Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

La Folgore Rubiera rimedia l'1-1 con la Rosselli Mutina

Le due cronache dai due rispettivi uffici stampa

  Scritto da Redazione Emiliagol il 17/09/2017

FOLGORE RUBIERA – ROSSELLI MUTINA 1 – 1

RETI: 11’pt rig. Giuseppe Greco (R), 39’st Hoxha (F).
 
FOLGORE RUBIERA: Rizzo, Rota (dal 10’st Bassoli), Piacentini (dal 22’pt Paglia), Dallari, Addona (dal 22’pt Orlandini), Tognetti, Lusoli, Fornaciari (dal 10’st Hoxha), Sasà Greco, Luca Ferrari, Barozzi (dal 42’st Kouadio). A disp.: Burani, Koridze. Allenatore: Ivano Vacondio.
 
ROSSELLI MUTINA: Carradi, Ceci (dal 19’st Sassu), Serra, Girotti, Ruopolo, Marco Ferrari, Modica (dal 19’st Paradisi), Spezzani (dal 31’st Guastalli), Azzouzi, Giuseppe Greco, Razzoli. A disp.: Brancolini, Ligabue, Mazzini, Vaccari. Allenatore: Roberto Notari.
 
ARBITRO: Vegezzi di Piacenza (assistenti Mastria e Milana di Bologna).
 
NOTE: spettatori 200 circa. Ammoniti Orlandini (F), Ceci, Serra, Girotti, Spezzani e Giuseppe Greco (R). Espulsi al 30’st Modica (R) direttamente dalla panchina per proteste, al 40’st Bassoli (F) per intervento su Girotti e sempre al 40’st Luca Ferrari (F) per proteste.
 
Ufficio Stampa Folgore R - Ancora una volta, la Folgore Rubiera ha raccolto meno di ciò che ha seminato: nonostante il netto predominio territoriale (soprattutto nel secondo tempo), il maggior numero di occasioni offensive e la forte dose di energie e corsa riversate in campo, i nostri beniamini non sono riusciti ad andare oltre l’1-1 contro la pur attrezzata e volenterosa Rosselli Mutina. Sfida, va detto, condizionata da un arbitraggio tutt’altro che perfetto: basti citare i due rigori che hanno determinato il risultato, entrambi decisamente discutibili e secondo molti addirittura inesistenti.

Per quel che concerne i cenni di cronaca, i sussulti iniziali arrivano già al 2′: nella circostanza Rota si rende autore di un grande cross a beneficio di Barozzi, con quest’ultimo che non riesce a piazzare l’aggancio vincente a pochi passi dalla linea di porta. All’ 11′, primo punto di svolta della partita: il sig. Vegezzi di Piacenza assegna un contestatissimo rigore agli ospiti, ravvisando un presunto intervento in area di Addona su Azzouzi. A nulla valgono le motivate proteste dei padroni di casa: dal dischetto Giuseppe Greco non dà scampo a Rizzo, spedendo la sfera in rete a destra del portiere. Al 27′ il protagonista è ancora Giuseppe Greco, che manda la palla di poco alta da posizione molto angolata in area: al 34′ la Folgore risponde con il calcio d’angolo di Lusoli, che manda la palla a ridosso della linea di porta laddove nessun giocatore rubierese è pronto per ribadire in rete. Al 38′ nuovo rigore più che mai discusso, ma stavolta a favore della Folgore Rubiera: l’arbitro contesta un intervento di Modica ai danni di Sasà Greco, e quindi la compagine di Vacondio può usufruire del penalty che potrebbe pareggiare i conti. Dal dischetto va lo stesso Sasà Greco, che però stranamente sbaglia: il suo tiro va a sbattere sul palo a destra di Carradi, che comunque era ben piazzato sulla traiettoria della sfera. Due minuti più tardi Lusoli offre poi un assist d’oro a Sasà: il nostro capitano si trova a distanza ravvicinata dal portiere, ma purtroppo il suo aggancio al pallone arriva un attimo in ritardo.

