Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

FIGC, GIUSTIZIA FATTA PER MANTOVANI, CHE RIMANE IN PERICOLO DASPO

Al Giocatore del Sala è stato riconosciuto l'involontarietà del calcio, e quindi la sua squalifica è stata ridotta da 5 a 2 giornate, ma la notizia riguarda il fatto che le Forze dell' Ordine han fatto partire le indagini per dare il Daspo ai due giocatori coinvolti.

 

DAL COMUNICATO FIGC DI OGGI

RICORSO

Avverso squalifica per cinque giornate inflitta al calciatore Mattia Mantovani. Decisione del Giudice Sportivo presso la Delegazione Provinciale di Parma contenuta nel C.U. nr. 32 del 20/02/2019 Gara: Inter Club Parma Sala / Baganza del 17/02/2019

La Società A.C.D. SALA BAGANZA ha impugnato la summenzionata decisione del Giudice sportivo contestandone la portata in ragione del fatto che il calciatore Mattia Mantovani, caduto a terra assieme con un avversario a seguito di uno scontro di gioco, non avrebbe assolutamente colpito lo stesso calciatore antagonista con un calcio alla testa e, anche nel caso in cui ci fosse stato un contatto fisico, ciò sarebbe avvenuto non per volontà del Mantovani, ma in modo del tutto involontario. Precisa inoltre la ricorrente che nel frangente sopra descritto il Mantovani è stato vittima di un’aggressione di inaudita violenta che ha scosso gli animi dei propri calciatori al punto da indurli a non proseguire l’incontro.

Per quanto precede e dopo aver indicato i nominativi di una serie di persone che hanno assistito ai fatti in questione e delle quali si chiede la convocazione come testi, la società reclamante conclude chiedendo che, in via principale, sia disposto l’annullamento della squalifica ovvero, in via subordinata, che si deliberata una congrua riduzione.

La Società ACD SALA BAGANZA ha chiesto di essere sentita ed è presente all’odierna riunione in persona di un dirigente munito di valida delega il quale si riporta alle motivazioni del reclamo precisando di voler essenzialmente far valere lo sconto di pena richiesto in sede sportiva, nel ricorso amministrativo contro il provvedimento di DASPO comminato contro il proprio tesserato Mattia Mantovani e ribadendo che costui non ha inferto alcun calcio all’avversario essendosi limitato a trattenerlo per la maglia.

Letto il reclamo ed esaminati gli atti ufficiali, questa Corte Sportiva d’Appello Territoriale in primo luogo rigetta, in quanto inammissibili, le istanze istruttorie della ricorrente volte all’audizione di testimoni posto che, in ambito regionale della LND e del settore per l’attività giovanile e scolastica, i provvedimenti degli organi di giustizia sportiva vengono adottati unicamente sulla base delle risultanze dei documenti ufficiali.

A quest’ultimo riguardo la Corte ha sentito l’arbitro della gara il quale, a completamento di quanto riportato a referto, ha precisato che il pestone alla testa del Signor Palmieri da parte del Signor Mantovani è stato involontario.

In base alle precisazioni fornite dell’arbitro dell’incontro ritiene questa Corte che il ricorso in parola sia meritevole di accoglimento e che la sanzione disciplinare inflitta dal Giudice sportivo di Parma debba essere adeguatamente ridotta e resa conforme al peraltro scomposto e potenzialmente pericoloso fallo di gioco che risulta abbia commesso lo stesso calciatore Mantovani ai danni dell’avversario.

La Corte Sportiva d’Appello Territoriale dell’Emilia-Romagna riduce a due giornate effettive di gara la squalifica del calciatore Mattia Mantovani.

Nulla dispone relativamente alla tassa reclamo non versata essendo stato il ricorso accolto

 

ByManso - Questo il Comunicato della FIGC che mette un po' di Giustizia a quanto è successo in quell' Inter Club – Sala.

La notizia che deve far pensare però, è, come avevamo anticipato nei giorni scorsi in un articolo che parlava di altri incidenti, che la Questura si è mossa ed ha informato i due giocatori che sono sotto indagine per l'eventuale Daspo.

Noi abbiamo sentito Mattia Mantovani, e ci ha confermato che è stato interrogato e che la procedura è automatica quando intervengono le autorità di Polizia in incidenti nei campi. Logicamente per come sono andati i fatti e per i molti testimoni che ci sono a suo favore, diremmo che lui non rischia niente.

Dove non arriva la FIGC arrivano le forse dell' ordine e questo è sicuramente un bene, poiché mette sull'attenti tutto il nostro mondo.

Attenti quindi, genitori, giocatori, dirigenti.. ecc ..ecc... il Daspo d'ora in poi non riguarderà solo gli incidenti fuori dai campi, ma sarà un' arma che potrà essere usata anche tra “buie” tra giocatori!

Giocatori avvisati, giocatori mezzi salvati!!

Ps: la velocità della Giustizia sportiva fa davvero pensare. I fatti si riferiscono a tre settimane fa (5 giornate di squalifica in 1° grado), e quindi se Mantovani avesse potuto giocare (il naso rotto lo costringe a stare fermo), gli avrebbero mangiato una giornata (ricorso che gli ha comminato solo due giornate). La matematica e il calendario non sono opinabili! O si? 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da manso il 13/03/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,08996 secondi