Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

PRES. ROSSETTI, IL 3-0 AL MODENA RIMARRA' NELLA STORIA DEL CARPANETO

Vai alla galleria

Calcio serie D girone D, Vigor Carpaneto 1922 da schianto: 3-0 alla capolista Modena F.C. 2018

In un “San Lazzaro” gremito (800 spettatori) è un’Epifania da incorniciare per la squadra di Rossini, che sovrasta la prima della classe e conquista la vittoria con la doppietta di Rantier (quota 100 gol in carriera) e la rete di Carrozza

CARPANETO (PIACENZA), 6 GENNAIO 2019 – Gli inglesi direbbero “over the top”. Nella nostra lingua, possiamo dire oltre il massimo, anche delle più rosee previsioni. E’ un’Epifania più simile a un sogno quella vissuta dalla Vigor Carpaneto 1922, che ha iniziato girone di ritorno e 2019 con una vittoria da favola: davanti a un “San Lazzaro” gremito (800 spettatori), infatti, la squadra di Stefano Rossini ha schiantato la capolista Modena F.C. 2018, tornata a casa con un netto 3-0 sul groppone e anche il primato condiviso con la Pergolettese. La Vigor, invece, consolida il quarto posto, a braccetto con il Fanfulla e staccando il Fiorenzuola, ma la classifica non conta: è il vero sapore dell’impresa quello che i biancazzurri gustano con piacere, festeggiando l’ottava vittoria stagionale e mantenendo l’imbattibilità casalinga, mentre i canarini perdono quella esterna.

Ancora una volta, per il Carpaneto un grande primo tempo, poi la capacità di ammazzare la partita nella ripresa, con l’aiuto della superiorità numerica. Trame precise, intensità, tecnica e profondità i fattori decisivi per la Vigor, mentre il “man of the match” non può che essere Julien Rantier: l’attaccante francese classe 1983 ha segnato una doppietta, approdando a quota 11 in campionato e a 100 in carriera, oltre a propiziare il terzo gol di Carrozza. Tanta Vigor, poca Modena per un successo locale meritato.

LA PARTITA –  La Vigor scende in campo con il consueto 4-3-3 che vede Rantier punta centrale affiancato da Carrozza a sinistra e Corioni a destra. Dal canto suo, invece, Apolloni conferma le intenzioni della vigilia passando al 4-2-3-1 con Ferrario elemento più avanzato, mentre sono indisponibili Loviso e Ferretti (problemi fisici) oltre allo squalificato Pattarin.

Al 3’ l’attaccante francese del Carpaneto è subito pericoloso finalizzando un contropiede, ma il suo tiro viene respinto da Dieye, ex di turno. All’11’ è bravo Baschirotto a intercettare l’assist di Sansovini per Ferrario, mentre tre minuti dopo è ancora Rantier a rendersi pericoloso su un pregevole schema su punizione, con il suo tiro deviato in corner. La squadra di Rossini punge con intensità e profondità, mettendo in grande difficoltà la capolista: al 18’ è ancora Rantier ad avere un’occasione d’oro a tu per tu con il portiere, ma la conclusione è incredibilmente alta. Nel cuore del primo tempo si fanno vedere i canarini: al 23’ tiro di Ferrario debole, mentre quattro minuti dopo gli ospiti non capitalizzano una ghiotta punizione dal limite. Alla mezz’ora è bravo Vagge a sventare su Sansovini, ma al 37’ la Vigor passa in vantaggio: Corioni dribbla secco Boscolo Papo che lo stende al limite dell’area. Dalla destra il mancino di Rantier è velenoso e si insacca per il meritato vantaggio biancazzurro. Al 43’ un’azione sulla sinistra manda al tiro Abelli (a lato), mentre il finale è di marca ospite, con due corner e soprattutto la rovesciata di Ferrario allo scadere con Vagge che tocca e alza sulla traversa.

Al 65’ l’episodio (tra l’altro sfuggito a quasi tutti) che poi sarà decisivo per l’incontro: dopo un fuorigioco, Vagge passa la palla a Fogliazza per il punto di battuta individuato, Montella intercetta la sfera e la colpisce in rete. Gli ospiti protestano reclamando il gol regolare per punizione battuta, ma l’arbitro non convalida sposando la tesi del gioco ancora fermo. Nel parapiglia che ne scaturisce, il capitano canarino Perna colpisce a gioco fermo Baschirotto e viene espulso.

