Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     DIRETTA

BENEMERENZE FIGC, PREMIATE A ROMA TANTE "VECCHIE" CONOSCENZE

Consegnate tredici benemerenze tra società e dirigenti della regione. Riconoscimento alla memoria per Anzio Arati (FalkGalileo). I protagonisti: "Momento unico e indimenticabile"



Assegnate ieri, presso l'Holiday Inn di Roma le benemerenze sportive della Lega Nazionale Dilettanti e del Settore Giovanile e Scolastico. Un momento solenne, che ha emozionato profondamente tutti i partecipanti e che ha registrato la presenza del presidente della LND Cosimo Sibilia, del presidente federale Gabriele Gravina e del presidente del Settore Giovanile e Scolastico Vito Tisci. La delegazione emiliano romagnola ha ricevuto tredici benemerenze più il premio alla memoria per il compianto Anzio Arati (FalkGalileo), ritirato dal fratello Alberto e dalla moglie Marta. Quattro benemerenze per le società emiliano romagnole con almeno 50 anni di attività.
Per la Polisportiva Quarantolese ha ritirato il premio il vicepresidente Alfo Guicciardi: "E' stato riconosciuto il grande lavoro che come società facciamo ogni giorno da sempre. Quest'anno abbiamo celebrato il cinquantesimo anniversario della nostra attività, festeggiando l'approdo, per la prima volta nella nostra storia, in Promozione. La benemerenza ricevuta rappresenta la ciliegina sulla torta. Speriamo di poter tornare per il nostro centenario". 
L'APD Pontevecchio Calcio è stata rappresentata dal presidente Giuseppe Nigro. "Abbiamo vissuti due giorni stupendi e bene organizzati. Il nostro impegno non è ricompensato dal denaro ma da soddisfazioni come quella di oggi. Ricevere un premio dalle mani del presidente federale Gravina è qualcosa di unico. Personalmente ero già stato premiato nel 1993 per i miei 38 anni di attività in società, ma certe emozioni sono sempre molto forti. Questa esperienza mi ha arricchito, anche per il confronto fruttuoso con gli altri dirigenti che erano presenti". 
Il vicepresidente Enrico Marina ha ricevuto il premio per gli oltre 50 anni di attività dell'FC Rottofreno. "Sono 55 – precisa -, un traguardo tagliato anche grazie al nostro presidente Rodolfo Garati che non ha potuto partecipare alla cerimonia perchè ancora convalescente dopo un intervento. Siamo contenti ed onorati. Oggi abbiamo 150 tesserati, una prima squadra in Prima Categoria e formazioni in tutte le categorie giovanili. Questo premio è una grande soddisfazione". 
La quarta ed ultima società premiata per almeno 50 anni di attività è stata l'ASD Porretta 1924.
La benemerenza è stata consegnata al responsabile del settore giovanile Pietro Franchi. 
"Il CRER ci ha fatto un bel regalo. Non solo per la benemerenza ricevuta, ma anche per i due giorni bellissimi che abbiamo vissuto insieme, conoscendo nuove persone in un clima familiare. La presenza del presidente Gravina alla cerimonia è stata speciale. Le sue parole sul mondo dei dilettanti ci danno ancora più spinta per andare avanti". 
Come dirigenti federali con almeno 40 anni di attività sono stati premiati il delegato assembleare Gabriele Tugnoli e il consigliere regionale e vicepresidente del CRER Celso Menozzi. "Non me l'aspettavo – commenta Tugnoli -. Sentire il mio nome in una cerimonia tanto bella, in mezzo a tanta gente e a grandi personaggi del mondo del calcio, mi ha emozionato profondamente. Non sono riuscito a trattenere qualche lacrima. Ho provato qualcosa mai vissuto prima in vita mia. Al mondo del calcio ho dato tanto, se non tutto. Questo premio è la chiusura di un cerchio". 
Goliardico oltre che soddisfatto Menozzi: "Dopo vent'anni mi sono rimesso la giacca e la cravatta per questa cerimonia. Lo rifarò tra altri vent'anni. In questi due giorni si è creato un feeling particolare con tutti i dirigenti. Bellissima compagnia e complimenti a Sara Bottarelli per l'organizzazione". 
Due i dirigenti Federali premiati per almeno 20 anni di attività. Paolo Ravanetti, segretario della Delegazione Provinciale di Parma, Commissario di campo della Serie D fino al 30 giugno e dalla prossima stagione Delegato LegaPro Commissione Controllo e Sicurezza, racconta le sue emozioni. "Davvero tante. Ringrazio il presidente regionale Paolo Braiati per queste splendide giornate e compimenti a Sara per l'organizzazione". Floriano Evangelisti, segretario della Delegazione Provinciale di Rimini, è grato: "E' una soddisfazione che mi ricompensa del tempo tolto anche alla mia famiglia. Siamo tutti volontari e amici. Essere qui insieme mi ha fatto davvero piacere". 

