Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     DIRETTA

SELPA DA LA VITTORIA AL COLORNO IN CASA DELL'ARCETANA

Eccellenza, nuova battuta d'arresto per l'Arcetana: il gol di Selpa al 29' della ripresa sancisce il successo della corazzata Colorno. Il ds biancoverde Chiarabini: "La formazione parmense merita ben di più rispetto alla sua attuale classifica, e oggi ha saputo crearci grattacapi in svariate occasioni. D'altro canto, inutile nascondere il rammarico: siamo andati vicinissimi a conquistare un pareggio che avrebbe spezzato, in modo rilevante, la nostra serie negativa"
 

ARCETANA - COLORNO 0 - 1

RETE: 29'st Selpa.
ARCETANA: Cortenova, Francia, Guerri (dal 18'st Hoxha), Castrianni, Pacella, Leoncelli, Predelli (dal 31'st Travagliati), Corradini (dal 25'st Ghirelli), Bernabei (dal 31'st Spallanzani), Luca Ferrari, Tonelli (dal 42'st Di Luca). A disp.: Pè, Aidoo, Iotti, Martino. Allenatore: Andrea Capanni.
COLORNO: Giaroli, Crescenzi, Spagnoli, Setti, Diaw, Serroukh (dal 33'st Bandaogo), Traorè (dal 42'st Ziveri), Arati, Fall Sergine, Lari, Carlucci (dall' 11'st Selpa). A disp.: Lionti, Amadini, Barusso, Didiba, Calliku, Bonacini. Allenatore: Mattia Bernardi.
ARBITRO: Gargano di Bologna (assistenti Ferrari di Modena e sig.ra Russo di Piacenza).
NOTE: spettatori 200 circa. Ammonito Tonelli (A).
 
Arceto, 29 settembre 2019 - L'Arcetana non sfigura al cospetto del forte Colorno: tuttavia, i biancoverdi perdono una grande occasione per spezzare la striscia di risultati negativi. Oggi, in via Caraffa, si è giocato per la quinta giornata di Eccellenza: i parmensi hanno legittimato la vittoria dimostrando di meritare una posizione di classifica ben più elevata rispetto a quella attuale, ma alla squadra di Capanni resta il rammarico per non aver portato a casa un pareggio che sembrava ormai alle porte. Così, i nostri beniamini hanno rimediato il quarto stop consecutivo tra campionato e Coppa: la magra consolazione è data dal miglior rendimento della fase difensiva, che stavolta ha subito soltanto un gol e non 4 come nella terna di precedenti partite. 
 
Per quanto riguarda la cronaca, il primo spunto arriva pochi istanti dopo il fischio d'inizio: Lari sferra un tiro centrale dal limite, che è facile preda di Cortenova. All' 8', conclusione angolata di Fall Sergine: il Colorno chiede il rigore per un presunto mani in area da parte di Bernabei, ma l'arbitro non è dello stesso avviso e lascia proseguire. Al 18', colpo di testa di Lari da posizione ravvicinata: Francia spazza via in angolo. Un minuto più tardi, bella azione orchestrata dal trio Guerri-Luca Ferrari-Leoncelli: quest'ultimo lascia partire un pregevole diagonale da posizione angolata in area, ma Giaroli ci arriva e devia in angolo. Al 25' Bernabei conclude ancora una volta da posizione angolata in area, e Traorè di testa manda in corner. Sugli sviluppi del successivo angolo di Tonelli, Luca Ferrari crea scompiglio a ridosso della porta ducale: tuttavia, nessun giocatore biancoverde si fa trovare pronto nel ribadire in rete il suo suggerimento. Al 28' Bernabei si rende autore di una staffilata dalla distanza: il tentativo è troppo sull'estremo parmense, che intercetta senza difficoltà. Al 37' il Colorno riemerge con Lari, autore di un diagonale ravvicinato: Cortenova intercetta la sfera con i piedi. Al 45' Spagnoli ci prova da posizione ravvicinata: Castrianni appoggia all'indietro verso Cortenova rischiando qualcosa, ma alla fine il guardiano biancoverde chiude in due tempi senza troppe difficoltà.
 
