Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

CON UN GOL DI OTTOLINI AL 91° IL FABBRICO VINCE A CASTELLARANO

CON UN GOL SUL FINALE DI GARA IL FABBRICO METTE FINE ALLA LUNGA STRISCIA UTILE DEL CASTELLARANO. MISTER PIVETTI: "SCONFITTA MERITATA, NONOSTANTE UN BUON 1° TEMPO DA PARTE NOSTRA. ORA, VIETATO SCORAGGIARSI IN VISTA DELLA RIESE"

CASTELLARANO - FABBRICO 0 - 1

RETE: 46'st Ottolini.
CASTELLARANO: Casolari, Pellesi (dal 48'st Forti), Messori (dal 36'st Cotella), Guilouzi, Sentieri, Splendore, Turci, Quartaroli (dal 23'st Toni), Notari, Carrozza (dal 36'st Koduah), Barozzi. A disp.: Barraco, Galli, Paganelli, Zironi, Maffei. Allenatore: Pierfrancesco Pivetti.
FABBRICO: Aldrovandi, Baldini, Marastoni, Fornetti, Bega, Bedogni (dal 28'st Saturno), Zaniboni (dal 10'st Garlappi), Montipò, Ottolini, Visentini, Kundome (dal 14'st Ceci F.). A disp.: Bigliardi, Barbieri, Magistrelli, Koaudio, Iescone, Caramori. Allenatore: Stefano Zironi.
ARBITRO: Mozzillo di Reggio Emilia (assistenti De Gaetano di Parma e sig.ra Orecchioni di Bologna).
NOTE: spettatori 150 circa. Ammoniti Guilouzi, Sentieri e Splendore (C), Baldini e Garlappi (F).
 
La lunga striscia utile del Castellarano si è purtroppo interrotta, dopo ben 11 partite consecutive senza perdere: oggi pomeriggio, nel recupero della 21esima di Promozione, gli azulgrana hanno pagato dazio contro un Fabbrico non spettacolare ma comunque tenace e concreto. 
Una battuta d'arresto amara, anche perchè giunta in modo inaspettato: prima dello stop per neve i nostri beniamini stavano infatti vivendo un ottimo periodo, sia dal punto di vista della forma sia per quel che riguarda l'aspetto dei risultati. Viceversa il Fabbrico sta lottando per evitare i play out, e oggi si è presentato a Castellarano dopo una serie di 5 partite contraddistinte dall'assenza di vittorie.
 
Per quanto riguarda la cronaca del derby, primo tempo avaro di sussulti da ambo le parti: tuttavia, sono stati i padroni di casa a creare le principali incursioni in chiave offensiva. Più ricca di spunti la ripresa: i locali hanno avuto varie occasioni per passare in vantaggio e possono anche recriminare per il rigore sbagliato da Notari. Tuttavia, quello di oggi non era certo il solito Castellarano: la formazione di Pivetti ha incontrato le maggiori difficoltà durante i secondi 45', mostrando un'idea di gioco piuttosto sfumata e manifestando anche segnali di sofferenza per quanto riguarda energie e fiato.
 
Andando con ordine, al 17' Notari si rende autore di un'insidiosa girata da posizione interessante: Aldrovandi riesce a salvarsi in corner. Al 25' pregevole diagonale di Barozzi, che potrebbe colpire da posizione angolata in area: tuttavia, la palla termina appena alta sulla traversa.
 
Dopo l'intervallo, al 2' Carrozza scodella un pallone di platino per Barozzi: quest'ultimo potrebbe colpire a rete con un diagonale in piena area, ma l'estremo fabbricese ci mette i piedi e nega al Castellarano la gioia del gol. Poco dopo, Turci ci prova da posizione favorevole in area: il tiro è però debole, e facile preda del guardiano ospite. Al 7' Baldini ferma Turci in piena area, e l'arbitro non incontra esitazioni nell'indicare il dischetto del rigore: Aldrovandi respinge sulla propria sinistra il penalty di Turci, e pochi istanti dopo Montipò spazza via la sfera a ridosso della linea di porta. Al 9' un malinteso difensivo azulgrana rischia di spianare la strada a Kundome: il colpo di testa del numero 11 biancoazzurro arriva a seguito dell'avventurosa uscita di Casolari, ma l'estremo del Castellarano riesce poi a indietreggiare quel tanto che basta per evitare il patatrac. Al 13', Barozzi calcia alto un altro diagonale in area fabbricese: quattro minuti dopo Turci si fa largo tra le maglie difensive avversarie con un'abile serpentina, ma la sua conclusione ravvicinata viene deviata in angolo da un attento Aldrovandi.
 