Tre i dirigenti di società premiati per almeno 20 anni di attività. Giorgio Caselli, direttore generale del Polinago, non ha dubbi: "Queste due giornate sono state tanto belle quanto inaspettate. Ho impiegato 68 anni per vivere un'emozione simile ma ne è valsa la pena. Ricorderò sempre questa esperienza, non solo per il premio ricevuto, ma anche per i momenti di condivisione con il gruppo, come la cena tipica romana da "Lo scopettaro" al Testaccio". 
Sorpreso e felice Massimo Bragagni, direttore generale della Sampierana: "Questo è il riconoscimento per il tempo che ho dedicato alla Sampierana e al mondo dello sport dell'alta valle del Savio. Lo dedico alla mia famiglia, a mia moglie Stefania e a mia foglie Sofia, a cui ho sottratto un po' di tempo ma che per me sono importantissime". 
Daniele Bandini, presidente del S.Pietro in Vincoli, ricorderà a lungo queste due giornate. "E' stato un onore avere ricevuto premio. Lo dedico alla società che rappresento e a tutti i miei dirigenti. Abbiamo 260 ragazzi e 14 squadre: il lavoro che sosteniamo è imponente". 

Due i dirigenti di società con almeno 40 anni di attività che hanno ricevuto la benemerenza. 
Guido Cristofori, vice presidente dell'Olimpia Quartesana, ha visto premiata la sua fedeltà. "Sono 42 anni che mi impegno ogni giorno per la società. Questo è un riconoscimento importante dopo tanti sacrifici". Aldo Gennari, consigliere della Pontenurese, ha un pensiero speciale: "E' stata una bella avventura. Dedico questo premio a mia moglie Sofia che mi ha sempre sostenuto ma che oggi non è potuta essere qui con me". 

Toccante il momento in cui Alberto Arati (fratello) e Marta (moglie) hanno ricevuto il premio alla memoria di Anzio Arati (FalkGalileo) come dirigente di società con 50 anni di attività. 
"Il legame con mio fratello era fortissimo – ricorda Alberto, oggi presidente del club -. Sono felice di essere qui a ritirare questa benemerenza assieme a sua moglie Marta. Ringrazio il CRER. Mio fratello ha dato tanto al movimento, mettendo passione, tempo e idee. E' stato consigliere regionale, oltre che ideatore e organizzatore di iniziative come le Olimpiadi del Tricolore, il Torneo Internazionale Città del Tricolore ed il Torneo Cavazzoli. Anzio non è mai stato presidente, ma come direttore generale è stato l'anima del club. Ringraziamo di cuore la Federazione per il bellissimo gesto che ha fatto nel consegnare questo riconoscimento". 

La chiosa è del presidente regionale Paolo Braiati: "E' stata una bellissima manifestazione in cui ho visto dirigenti commuoversi. Ringrazio Sara per l'organizzazione. Abbiamo vissuto due bellissime giornate, scoprendo anche posti caratteristici come "Lo scopettaro", dove abbiamo potuto assaggiare la cucina tipica romana, vivendo poi un bel momento conviviale con gli amici del Veneto. Conserverò certamente un bellissimo ricordo di queste giornate, così come tutti i partecipanti". 
 
Ufficio Stampa CRER
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 22/06/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,20545 secondi