Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

RIUNIONE FIGC, figuraccia di Varoli al cospetto del CRER al completo!

Era immaginabile e così è andata - Il Delegato di Parma ha accusato tutti e tutto e non si è preso le sue responsabilità, che però son risultate più che evidenti - il Delegato di Reggio sbugiarda Varoli - Ora Bologna sa come funziona Parma! - Le parole di Paolo Braiati ad Emiliagol - Siamo alla fase finale Varoli-Parma? Bhe, il 17/9 è vicino!

Bymanso - Ma che lavor!

Ieri sera si è raggiunto l'apice del ridicolo nella riunione per mettere a posto il casino combinato dal Delegato della FIGC Franco Varoli.

Una farsa che ha avuto come epilogo lo sputtanamento totale proprio dello stesso Varoli, che non ha voluto ammettere di aver commesso una fila di "errori" incredibili (Gironi giovanili fatti e rifatti più di una volta). E se non ha commesso errori, la verità non può essere che quella del favoritismo? Bhe, ai presenti interpellati da Emiliagol, è proprio sembrato chiaro che se non c'è errore allora c'è volontà!!

Una volontà palesata proprio dal comportamento di Varoli, che ha cercato di scaricare le sue responsabilità sui suoi collaboratori e addirittura sul Comitato di Reggio.

Ecco questa di Reggio va messa ben in evidenza perchè fa capire per benino qual' è da sempre il famoso metodo Varoli da sempre denunciato su queste pagine.

L' Arsenal nel campionato interprovinciale è stata messa in un primo momento nel Girone di Parma, e in un secondo, è stata mandata a Reggio. Alla domanda, appunto dell' Arsenal, del perchè di questo improvviso cambiamento, il nostro Varoli ha risposto dando la colpa a Reggio!!!

Ma dai, alla riunione era però presente (che immaginasse qualche cosa?) il Delegato Presidente Emore Manfredi (foto a destra), che ci ha messo due secondi a contraddire Varoli dichiarando pubblicamente, che Parma prima gli ha mandato il Lemignano e poi dopo una settimana gli ha cambiato le carte in tavola mandandogli al posto del Lemignano, l' Arsenal! Tanto è vero questo, che Reggio aveva anche provveduto a mettere il Lemignano nel proprio comunicato. Rido!

Una figuraccia mondiale quella di Franco Varoli e per giunta, fatta davanti al CRER al gran completo.

Una figuraccia si, ma non la sola, poiché c'è anche la parte che riguarda i gironi degli Allievi di Parma.

Per chi non ci avesse letto nell'ultimo articolo a riguardo (link a fondo pagina), spieghiamo quello che è successo.

Parma ha approntato i due Gironi degli Allievi Provinciali, che poi daranno accesso ai Regionali e li ha resi noti alle Società (comunicato). I due Gironi fatti da Parma, risultavano del tutto squilibrati (un girone con tutte le più forti, e un girone molto più facile) e per questo hanno suscitato le proteste di alcune Società.

E Varoli che ha fatto a quel punto? Ha cambiato i Gironi facendo slittare da una parte e dall'altra le squadre che avevano protestato, provocando l' immediata protesta di chi era in un primo momento nel girone facile.

Un gran casino!

Ora torniamo alla riunione. La domanda che l'assemblea ha rivolto a Franco Varoli è stata una ed univoca: “ che metodo avete usato per fare i Gironi e che metodo avete usato per poi cambiarli?”

Eccoci al punto che ha mandato nel pallone il Delegato Presidente di Parma. Poteva dire ci siam sbagliati e poi ci siam sbagliati ancora, e tutto sarebbe finito lì!

Ma no, Varoli non sbaglia mai, lui fa le cose in cognizione, quindi se non di errore si tratta, non è impossibile che si possa parlare di favoritismi, poiché una cosa è certa: “ i Giro' a glia fa lu!!

Si, li fa lui, anche se cerca sempre di incolpare principalmente i suoi collaboratori. Il giochino dello scaricabile verso i collaboratori, verso Reggio, verso Piacenza e verso addirittura anche Bologna è cosa nota per chi frequenta la Delegazione di Parma, come lo è per noi che siamo a conoscenza delle confidenze di molte, ma molte Società.

Ieri sera dopo Reggio è toccata a Roberto Furlotti (Addetto alla composizione dei calendari e Responsabile delle Rappresentative) prendersi l'accusa da parte di Varoli.

Furlotti al contrario del Delegato di Reggio, non ha profferito parola, ma se n'è andato sbattendo la porta. Azione questa, che la dice lunga sul fatto di chi sono state le responsabilità di quei due gironi. Un Signore Furlotti nel non dire che non è certamente lui che decide chi va di qua o di là. E tanto è vero tutto ciò, che in queste ore si parlava anche delle sue dimissioni, che però forse son rientrate.

