Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

Il Carpaneto conquista un punto importante in casa del Romagna Centro

In vantaggio al 26’ con Barba, i biancazzurri restano in 10 per più di un tempo (espulso Sylla), subiscono il pareggio di Cecconi su rigore ma stringono i denti e guadagnano un punto prezioso

 

CARPANETO (PIACENZA), 4 FEBBRAIO 2018 – Un punto di carattere, meritato e prezioso allo stesso tempo, centrato da una squadra chiamata a reagire dopo l’harakiri della domenica precedente contro lo Sporting Trestina e che ha dimostrato di saper soffrire in campo, tutti insieme. A Martorano (Cesena), la Vigor Carpaneto 1922 riparte dal pareggio contro il Romagna Centro (1-1), con un risultato che smuove la classifica dei biancazzurri piacentini, scavalcati sì dalla Pianese (ora undicesima), ma allo stesso tempo con una lunghezza in più di margine sulla zona play out, passando da 3 a 4 punti di vantaggio sul sest’ultimo posto.

In terra romagnola, è andata in scena una partita dai due copioni, che il Carpaneto ha saputo capire e interpretare bene pur nella loro diversità. Calcio propositivo e buona intensità nella prima mezz’ora, trovando il vantaggio al 26’ con il terzino Barba. L’espulsione al 39’ di Sylla (doppia ammonizione) ha cambiato i piani della squadra di Rossini, che soprattutto nel secondo tempo ha dovuto offrire una partita di sacrificio. Una veste inaspettata, con un abito che però la Vigor ha saputo indossare, riuscendo a difendersi con caparbietà, forte anche di una certa brillantezza fisica. Un rigore verso l’ora di gioco ha galvanizzato i padroni di casa, poi due belle parate di Mercuri hanno contribuito alla missione-pareggio. Nel finale, debutto per il giovane centrocampista Elia Favari, classe 2000 di Calendasco.

LA PARTITA – La Vigor si presenta a Martorano con diverse assenze, con la lista dei lungodegenti che si aggiunge agli stop di Minasola e Spagnoli, infortunati domenica scorsa contro il Trestina. In avanti , porte girevoli biancazzurre: dopo tre giornate di squalifica torna Sylla, mentre il giudice sportivo ha fermato per un turno Rantier. Il “leone” del Carpaneto compone il tridente affiancato da Bernasconi a destra e Tinterri a sinistra, mentre a centrocampo da sinistra a destra giocano Mauri, Mastrototaro e Rossi. In difesa, Fogliazza e Tognassi formano la coppia centrale, con Pizza sulla destra e Barba sulla sinistra, mentre tra i pali torna Mercuri. Il Romagna Centro, invece, opta per un 4-4-2 a rombo con Cortesi a supporto di Casadei e bomber Cecconi (undici reti fin qui).

Dopo il minuto di raccoglimento in ricordo dell’ex ct azzurro Azeglio Vicini, parte il match che vede subito un’emozione in area romagnola, con un contatto tra Rossi e Zamagni, ma l’arbitro ammonisce il giovane biancazzurro per simulazione, mandandolo di fatto in squalifica per il prossimo turno. Al 6’ si fa vedere il Romagna Centro con Cecconi che perde il momento buono per concludere, mentre al 9’, poco dopo la sua ammonizione, ci prova Sylla dai 30 metri, ma la palla esce abbondantemente dallo specchio. Minuto 12’: corner dalla sinistra per i padroni di casa, conclusione sul secondo palo di Brunetti con la palla salvata provvidenzialmente da Fogliazza.  Scampato il pericolo, il Carpaneto cerca di guadagnare metri e al 16’ ci prova Bernasconi ma la conclusione termina fuori. Dieci minuti dopo, però, la squadra di Rossini trova il vantaggio: punizione, palla respinta e perfetta conclusione mancina di Barba che trafigge Sarini per l’1-0 targato Vigor.