Nella ripresa, al 3' missile di Lari da fuori area: il guardiano dell'Arcetana si fa trovare attento, intervenendo anche in questo caso in due tempi. Al 10' Serroukh fa tremare la retroguardia biancoverde, calciando un insidioso diagonale da posizione ravvicinata: bersaglio fallito per pochissimo. Al 19' il neoentrato Selpa piazza un'inzuccata da pochi passi, dopo aver intercettato il pallone proveniente dall'angolo di Arati: la sfera di perde non di molto fuori a destra di Cortenova. Al 28' Predelli aggancia bene il passaggio di Hoxha, per poi concludere imperiosamente da posizione angolata in area: Giaroli non si fa sorprendere, e intercetta il pallone con maestria. Al 29', i gialloverdi siglano quello che si rivelerà il gol-partita: tutto nasce da un'azione di contropiede, con Traorè che serve con il contagiri Selpa. A quel punto, l'argentino della formazione d'oltre Enza lascia agevolmente  partire un fendente da centroarea che non dà scampo a Cortenova. Al 35' il neoentrato Spallanzani prova a replicare, con una conclusione centrale da fuori area: la palla termina tuttavia a lato, a sinistra del portiere ducale. Al 40' Selpa sfrutta bene il suggerimento di Bandaogo, e potrebbe colpire ancora una volta da centroarea: tuttavia Castrianni fa buona guardia sul numero 18 gialloverde, impedendogli di tirare. Al 41' Luca Ferrari sfiora il punto dell'1-1, con un ficcante diagonale che spedisce la palla sul palo a sinistra di Giaroli. Al 46' Fall Sergine calcia un gran diagonale in area, propiziato dal suggerimento di Bandaogo: pallone di un filo fuori, a sinistra di Cortenova. Al 50' Luca Ferrari crossa verso centroarea, e l'Arcetana reclama il rigore per un presunto mani in area della difesa avversaria: tuttavia, anche stavolta l'arbitro dice che è tutto regolare e pochi istanti dopo arriva il triplice fischio. 
 
"Il Colorno merita senza dubbio di più rispetto alla classifica che ha, e credo che ciò sia fuori discussione - evidenzia Fabio Chiarabini, direttore sportivo dell'Arcetana - Oggi abbiamo faticato parecchio nello sviluppo del nostro gioco, proprio perchè avevamo di fronte una squadra di altissimo livello che ha saputo metterci in difficoltà in svariati frangenti. Ad ogni modo, nonostante le oggettive potenzialità degli avversari, non possiamo certo negare una punta di rammarico - rimarca il ds - Eravamo davvero a un passo dal cogliere un risultato utile, che ci avrebbe rilanciati dopo le sconfitte da cui provenivamo. Fino a metà del secondo tempo, pensavamo davvero di portare a casa almeno un pari: questo ko è dunque una nuova delusione, che ora dobbiamo cancellare quanto prima. La trasferta di domenica prossima, sul campo del San Felice, rappresenta un'occasione di primissimo piano per riprendere quota sul piano dei risultati".
"Per noi si è trattato di un confronto difficile, e ne eravamo pienamente consapevoli fin da prima del fischio d'inizio - spiega invece il trainer gialloverde Mattia Bernardi - Del resto eravamo in arrivo da un periodo non brillantissimo, e quindi c'era il rischio di farsi prendere da una spirale negativa anche e soprattutto sul piano del morale. L'Arcetana si è rivelata avversaria ostica e coriacea, proprio come ci aspettavamo: d'altro canto credo che questi 3 punti siano del tutto meritati, specie considerando la nostra netta superiorità durante la ripresa. Un blitz che ci dà notevole slancio in vista dell'immediato futuro".
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 29/09/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,18301 secondi