmondo (un lusso per la categoria) che ha saputo sfruttare il suo magnifico sinistro e qualche piccola incertezza del portiere avversario sul primo e terzo goal; il Marzolara invece ha avuto dieci minuti di fuoco a cavallo dei due tempi con tre eurogoal (due punizioni perfette di Zuelli e Selloum e un gran tiro sotto l’incrocio di Biasin) e paradossalmente ha subito di più quando si è trovato con un uomo in più senza saper gestire bene la palla per far respirare la propria difesa. Espulsi Pisani (forse eccessiva la decisione dell’arbitro in occasione del doppio giallo, anche se pochi minuti prima aveva “perdonato” Giuffredi per la stessa situazione) e mister Zanardi (seconda volta per lui dall’inizio del campionato) del Real che deve mantenere la calma perchè non ha bisogno di perdere pedine importanti se vuole ambire alla vetta, visto che ne ha la possibilità. Marzolara che invece interverrà sul mercato a dicembre per rinforzare una rosa che si è fatta molto corta e che deve sostituire degnamente l’infortunato Poka.
Spreca una bella occasione la Valtarese che si fa bloccare sul pari dal Ghiare, in una partita sfortunata per i ragazzi di mister Setti. Ghiare che va in vantaggio con Papaleo su un peccato di gioventù della squadra della Val Taro e che lotta e si chiude a difesa della propria area, riuscendo comunque a reggere l’arrembante ritorno della squadra di casa che sfiora più volte il goal del vantaggio. Pari comunque meritato dal Ghiare che non ha rubato nulla e recriminazioni per i borghigiani che speravano di insediarsi nelle zone alte della classifica.
Cede in casa invece il Solignano che per il momento alterna troppi alti e bassi per poter stare in zona playoff, nonostante l’organico sia di tutto rispetto: la squadra di mister Giordani lascia i tre punti alla Biancazzurra che torna a respirare dopo un periodo non troppo positivo e proverà a recuperare posizioni e a tornare nelle zone di classifica pronosticate alla vigilia.
Pareggio che non fa fare il salto di qualità a nessuna delle due fra Team Traversetolo e Fornovo Medesano: ennesima rete realizzata da Nardi che porta in vantaggio la squadra del presidente Prampolini  (probabilmente la squadra con il maggior numero di giocatori offensivi di qualità che si possono alternare nelle varie situazioni, anche se Nardi rimane insostituibile), che viene raggiunta nel finale da una rete del rientrante Frigieri. Partita non entusiasmante e un punto a testa, buono per passare una settimana tranquilla e di lavoro perchè queste due società hanno ambizioni e mezzi per stare in alto e possono migliorare parecchio.
Visti gli altri risultati, il campionato continua a essere bello e avvincente perchè molto equilibrato con nessuno che per adesso ha la forza di fare il vuoto: mercoledì (tempo permettendo) i recuperi programmati metteranno tutte le squadre alla pari come partite disputate (occhio al Boretto che nei dodici-tredici giocatori solitamente impiegati è di ottimo livello e, come sempre accade, forse pagherà gli eventuali impegni ravvicinati e al Viadana dal quale ci si aspetta molto di più) e a breve il mercato di dicembre potrebbe forse alterare questo equilibrio, anche se da appassionati e sportivi ci si augura non sia così.
 
Alla prossima
Print Friendly and PDF
  Scritto da The Boss il 11/11/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,09418 secondi