In superiorità numerica, nel giro di quattro minuti la squadra di Rossini chiude la partita: al 68’ un lancio dalle retrovie pesca Rantier che fulmina Dieye per il 2-0, mentre al 72’ Mastrototaro recupera palla, serve Rantier che tira, ma Carrozza è lesto sulla respinta per il tris piacentino. Basta così, con Barba che sfiora addirittura il poker allo scadere.

VIGOR CARPANETO 1922-MODENA F.C. 2018 3-0

VIGOR CARPANETO 1922: Vagge, Rossini M. (86’ Zuccolini), Abelli (82’ Barba), Mastrototaro, Fogliazza, Baschirotto, Corioni, Rossi (61’ Viola), Rantier (76’ Quaggio), Mauri, Carrozza (92’ Favari). (A disposizione: Terzi, Cornaggia, Casadei, De Micheli). All.: Rossini S.

MODENA F.C. 2018: Dieye, Ndoj, Dierna, Perna, Zanoni, Boscolo Papo (73’ Bellini), Rabiu (56’ Messori), Sansovini, Duca (76’ Parisi), Baldazzi (53’ Montella), Ferrario. (A disposizione: Piras, Gozzi, Magliozzi, Falanelli, Berni). All.: Apolloni

ARBITRO: Scatena di Avezzano (assistenti Matera e Cleopazzo di Lecce)

RETI: 37’ e 68’  Rantier (V), 72’ Carrozza (V)

NOTE: Spettatori 800. Espulso al 65’ Perna (M) per aver colpito un avversario a gioco fermo.  Ammoniti Rossi, Abelli, Rossini M. (V), Rabiu, Bellini, Dierna (M). Recupero 0’ e 4’.

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA:

Giuseppe Rossetti (presidente Vigor Carpaneto 1922): “E’ stata una giornata spettacolare e perfetta sotto tutti i punti di vista, da quello organizzativo al comportamento delle due tifoserie. Ci aspettavamo di fare una bellissima prestazione, abbiamo giocato contro un’ottima squadra, tenendo testa, poi è arrivato questo risultato eclatante che ha segnato l’apice della storia del Carpaneto. Il nostro primo obiettivo, però, rimane la salvezza: dobbiamo continuare con umiltà, ma allo stesso tempo non ci poniamo limiti”.

Stefano Rossini (tecnico Vigor Carpaneto 1922): “Abbiamo disputato una grande gara, tenendo spesso in mano il pallino del gioco e quando giochiamo così in casa, cosa che è avvenuta quasi sempre tranne un paio di circostanze, possiamo mettere in difficoltà tutti. Vigor-ammazzagrandi? Dobbiamo tenere l’asticella alta:dal punto di vista mentale, questa era la partita più facile da preparare, ora a Sasso Marconi sarà più dura”.

Julien Rantier (attaccante Vigor Carpaneto 1922): “Faccio i complimenti alla mia squadra, si è visto il gioco corale, è da un anno e mezzo che lavoriamo per questo. Contro le “big” spesso giochiamo bene e oggi ci è andato tutto per il verso giusto. Ora dovremo compiere il salto di qualità affrontando le squadre di bassa classifica. I nostri mister (Stefano Rossini e il vice Matteo Abbate, ndc) lavorano molto bene: sappiamo i movimenti da fare nelle due fasi di gioco e abbiamo un’identità, questa è la nostra forza. La mia doppietta? Mi sono fatto perdonare i due gol che non ho segnato all’inizio. Non guardiamo la classifica, ma intanto voglio fare i complimenti alla società, al nostro presidente Giuseppe Rossetti e a tutti quelli che operano con lui per aver svolto un grandissimo lavoro per fare un regalo al paese di Carpaneto. Noi invece abbiamo regalato una grande prestazione al nostro pubblico”.

 RISULTATI E CLASSIFICA

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 06/01/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,23994 secondi