Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE    

Piccardo, l'arrivo di Luca Candio combacia con il nuovo logo-motto

Trentino come il Presidente Scrinzi (sono nati entrambi a Rovereto) Candio è a Parma per motivi di studio e arriva dal Felino dopo aver giocato in Eccellenza nel Salso,

  Scritto da Redazione Emiliagol il 16/07/2018

La Società Piccardo Traversetolo ASD dà il benvenuto a Luca Candio difensore classe 1996, che ha giocato l’ultima stagione tra Salsomaggiore in Eccellenza e Felino in Promozione.

Luca Candio è un difensore di origine trentina; nato a Rovereto (condivide la città natale con il Presidente Scrinzi) e cresciuto calcisticamente nel settore giovanile dell’Hellas Verona e nel vivaio del Mezzocorona (TN) dove ha conquistato il titolo Juniores Nazionale ed ha debuttato in Serie D nella stagione 2013-2014. Successivamente è passato nella squadra veronese del Virtus Vecomp sempre in Serie D per poi ritornare in terra trentina all’Usd Alense in Eccellenza. Trasferitosi a Parma per motivi di studio Candio si è accasato al Lentigione in Serie D per poi disputare l’ultima stagione a metà tra Salsomaggiore e Felino.

Queste le prime parole raccolte dopo la firma per la Piccardo e la rituale foto con il conterraneo Presidente Scrinzi.

-  Ciao Luca, benvenuto alla Piccardo. Sei trentino di origine, raccontaci un po' di te dentro e fuori dal campo. Mi sono trasferito qua a Parma tre anni fa, in quanto ho iniziato la facoltà di farmacia. A livello calcistico invece ho fatto il settore giovanile del Verona, poi ho giocato in serie D a Mezzocorona, Virtus Vecomp e due stagioni a Lentigione. L’ultima stagione l’ho fatta a metà tra Salsomaggiore e Felino.

- In terra emiliana hai giocato in serie D, Eccellenza e Promozione, che campionato ti aspetti il prossimo anno e quale pensi sarà la squadra da battere?

Mi aspetto un campionato veramente tosto. Ci sono squadre molto attrezzate e con diversi giocatori esperti di categorie superiori, anche se penso che noi potremmo dire la nostra. Sinceramente non me ne intendo molto di Eccellenza emiliana, peró penso che la squadra da battere sarà la Correggese.

- Cosa ti aspetti dal prossimo anno, a livello personale e di squadra?

Sicuramente spero di dare il massimo contributo alla squadra. Credo che se riusciremo a creare un gruppo compatto potremo toglierci sicuramente qualche soddisfazione! Poi ritrovo giocatori come Savi, Rieti e Mezgour con cui ho giocato a Lentigione e che oltre ad essere degli ottimi giocatori sono delle persone straordinarie.             

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 16/07/2018
Tempo esecuzione pagina: 1,46294 secondi