La formazione di Campedelli prova a reagire con l’incornata di Cortesi a lato (34’) e dal 39’ gode della superiorità numerica, complice il cartellino rosso sventolato a Sylla, autore di un intervento in scivolata che gli è costato il secondo giallo.

Nella ripresa, la Vigor passa al 4-4-1, con Bernasconi elemento più avanzato. Il Romagna Centro spinge e al 54’ è un miracolo di Mercuri a salvare la porta sulla conclusione di Gabrielli in mischia, anche se l’arbitro non ha fermato il gioco per il colpo fortuito ricevuto da Fogliazza. Al 62’ i cesenati arrivano al pareggio: contatto in area tra Pizza e il nuovo entrato Pierfederici, per l’arbitro è rigore: dal dischetto si presenta Cecconi, Mercuri intuisce alla propria destra ma non basta. Palla dentro, 1-1 e dodicesimo centro stagionale per il centravanti locale. Lo stesso portiere della Vigor si supera al 69’ sul bel tiro a girare di Campagna da fuori area. Il duello si rinnova tre minuti dopo, poi entra Tura per Bernasconi. Il Carpaneto stringe i denti, passando alla difesa a 5 per provare ad arginare la pressione e con Mauri in avanti. Al 78’ è il “solito” Cecconi a provarci, ma la sua conclusione termina a lato. Sul taccuino è l’ultima chance del Romagna Centro, perché poi il Carpaneto è bravo a stringere i denti e a non concedere occasioni particolari. Quattro i minuti di recupero, poi il fischio finale.

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA:

Stefano Rossini (tecnico Vigor Carpaneto 1922): “E’ un punto positivo per come è arrivato. Fino alla parità numerica siamo riusciti a giocare come avevamo preparato la partita, facendo molto bene pur avendo ancora un po’ troppa poca cattiveria negli ultimi metri. Una volta in dieci, mi è piaciuto l’atteggiamento, la squadra ha capito che doveva portare a casa un risultato con i denti stretti. Sul rigore siamo stati ingenui, era evitabile, ma nel complesso abbiamo svolto molto bene la fase di non possesso”.

Nicola Campedelli (tecnico Romagna Centro): “Anche prima della superiorità numerica eravamo riusciti a creare più noi, poi abbiamo subìto un gol un po’ casuale e la partita per noi si è complicata. Dopo l’espulsione, la Vigor si è ulteriormente difesa, abbiamo giocato in una metà campo unica, ma ci è mancata la stoccata decisiva; forse siamo andati un po’ troppo poco sugli esterni. Peccato, perché c’erano le premesse per conquistare i tre punti”.

ROMAGNA CENTRO-VIGOR CARPANETO 1922 1-1

ROMAGNA CENTRO: Sarini, Zamagni, Lo Russo, Gori (56’ Pierfederici), Gabrielli (77’ Braccini), Brunetti, Enchisi (56’ Campagna), Prati, Cecconi, Cortesi (77’ Corvino), Casadei (85’ Gasperoni). (A disposizione: Bonazza, Rossi, Tola, Bagatti). All.: Campedelli

VIGOR CARPANETO 1922: Mercuri, Pizza, Barba (80’ De Piano), Mastrototaro, Fogliazza, Tognassi, Bernasconi (73’ Tura), Rossi (87’ Favari), Sylla, Mauri, Tinterri. (A disposizione: Errera, Ghidotti, Dametti, Abelli, Dias, Terranova). All.: Rossini

ARBITRO: Cecchin di Bassano del Grappa (assistenti Tonon di Conegliano e Mirarco di Treviso)

RETI: 26’ Barba (V), 62’ rig. Cecconi (R)

NOTE: Ammoniti Rossi (V), Cecconi (R). Espulso al 39’ Sylla (V) per doppia ammonizione. Angoli 12-4, recupero 1’ e 4’. 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 05/02/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,95627 secondi