Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     DIRETTA

PLAY OFF, IL CASTELLARANO RIMANE IN 6, E LA PARTITA VIENE SOSPESA

PROMOZIONE A, LA PIEVE NONANTOLA - CASTELLARANO 3-0 - , I SOGNI DEL CASTELLARANO ANNEGANO IN UN MARE DI CARTELLINI ROSSI: GLI AZULGRANA RESTANO IN 6, E IN FINALE CI VA LA PIEVE. LANZAFAME: "ABBIAMO COMUNQUE FORNITO UNA PROVA STRAORDINARIA"

 

LA PIEVE NONANTOLA - CASTELLARANO 3 - 0
(sconfitta a tavolino, partita sospesa al 12' del secondo tempo supplementare perchè gli azulgrana sono rimasti in 6)
LA PIEVE NONANTOLA: Bonamigo, Feraco, Ligabue, Mazzini (dal 38'st Talha), Pignatti, Pecorari, Macchiaroli (dal 45'st Mannu), Lupusor, El Madi, Girotti, Azzouzi. A disp.: Lorusso, Boni, Pavarotti, Modica, Malagoli, Salvi, Benazzi. Allenatore: Andrea Barbi.
CASTELLARANO: Casolari, Paganelli R. (dal 1'st Maffei), Pellesi (dal 1'sts Forti), Gazzotti (dal 39'st Sana), Zironi, Sentieri, Turci, Quartaroli, Notari, Carrozza, Barozzi. A disp.: Barraco, Koduah, Messori, Galli, Murataj, Cotella. Allenatore: Roberto Lanzafame.
ARBITRO: Vincenzi di Bologna.
NOTE: spettatori 100 circa. La partita è stata sospesa sul punteggio di 1-1: in gol al 16'pt Barozzi (C) e al 36'pt Lupusor (L). Espulsi al 20'pt Quartaroli (C) per doppia ammonizione, al 30'st Zironi (C) per intervento su Feraco, al 34'st Turci (C) per doppia ammonizione, al 47'st Pignatti (L) e Notari (C) per reciproche scorrettezze, al 12'sts Carrozza (C) per intervento su un avversario. 
 
Il sogno chiamato Eccellenza naufraga in un mare di espulsioni: questo è l'epilogo, triste e nel complesso immeritato, del cammino che il Castellarano ha portato avanti all'interno del campionato di Promozione 2018/2019. Oggi, sul sintetico "Venturelli" di Castelvetro, si è disputata la semifinale dei play off contro la Pieve Nonantola: per accedere alla finalissima, la compagine allenata da Roberto Lanzafame aveva assoluto bisogno di una vittoria. E in effetti la giornata azulgrana era anche iniziata nel migliore dei modi, con il punto del vantaggio messo a segno da Daniele Barozzi. Nella circostanza, al 16' il numero 11 ospite colpisce a rete da centroarea sugli sviluppi di un calcio d'angolo: Bonamigo neutralizza la conclusione, ma sulla respinta il goleador appenninico è lesto nel siglare lo 0-1. Al 20' giunge quindi il primo cartellino rosso della giornata: a riceverlo è Quartaroli, al quale viene comminata una seconda ammonizione che appare piuttosto discutibile. Alla mezz'ora Macchiaroli entra in area e conclude dopo una pregevole azione personale, ma Casolari ci mette i piedi e abbassa la saracinesca. La Pieve Nonantola pareggia però i conti al 36': l'1-1 porta la firma di Lupusor, che realizza con un'imperiosa conclusione dopo aver abilmente intercettato un cross basso. L'ultimo sussulto del primo tempo regolamentare arriva al 42', quando Casolari manda in angolo il colpo di testa di El Madi.
 
Nella ripresa, al 9' il Castellarano va vicino al raddoppio: Turci serve bene Barozzi, e quest'ultimo si rende autore di un tiro da buona posizione su cui però Bonamigo si dimostra attento. Al 12' ci prova anche Carrozza, con un insidioso colpo di testa: la sfera si perde di un niente a lato. Il Castellarano insiste, e al 17' Barozzi sfiora nuovamente l'1-2: in questo caso, l'estremo biancogranata compie un autentico miracolo e così il punteggio non cambia. Intorno alla mezz'ora, gli azulgrana subiscono poi una doppia espulsione: prima Zironi e poi Turci devono abbandonare il campo, ma gli ospiti continuano a non arrendersi nonostante l'oggettiva difficoltà del momento. Al 36' la Pieve ha un'occasionissima con El Madi, che giunge a tu per tu con Casolari: il numero 9 modenese calcia però alto sulla traversa. Al 41' c'è quindi la girata al volo di Notari, ma anche in questo caso il pallone non inquadra lo specchio della porta terminando alto. Poco prima dei supplementari, Pignatti e Notari hanno un contrasto di gioco e vengono espulsi direttamente: il Castellarano rimane così in 7 contro 10, e l'impresa appare a dir poco disperata.
 
Nel primo supplementare, al 4' Casolari respinge con i piedi l'incursione di El Madi: al 13' Carrozza tenta di trovare la via giusta per compiere il miracolo, ma la sua conclusione viene deviata di pochissimo fuori dalla retroguardia avversaria. Per di più, il Castellarano non demorde: all'inizio del secondo supplementare Carrozza calcia di poco fuori da posizione ravvicinata, mentre al 4' Barozzi arriva davvero a un soffio dall'1-2. L'attaccante appenninico lascia partire una delle sue ficcanti conclusioni, ma Bonamigo riesce a intervenire proprio sulla linea: al 12', l'espulsione di Carrozza fa poi calare il sipario sulla contesa. Passa il turno la Pieve Nonantola, che domenica prossima giocherà in casa la finalissima contro l'Arcetana.
 
"I nostri ragazzi meritano tanto di cappello - afferma il tecnico azulgrana Roberto Lanzafame - Devo complimentarmi con l'intera squadra, per avere fornito una prova davvero straordinaria. Abbiamo preparato la partita nel migliore dei modi, e oggi la qualità dei nostri allenamenti si è puntualmente vista sul terreno di gioco: anche quando eravamo in 7 contro 10, siamo stati capaci di sfiorare il gol che ci avrebbe permesso di cogliere un'eroica vittoria. Dispiace davvero uscire di scena così, anche perchè l'arbitraggio è stato quantomeno discutibile: sulla direzione di gara preferisco non aggiungere altro, perchè ora sono troppo arrabbiato per commentarla. Di certo avremmo avuto le potenzialità giuste per arrivare fino in fondo, e per giocarci l'ascesa in Eccellenza in un derby con l'Arcetana che sarebbe stato di grandissimo interesse. Adesso, ringrazio tutta la squadra - prosegue Lanzafame - Io sono arrivato in punta di piedi, ma i giocatori mi hanno seguito fin da sùbito con grande convinzione e impegno: nonostante l'amaro finale di oggi, credo proprio che il cammino portato avanti sotto la mia guida sia stato di buona qualità. Un ulteriore ringraziamento va poi allo staff tecnico: in primis al viceallenatore Andrea Zini, che è stato davvero parte integrante del nostro organico. Tutto questo senza dimenticare un pensiero di gratitudine rivolto alla società, che ha creduto in me dandomi fiducia in un momento oggettivamente complesso per la prima squadra. Del futuro, è ancora presto per parlare - evidenzia il mister - Ne discuteremo con calma nei prossimi giorni, insieme alla compagine dirigenziale".
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 20/05/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,36647 secondi