 
 

Nella ripresa, la Rosselli Mutina cerca la via del gol già al 1′: nella circostanza Serra, servito da Modica, si rende autore di un buon diagonale all’interno dell’area che si smorza non di molto fuori a sinistra di Rizzo. Poco dopo, calcio d’angolo di Giuseppe Greco: la sfera arriva a centroarea, dove Razzoli colpisce di testa fallendo di poco il bersaglio. Al 2′ ancora Serra ci prova dalla distanza, ma l’estremo rubierese non incontra problemi nell’intercettare il pallone. Al 12′ il neoentrato Judmir Hoxha fa sentire la propria voce, con una eccellente conclusione da posizione angolata in area: Carradi tuttavia ci arriva con sicurezza. Al 14′ Luca Ferrari serve Lusoli, e quest’ultimo cerca la via del gol con un diagonale da posizione ravvicinata: Ceci e Ruopolo si oppongono, salvando la Rosselli in angolo. Sugli sviluppi del corner Hoxha pesca bene Sasà Greco, e il numero 9 della Folgore calcia fuori da pochi passi. Al 17′ nuovo tentativo di Sasà, stavolta dal limite: Carradi respinge. Al 24′ anche Daniele Barozzi tenta di ristabilire la parità, ma la sua fiondata da ottima posizione in area risulta di poco alta. La Folgore trova comunque il meritato pari al 39′, e tutto parte da un’azione orchestrata magistralmente da Barozzi e Bassoli: la sfera giunge a Hoxha, che pareggia i conti con un ficcante tiro in diagonale degno del suo miglior repertorio. Al 40′ animi surriscaldati, a causa dell’espulsione di Bassoli: al numero 17 locale viene contestato un pesante intervento su Girotti. Il provvedimento pare fin troppo severo, e i rubieresi protestano rimediando anche il cartellino rosso a Luca Ferrari: la Folgore chiude così in 9 contro 11, situazione che a tantissimi sembra davvero assurda. Da qui alla fine, spiccano due azioni della Rosselli Mutina: al 41′ Rizzo chiude bene sulla conclusione ravvicinata di Razzoli, poi in pieno recupero il colpo di testa da centroarea di Azzouzi fa tremare i padroni di casa ma termina appena alto.

 

“Come sempre, io preferisco non soffermarmi troppo sull’arbitraggio – commenta il trainer della Folgore RubieraIvano Vacondio – Mi limito soltanto a constatare quello che ci sta succedendo fin dal termine della scorsa stagione. Lo spareggio play off di ritorno a Sasso Marconi nel maggio scorso, quindici giorni fa con il Castelfranco, la settimana scorsa a Sant’Agostino e oggi con la Rosselli: quattro uscite di campionato, e quattro partite dove noi abbiamo subìto delle situazioni molto particolari dove il comportamento arbitrale è stato determinante. Stop: per il resto, lascio giudicare la terna di oggi a chi ha visto la partita”. Sul piano tecnico, Vacondio è comunque felice per la qualità della prova che la squadra ha saputo fornire: “Non dobbiamo affatto perderci d’animo – spiega il mister – Continuando a giocare con questa tecnica e con questa personalità, sono certo che l’appuntamento con la prima vittoria in campionato non si farà attendere ancora per molto. Il pareggio non dice la verità sull’andamento della sfida di oggi: in zona gol siamo stati molto più frizzanti rispetto alla Rosselli Mutina, e noi abbiamo corso molto di più dimostrando di avere energia e tenacia. E tutto questo, ricordiamocelo, è avvenuto contro una tra le maggiori potenze del girone A”. Da segnalare anche i nuovi problemi a livello di infermeria: a metà del primo tempo Piacentini ha dovuto abbandonare la sfida a causa di un risentimento alla tibia, così come Addona che ha riportato un calcio alla gamba in seguito a un fortuito scontro di gioco.

