Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×

ELEZIONI PRESIDENTE FIGC, BRAIATI: SIBILIA E' L'UOMO GIUSTO:

Il presidente del CRER indica nel numero uno della LND il migliore successore possibile a Carlo Tavecchio: “Ora serve unità di intenti” - IL PROGRAMMA DI SIBILIA

 

Nell'Assemblea Straordinaria Elettiva della Lega Nazionale Dilettanti, tenutasi a Roma sabato 13 gennaio, Cosimo Sibilia, attuale presidente della LND, è stato designato all'unanimità come candidato alla presidenza della FIGC.

Contestualmente sono stati eletti tre dei sei rappresentanti che entreranno a far parte del nuovo consiglio federale: il vice presidente per l'Area Nord, già presidente del Comitato Regionale Lombardia, Giuseppe Baretti; il vice presidente per l'Area Centro, Giuseppe Caridi; il vice presidente per l'Area Sud, Antonio Cosentino.

Insieme a loro, la LND sarà presente nel prossimo consiglio federale con il presidente della LND – o Sibilia o il suo successore -, il vice presidente vicario Ermelindo Bacchetta ed il presidente della Divisione Calcio a Cinque, Andrea Montemurro

“Nonostante l'invito a trovare la convergenza su un unico candidato – commenta il presidente del Comitato Regionale dell'Emilia Romagna, Paolo Braiati – non è stata ancora individuata una figura condivisa o almeno supportata da una maggioranza solida che possa garantire una certa governabilità nei tre anni rimanenti di mandato. 

Attualmente i candidati alla presidenza della FIGC sono tre: Damiano TommasiGabriele Gravina e Cosimo Sibilia. Tommasi, presidente dell'AIC, ha partecipato alla nostra assemblea e, a differenza di altre volte, ha espresso una posizione più morbida nei nostri confronti.

Gravina è stato a capo per quattro anni della LegaPro, una Lega che da tempo è in sofferenza. Lo confermano le situazioni del Modena – di cui stiamo cercando di salvare almeno una parte del settore giovanile insieme all'amministrazione comunale di Modena, a un gruppo di ex allenatori e dirigenti del settore giovanile della società e al Settore Giovanile della FIGC -, del Vicenza e dell'Arezzo. 

Noi metteremo a disposizione il nostro uomo migliore, come abbiamo fatto sempre. Sibilia per i Dilettanti ha chiesto rispetto. La LND è alla base del calcio, produce 600.000 partite all'anno, conta 13.000 società e annovera nelle proprie file 1.500.000 tesserati

Noi possiamo dire finchè vogliamo che senza arbitri, senza allenatori e senza giocatori non si gioca, ma sicuramente, se non ci sono le società, soprattutto quelle dilettantistiche, non si va da nessuna parte. Le responsabilità della situazione in cui versa il calcio italiano sono di tutte le componenti. Ora dovremmo fare quadrato, anche se mi sembra che sia difficile. La LND è veramente al servizio del calcio, anche se i tempi non sono i migliori. I vari Collina e Rizzoli sono cresciuti iniziando ad arbitrare in Terza Categoria”.

Qual è l'auspicio del presidente Braiati per queste elezioni?

“Mi auguro, prima di tutto, che venga eletto Cosimo Sibilia e che intorno a lui non ci sia solo la LND, ma tutte le componenti pronte a condividere lo stesso progetto. Sarebbe un segnale importante. Non mi scandalizzano le diatribe di questi giorni. L'importante è che, entro domenica, si trovi un accordo. E' il momento che ognuno rinunci a qualcosa per il bene comune”. 

L'alternativa sarebbe il commissariamento. “Un commissario che starebbe in carirca almeno un anno, con tutte le conseguenze del caso. Un motivo in più per trovare un'unità di intenti”. 

L'assemblea generale della FIGC per l'elezione del nuovo presidente federale si terrà lunedì 29 gennaio alle 11,30 a Roma. Per l'Emilia Romagna avranno diritto di voto i sei delegati assembleariAndrea Boni (Montecchio), Giuseppe Carpi (Brescello), Antonio Cavina (Classe), Angelo Neri (Solierese), Massimo Tirabassi (FalkGalileo) e Gabriele Tugnoli (Basca 2002).

Damiano Montanari 

Ufficio Stampa CRER FIGC LND 

 

BYMANSO - Riforma campionati Figc, il programma di Sibilia

La creazione di una fascia semi-professionistica è l’idea di Cosimo Sibilia. L’attuale presidente della LND, infatti, spiega che è chiara la necessità di rendere i campionati maggiormente competitivi, così come è evidente il problema di sostenibilità in alcune leghe per le società.

Sibilia non indica in termini numerici quale potrebbe essere la composizione dei campionati, ma spiega che «la F.I.G.C. dovrà farsi carico, in una più ampia riflessione sulle modifiche in tema di professionismo sportivo, di verificare con quali modalità possa pervenirsi all’istituzione di un campionato “intermedio”, una sorta di linea di confine, tra l’area professionistica e quella di vertice della Lega Nazionale Dilettanti».

«Una sorta di area “semi – professionistica”, nella quale le Società possano veri care la capacità di compiere il “salto”, in termini di qualità degli organici e di capacità economiche, per approdare successivamente all’area professionistica», conclude Sibilia.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Emiliagol il 19/01/2018
Tempo esecuzione pagina: 1,02171 secondi