L'attacco di Varoli a Simone Alberigi del Fraore è stato la cosa più ridicola della serata, poiché ha accusato lo stesso Alberici di essere in combutta con Emiliagol (non l'ha mai nominata, ma è parso chiaro a tutti chi era “il tuo assistito”) per fargi le scarpe! Immaginare le vene del collo dell' Avvocato Alberici ,è per chi lo conosce un esercizio troppo facile da fare, e però la dichiarazione di guerra lanciata è stata di quelle che potrebbero fare la storia della delegazione di Parma; Avvocato Alberici: "Franco, sei inadeguato, dimettiti !!!".

Bhe a parte le considerazioni condivisibili di Alberici, che Emiliagol voglia far le scarpe a Varoli, è propriamente sbagliato nel concetto. Far le scarpe, vuol dire voler prendere il posto di qualcuno, e se c'è una cosa di cui non si può accusare Emiliagol è quella di voler prendere il posto di Varoli.

Quello che è chiaro ormai da anni, è che Emiliagol, per il bene del calcio parmigiano, vuole, che Varoli se ne vada (cosa impossibile) o che sia cacciato via (cosa ormai data da tutti imminente).

Emiliagol, va d'accordo e ha il massimo della stima, con Reggio, con Piacenza e con Bologna, e non con Parma. Non è strana la cosa? No, non è strana, poiché abbiamo imparato, che da quando c'è Paolo Braiati alla Presidenza del CRER, la trasparenza è diventata la vera novità della FIGC Regionale.

Dove c'è trasparenza e una casa aperta a tutti, si possono commettere anche errori, ma una cosa è certa, agli errori si mette sempre e comunque una pezza. I favoritismi sono stati cacciati da Paolo Braiati e dai suoi "Soci". Punto!

E Parma? Parma resiste come l'ultimo giapponese!

Stamane abbiamo raccolto mille testimonianze su quanto successo ieri sera; e tutti ci hanno raccontato del colpevole, e per certi versi attroce scaricabarile messo in atto da Franco Varoli, che più che cercare una giustificazione, ha cercato proprio di coprire il suo operato. Si coprire!

E Bologna cosa ha tratto da questa riunione?

Abbiamo sentito il Presidente del CRER Paolo Braiati che ufficialmente ci ha autorizzati a riportare le sue dichiarazioni.

Ieri sera ho potuto toccare con mano, che a Parma ci sono Società mature. Sono bastati cinque minuti, per merito loro e per merito della nostra trasparenza, per sistemare la spinosa questione che si era venuta a creare a Parma e che aveva portato a molte critiche e molte perplessità. Il metodo, la trasparenza e la condivisione, sono argomenti che vincono sempre!”

Ecco appunto; Braiati ha parlato del metodo che è stato deciso dall' assemblea (due teste di serie per girone e il resto a sorteggio), di TRASPARENZA (proprio a riguardo del metodo che d'ora in poi sarà quello da usare) e condivisione (decisione delle Società) e in pratica ha sconfessato Franco Varoli e il suo metodo, che molto bonariamente, qualcuno di una Società importante, ieri sera ha definito “ a caso”!

E no, cari miei "casisti", non c'è caso nel sostituire una Società con un' altra, quando c'è da mandarla da Parma a Reggio. Tutto si può dire, ma non che sia un caso quando si cambia dopo una settimana,  una decisione così!

E ora che succede? Bhe non è difficile immaginare che le Società possano fare pressione a Bologna perchè finalmente si arrivi alla sostituzione di Franco Varoli, proprio come è successo anni addietro a Piacenza (raccolta di Firme e sostituzione del delegato su ordine di Braiati).

Certo è, che una cosa non ce la possiamo nascondere: davvero a Bologna servono delle firme per mandare a casa Franco Varoli dopo i casini combinati in questi anni?

Noi abbiamo una gran stima del CRER tutto (Braiati, Menozzi, Dragone e Sanguanini) e però quando ci vuole ci vuole!

E da parte nostra ora ci vuole, se nemmeno dopo ieri sera, han capito in che mani lasciano la Federazione di Parma.

Prima eravamo solo noi a denunciarne le mancanze, ma adesso tutto il CRER ha toccato con mano il “metodo Varoli” e se non provvedono, allora è chiaro che abbiam un problema!

E si, un problema nel problema!

Il 17 Settembre ci sarà la riunione di tutte le Società in quel di Parma e allora sapremo, se il problema che abbiamo ora proprio a Parma, sarà un problema tanto contagioso da arrivare fino a Bologna!

Noi confidiamo nella trasparenza e nella leatà sportiva, e per ora non ci fasciamo la testa, anche se teniamo le fasce sul comodino.

Parma merita di entrare nel secondo millennio e non di stare ferma nell'era indifendibile pre Braiati!

A buon intenditor, poche parole?!?

 ARTICOLO PREDEDENTE

DOMANI IL CRER SCENDE A PARMA PER METTERE ORDINE AI CASINI DI VAROLI

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 06/09/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,96613 secondi