 
L’allenatore modenese Roberto Notari elogia la Folgore, ma il suo giudizio sulla partita è differente rispetto a quello del timoniere di casa. “Questo punto per noi è molto prezioso – afferma Notari – Siamo contenti e orgogliosi di avere colto un pareggio qui a Rubiera, contro una squadra che sarà sicura protagoniste nelle prime quattro-cinque posizioni della classifica. Nel contempo, inutile negare una punta di amarezza: fa un po’ rabbia prendere gol a pochi minuti dal termine, proprio quando stavamo assaporando il gusto della vittoria. Peraltro, nei minuti finali abbiamo pure creato due occasioni per tornare in vantaggio e centrare l’intera posta in palio. Nel complesso – prosegue l’allenatore della Rosselli Mutina – ritengo che il pari sia comunque il risultato che fotografa meglio l’andamento dell’incontro: entrambe le formazioni hanno creato buoni spunti offensivi, e hanno dimostrato di avere quel che serve per recitare un ruolo di spessore in questo girone A”. 
 
 

Ufficio Stampa Rosselli M. La Rosselli Mutina pareggia sul campo della Folgore Rubiera, andando in vantaggio grazie al rigore trasformato da Giuseppe Greco e facendosi rimontare nel finale da Hoxha. Tuttavia per i ragazzi di Notari si tratta comunque di un buon punto conquistato in trasferta.

Ad aprire le danze sono i padroni di casa che al 4’ arrivano alla conclusione con un pericoloso colpo di testa di Barozzi che termina largamente a lato, nessun rischio per Corradi. Al 13’, però, è la Rosselli a sbloccare la gara: Azzouzi viene sgambettato da dietro in area e il direttore di gara concede il calcio di rigore. Giuseppe Greco va sul dischetto e trasforma, portando in avanti i suoi compagni. La gara procede lentamente, il gioco viene molto spesso interrotto a causa di molti falli sulla mediana. Al 36’ arriva per gli ospiti l’occasione per pareggiare: Greco (Folgore Rubiera) viene atterrato in area e per l’arbitro Vegezzi è rigore. Lo stesso numero 9 si incarica di battere il penalty, ma il tiro è impreciso e la palla si stampa sul palo, mantenendo il risultato invariato. Nel finale di frazione sono sempre i reggiani a rendersi pericolosi nel tentativo di riagguantare i rossoneri di mister Notari, tuttavia la Rosselli si difende con ordine sino al fischio dell’arbitro che arriverà dopo un solo minuto di recupero. Si va al riposo, dunque, sul risultato di 0-1.

 

Nella ripresa la Folgore Rubiera cambia assetto, inserendo diversi giocatori dalla panchina tra i quali Hoxha che si rivelerà decisivo nel finale. I padroni di casa alzano il proprio baricentro riversandosi in avanti nel tentativo di pareggiare i conti, infatti prima al 59’ con Lusoli poi 69’ con Bassoli i reggiani vanno vicini al gol del pareggio. La Rosselli aspetta e riparte bene in contropiede con i propri esterni, ma i ragazzi di Notari non riescono a chiudere la partita. Dopo aver sprecato una clamorosa occasione da pochi passi, Hoxha al 83’ trova il gol del pareggio con un bel tiro in diagonale che non lascia scampo a Corradi. Appena un minuto più tardi i padroni di casa perdono Ferrari e Bassoli che vengono allontanati dal terreno di gioco dal direttore di gara. Finale in crescendo per la Rosselli Mutina che a pochi minuti dalla fine del tempo regolamentare in 11 contro 9 prova ripetutamente a trovare la rete del vantaggio, cercando spesso le punte. Dopo 6 minuti di recupero arriva il triplice fischio dell’arbitro che chiude il big match di giornata. Appuntamento per domenica prossima, quando la Rosselli Mutina ospiterà sul campo casalingo di San Damaso il Salsomaggiore.

 
 
Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 17/09/2017
Tempo esecuzione pagina: 3,50050 secondi