Al 27', altra limpida occasione per il Castellarano: Barozzi approfitta dell'ottimo suggerimento di Carrozza, per sferrare un colpo di testa in area avversaria che fa tremare la difesa del Fabbrico. La palla sfila di un niente fuori, a destra del guardiano ospite. Alla mezz'ora i biancoazzurri rispondono con Fabio Ceci, che sferra un potente tiro da centroarea dopo aver raccolto l'assist di Baldini: Casolari è bravo nel neutralizzare il tentativo. Un minuto più tardi, grande traversone dello stesso Ceci a beneficio di Visentini: quest'ultimo, indisturbato, calcia alto da centroarea tra lo stupore della platea. Al 32' il protagonista è di nuovo Visentini, autore di una fiondata da fuori area che si perde non di molto fuori a sinistra di Casolari. Il gol-partita arriva al 46': dopo aver eluso la sorveglianza di Koduah, Ottolini sferra un imperioso diagonale all'interno dell'area e per Casolari stavolta non c'è scampo. Al 48' il Fabbrico potrebbe addirittura raddoppiare con l'incursione da centroarea di Fabio Ceci, ma il pallone risulta facile preda del portiere azulgrana. Qualche brivido per gli ospiti a pochi istanti dal termine, quando Aldrovandi esce dalla propria porta: l'inzuccata all'indietro di Maestroni potrebbe far pensare a un autogol, ma l'estremo biancoazzurro non si fa sorprendere e chiude con sicurezza.
 
A fine gara, ovviamente c'è poca voglia di parlare nell'ambiente del Castellarano: tuttavia, Pierfrancesco Pivetti non rinuncia a fornire la propria analisi in merito a questa sconfitta. "Inutile nascondersi dietro a mezze parole - commenta il mister - Questo è un ko meritato, che per noi rappresenta anche una consistente occasione persa: se avessimo vinto ci saremmo notevolmente avvicinati al primato in classifica, addirittura con la prospettiva di superare il San Felice in occasione dello scontro diretto del prossimo 20 febbraio. Per quel che riguarda nel dettaglio la sfida di oggi - prosegue Pivetti - nel 1° tempo siamo stati noi a destare le impressioni migliori: pur non creando tanto in zona gol, abbiamo comunque mantenuto un visibile predominio territoriale. A inizio ripresa, il rigore sbagliato ha finito per fare la differenza: se fossimo passati in vantaggio, sono certo che alla fine saremmo riusciti a centrare l'intera posta in palio. Tuttavia, può capitare un errore dagli 11 metri: la nostra reazione è stata sbagliata, perchè da lì in avanti ci siamo innervositi e in parte disuniti. In più - rimarca il trainer azulgrana - c'è stato un netto calo per quanto riguarda la brillantezza fisica: un problema da esaminare con attenzione e senza ansie, in vista del confronto di domenica prossima contro la Riese. Ora, l'obiettivo primario è quello di riprendere il cammino con nuovo slancio e motivazioni: questo ko brucia, ma nulla può dirsi compromesso nella lotta per il primo posto".
 
Stefano Zironi, allenatore del Fabbrico nonchè ex di turno, rende onore agli sconfitti: "Il Castellarano ha giocato la partita che mi aspettavo, in special modo per quanto concerne la prima metà dell'incontro - ha detto il tecnico biancoazzurro - Prima dell'intervallo, la squadra di Pivetti ha saputo crearci svariate difficoltà soprattutto a livello di costruzione della manovra. In seguito la combattività che ci caratterizza è emersa in modo più convincente: nella ripresa abbiamo saputo esprimere maggiore qualità, legittimando questi tre punti. Per noi è davvero un successo di prestigio, contro un'avversaria di primo piano".
 
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 06/02/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,20535 secondi