Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     DIRETTA

IL PREFETTO HA CONVOCATO UNA RIUNIONE SULLA VIOLENZA NEI DILETTANTI

Violenza negli impianti di calcio nel settore giovanile e dilettanti

Comunico che Giovedì 26 Settembre alle ore 11.00 convocata da sua Eccellenza il Prefetto di Parma si è tenuta una riunione dedicata alla tematica in oggetto.

Erano presenti tutte le forze dell'ordine, rappresentanti di Comune e Provincia nonché di tutti i dirigenti degli enti di promozione sportiva.

Dopo un breve saluto da parte di sua Eccellenza il Prefetto si è passati ad una analisi delle problematiche emerse nella decorsa stagione sportiva in cui purtroppo praticamente tutte le componenti del mondo del calcio, all'interno della nostra provincia, si erano distinte in modo negativo.

A conferma delle criticità e dei comportamenti tenuti sono stati disposti ben 13 DASPO dall'autorità competente. Si è passati poi ad esaminare quali correttivi mettere in atto al fine di prevenire il ripetersi di situazioni che nulla hanno in comune con il mondo dello sport in generale e con il calcio in particolare.

Conoscenza, comunicazione e coinvolgimento di una più ampia platea dirigenziale sono gli elementi base su cui indirizzare i nostri sforzi.

Conoscere, placare i più irruenti, dialogare con le famiglie particolarmente presenti sui campi di gioco inserendo all'interno dei gruppi che si formano soggetti capaci di stemperare atmosfere surriscaldate, riconoscere i meriti degli avversari nonché capire eventuali errori dei direttori di gara, sono le basi imprescindibili su cui lavorare.

La prima tutela verso le società deve avvenire dal loro interno isolando i violenti sia fisici che verbali al fine che sulle stesse non ricadano le inevitabili sanzioni.

A conclusione dei lavori si è convenuto :

1)- che gli addetti al servizio d'ordine muniti di bracciale di riconoscimento, che sostituisce la forza pubblica, alle prime avvisaglie di atteggiamenti non consoni, chiamino immediatamente le forze dell'ordine;

2)- di fissare con le autorità competenti una riunione da tenersi nel prossimo mese di ottobre, aperta a tutte le componenti del mondo calcio non solo federali, per informare, formare e prevenire la violenza sui campi di gioco.

Il Delegato Provinciale Romano Martini

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 29/09/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,18701 secondi